,

OLIMPIADI 2026: SULLE ALPI ITALIANE

OLIMPIADI 2026: SULLE ALPI ITALIANE

LE OLIMPIADI INVERNALI DEL 2026 SI GIOCHERANNO SULLE INCANTEVOLI ALPI ITALIANE.

Siamo lieti di apprendere che le Olimpiadi invernali del 2026 si terranno sulle meravigliose Alpi italiane.

Infatti l’Asse Milano Cortina strappa l’aggiudicazione di questi giochi olimpici ad una Svezia sostenuta da larga parte dei paesi nordici.

MAM-e Milano Cortina 2026
Milano Cortina Olimpiadi sulle Alpi 2026

Dalla nostra, con molta probabilità, l’appoggio del Sud America, Oceania e forse la Finlandia, recentemente piccata da video riguardanti una sconfitta sportiva subita dai giallo-blu.

I luoghi delle Olimpiadi italiane.

Certamente il connubio tra la città brand di Milano, le stupende località sciistiche della Valtellina e di Cortina d’Ampezzo e la cerimonia conclusiva nell’affascinante Arena di Verona, offrono al Cio una valida motivazione d’assegnazione di gara.

Milano e Cortina Olimpiadi invernali 2026 sulle Alpi italiane.

Decisiva, nelle dinamiche di gara, è stata l’esperienza manageriale e istituzionale di Beppe Sala, competente guida della città più europea d’Italia.

Le dinamiche e i protagonisti.

Tra l’altro, grande spinta da parte di Giancarlo Giorgetti che si è guadagnato l’appoggio di Beppe Sala e Luca Zaia ed in fase finale anche del Presidente del Consiglio Giuseppe Conte.

Considerate alcune lacerazioni politiche interne, quello per questa candidatura è stato un lavoro difficile. Ha avuto come prerogativa il basso costo di realizzazione. Dunque uno studio sui costi-benefici dell’Università della Sapienza, ha sostenuto queste Olimpiadi 2026 sulle Alpi, che creeranno un indotto da più di 3 miliardi di euro.

L’APPOGGIO DEL SINDACO BEPPE SALA DETERMINANTE PER IL SUCCESSO.

Olimpiadi 2026 Milano Cortina
Esultanza da Losanna per Olimpiadi 2026 Milano Cortina.

Da Losanna arrivano le immagini di un Beppe Sala entusiasta e di certo determinato a portare a casa un altro ottimo risultato come quello ottenuto con Expo. Lui, sindaco di un’enclave felice, inventore di una città brand, primaria trazione economica italiana, saprà opportunamente tessere le offerte di questo asse olimpico alpino.

Senza dubbio si potrà dare nuova linfa al sistema Italia, puntando sui suoi cavalli di battaglia, quali sport e turismo. Inoltre sviluppando tutta una serie di attività collaterali incentrate su natura, arte, spettacolo e molto altro.

Perciò lo Stato disporrà un fondo d’investimenti tra 70-80 milioni di euro, per opere infrastrutturali. Peraltro le regioni italiane Lombardia e Veneto sono tra le più ricche e non lasceranno rimpiangere i rivali scandinavi.

Le distanze previste anche dai film dei Vanzina.

Invece, avremmo potuto pensare che il distacco tra i luoghi delle Alpi di queste Olimpiadi 2026, avrebbe deposto a nostro svantaggio, ma altrove quelle distanze sono reputate normali e fattibilissime.

Tra l’altro ce lo ricordava anche il “Dogui”, celebre personaggio macchiettistico di una Milano da bere anni ’80, che da via della Spiga a Cortina ci arrivava in due giri di Rolex .

Vuoi ricevere Mam-e direttamente nella tua casella di posta? Iscriviti alla Newsletter, ti manderemo due mail al mese con il meglio del nostro Magazine e riceverai subito un regalo!

CLICCA QUI PER SAPERNE DI PIÙ!

Silvana Petrelli
Articoli dell'Autore / Silvana Petrelli

Rispondi

Your email address will not be published.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>