,

GucciFest giunge quasi al termine. La quinta e la sesta puntata

GucciFest giunge quasi al termine. La quinta e la sesta puntata

Gucci fest giunge quasi al termine. Fuori ‘The Neighbours‘ e ‘At the Vintage shop‘, quinto e sesto episodio della miniserie ‘Ouverture of something that never ended’ firmata Gucci

La miniserie presentata durante il Gucci Fest sta per finire. Idea concepita da Alessandro Michele al fine di presentare la nuova collezione del brand e messa in opera con il registra Gus Van Sant. Protagonista è Silvia, Silvia Calderoni, che viene seguita durante una surreale routine quotidiana. Dal bar di quartiere, all’Ufficio Postale, al Teatro. Durante la giornata incontrerà una serie di amici della maison, artisti di nicchia ma anche personaggi del panorama pop. Gli abiti della collezione prendono vita sui corpi dei personaggi, intenti a vivere nel mondo onirico ricreato dal Direttore Creativo. La collezione è una ripresa dei pezzi chiave presentati dal brand fiorentino negli anni passati.

Gucci Fest la quinta puntata: The Neighbours

In questo episodio ritorniamo all’interno dell’appartamento di Silvia, ma da un’altra prospettiva. Entriamo con lo sguardo nelle case dei vicini di casa. C’è chi annaffia i fiori, chi suona con la propria band e viene ripreso per l’alto volume della musica. Una pittrice intenta a lavare le ciglia finte, è l’artista Ariana Papademetropoulos. C’è chi, immerso nella vasca da bagno, guarda la tv. Entra in scena Billie Eilish. Alla tv passa infatti il nuovo video del singolo ‘Therefore I am‘, diretto da Harmony Korine, regista che già in passato ha collaborato con il brand. Felpa over, Gucci Basket e basco floreale per Billie Eilish, look completato dalla nail art estrema con il logo doppia G in bella vista.

Gucci Fest la sesta puntata: At the Vintage Shop

Cambia l’ambientazione: un negozio Vintage con l’insegna Gucci luminosa. Silvia entra in una Wunderkammer 2.0., una camera delle meraviglie piena zeppa di abiti Gucci second hand. Si perde tra un abito e degli occhiali, circondata da ecclettici personaggi intenti a provare diversi look. Ma l’attenzione è tutta su di lei: Florence Welch. La cantante dei Florence and the Machine entra nel negozio, cappello a tesa larga e abito leggero dal sapore seventies, distribuisce frammenti di una poesia su pezzi di carta e li ripone all’interno degli abiti. L’episodio è un chiaro riferimento al progetto di resale lanciato da Gucci insieme alla piattaforma di e-tailer The Real Real.

Alcuni dei look presentati 

Gli artisti emergenti

Continua, parallelamente alla presentazione della collezione Ouverture, la pubblicazione di mini film creati per aiutare quindici giovani artisti emergenti selezionati da Alessandro Michele. Progetto che lui stesso descrive come: ”Un’adunanza sorridente di scintille e promesse di futuro”. Vediamoli:

  • Stefan Cooke: presenta ‘Eddie Whelan’.
  • JordanLuca: presenta ‘The Palace Of Kings’.
  • Shanel Cambell: presenta ‘Import Settings’.
  • Boramy Viguier: presenta ‘Lord Sky Dungeon’.
  • Yueqi Qi: presenta ‘Taro Buddha’

Mini film e puntate della serie sono visibili su: You Tube, Weibo e GucciFest.com. Per leggere gli articoli delle puntate precedenti: la prima, la seconda , terza e quarta.

 

Potrebbe interessarti anche

Gucci presenta la collezione Ouverture al GucciFest

Fenomeno reselling: il second hand è la tendenza del 2020.

Gucci: la voce del dizionario della moda

Harry Styles, icona del gender fluid. É sua la copertina di Vogue

Vuoi ricevere Mam-e direttamente nella tua casella di posta? Iscriviti alla Newsletter, ti manderemo due mail al mese con il meglio del nostro Magazine e riceverai subito un regalo!

CLICCA QUI PER SAPERNE DI PIÙ!

Redazione MAM-E
Articoli dell'Autore / Redazione MAM-E

Rispondi

Your email address will not be published.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>