Fenomeno reselling: il second hand è la tendenza del 2020.

Fenomeno reselling: il second hand è la tendenza del 2020.

Fenomeno reselling: la tendenza del momento si connette al grande tema della sostenibilità

Il boom del fenomeno reselling è collegato al senso di responsabilità che la pandemia ha instillato in ognuno di noi. Non è cambiato solo quello che compriamo, ma soprattutto il modo in cui lo facciamo. Secondo uno studio del Boston Consulting Group e Vestiaire Collective, il settore del second hand, che nel 2019 aveva un valore di 7 miliardi di dollari, nel 2024 arriverà a 36 milioni. Battendo quindi, secondo le previsioni, i colossi del fast fashion. Che comunque, dati per morti alla fine della pandemia, continuano a registrare grandi numeri, chiudendo numerosi negozi fisici e puntando sul digitale.

Fenomeno reselling e i grandi nomi.

Sul reselling puntano anche i grandi nomi della moda. Gucci ha infatti siglato un accordo con The Real-Real, e-tailer specializzato nella vendita di beni di lusso di seconda mano. Per ogni acquisto verrà piantato un albero, a dimostrazione dell’importanza del tema della sostenibilità, obbiettivo per cui tutti i brand, grandi e piccoli, si stanno muovendo.  Anche Zalando e COS (appartenente al gruppo HM) si stanno adoperando per aprire una sezione dedicata al vintage. Ma questa tendenza non ha colpito solo il mondo del retail. Infatti tanti brand hanno riproposto pezzi ripresi dal loro Heritage. Dalla borsa Jackie di Gucci alla Lady Dior della maison francese, al lancio della linea Zara che ripropone capi ripresi dalle vecchie collezioni. Sono tante le app che permettono la vendita e l’acquisto di pezzi vintage. La già citata Vestiaire Collective per i beni di lusso, Depop ed eBay per marchi medi e fast. Ma anche realtà italiane come Vintag e Lampoo.

Fenomeno Reselling
Borsa Jackie 1961
Fenomeno Reselling
Borsa Lady Dior

 

Niente di nuovo: le sneakers

Il fenomeno del Resale non è nulla di nuovo, ha infatti origine dal mondo delle sneakers. Nasce negli Stati Uniti e si diffonde poi in Europa, arrivando anche in Italia. Consiste nell’acquistare un prodotto, meglio se in edizione limitata, per poi rivenderlo a cifre stratosferiche. É quello che viene fatto con brand come Supreme, Off-White e Yeezy. Lo scopo è generare hype. Possedere un articolo in edizione limitata come status symbol. Una moda che esclude e non include. L’appartenenza a un gruppo di pochi eletti. L’obbiettivo ora cambia, le motivazioni sono diverse. Non l’hype ma la sostenibilità. Promuovere una moda circolare che ci renda più responsabili e consapevoli di quello che abbiamo dentro l’armadio.

Fenomeno Reselling

Potrebbe interessarti anche

Gucci presenta la collezione Ouverture al GucciFest

La crisi hm : meno 50% di ricavi in tre mesi

Leggi nel dizionario della moda mam-e la voce sneakers 

 

Vuoi ricevere Mam-e direttamente nella tua casella di posta? Iscriviti alla Newsletter, ti manderemo due mail al mese con il meglio del nostro Magazine e riceverai subito un regalo!

CLICCA QUI PER SAPERNE DI PIÙ!

Redazione MAM-E
Meet the author / Redazione MAM-E

Leave a Reply

Your email address will not be published.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>