Novità zone rosse oggi: Campania e Toscana

Novità zone rosse oggi: Campania e Toscana

Novità zone rosse Campania e Toscana in Lockdown

Novità zone rosse oggi: Campania e Toscana passano a zona rossa, Emilia-Romagna, Friuli-Venezia Giulia e Marche diventano zona arancione.

Novità zone rosse Campania e Toscana in Lockdown. Salgono così a nove le regioni “arancioni“, mentre cinque quelle gialle (Lazio, Veneto, Molise, Trento e Sardegna). Novità zone rosse oggi: l’ultima ordinanza firmata dal Ministro della Salute Speranza.

L’andamento del Trend

Nonostante dopo l’8 novembre ci siano stati miglioramenti sui dati di terapie intensive, il Ministro della Salute Roberto Speranza ha firmato l’ordinanza con cui dalle 00.00 di domani 15 novembre Campania e Toscana rientreranno nella “zona rossa”. Stop a spostamenti tra comuni diversi, attività commerciali e di ristorazione aperte solo per servizio d’asporto e fino alle 22.00.

Su tale decisione è intervenuto anche Franco Locatelli, Presidente del Consiglio Superiore di Sanità, affermando che la differenziazione di regioni su classi di rischio sta portando i frutti e permette di gestire una situazione che, però, rimane critica! Un rallentamento generalizzato del trend di contagi che, però, non permette di fare eccezioni nel periodo natalizio; andranno rispettate tutte le misure di responsabilità individuali proprio per non vanificare gli sforzi. Dunque ritrovarsi a Natale sarà possibile solo per persone dello stesso nucleo familiare.

 

Novità zone rosse
Novità zone rosse: Campania e Toscana

 

Novità zone rosse  Campania  Toscana: l’ultimissima divisione per fasce di rischio

Con la nuova ordinanza cambia di nuovo la mappa delle fasce di rischio, perché dalle 00.00 di oggi entreranno in zona rossa Campania e Toscana. In zona arancio Emilia, Friuli e Marche.

In Campania. Saranno le ultime ore per passeggiare o godersi un caffè al bar in Campania. La cittadinanza è cosciente che da domani ciò non sarà più possibile: torna l’autocertificazione e consegna a domicilio fino alle 22.22. Restrizione che a detta dei cittadini è necessaria: la pandemia sta sempre di più intasando le strutture ospedaliere, non permettendo il ricovero di persone per altri motivi di salute. Tutto ciò ha scosso le coscienze dei cittadini, molti dei quali stanno avendo difficoltà a far ricoverare i propri cari. Bisognerà aspettare almeno due settimane per capire se la curva di contagio cominci a calare.

In Toscana. Alla vigilia del “cambio di colore” a Firenze sono poche le persone a passeggio. Si fanno acquisti prima della stretta: queste nuove misure segnano la chiusura di tutte le attività “non indispensabili”. Nonostante i primi acquisti di Natale, però, il malcontento dei commercianti continua, lamentando solo un’apparente ripresa dopo il primo Lockdown. Interviene anche il sindaco di Firenze Dario Nardella, ammonendo tutti a non considerare questo come “l’ultimo giorno di vita”, accalcandosi in file davanti ai negozi. Il sindaco originario di Torre del Greco (comune che si trova proprio in Campania!) ha infatti dichiarato:

Dobbiamo ridurre al massimo le uscite perché, se capaci, si potrà tornare al più presto in fascia arancione. Fondamentale sarà la collaborazione con le Regione Toscana, lavorando sulla risposta sanitaria: aumentare i posti letto, ridurre i tempi di risposta dei tamponi e migliorare il tracciamento”. 

Vuoi ricevere Mam-e direttamente nella tua casella di posta? Iscriviti alla Newsletter, ti manderemo due mail al mese con il meglio del nostro Magazine e riceverai subito un regalo!

CLICCA QUI PER SAPERNE DI PIÙ!

Redazione MAM-E
Meet the author / Redazione MAM-E

Leave a Reply

Your email address will not be published.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>