inter juve dzeko
sport

Inter-Juve, Dzeko: “Punti preziosi in palio. Sono all’Inter per lo scudetto”

Inter-Juve si avvicina, parla Dzeko: “Qui per vincere lo scudetto”

Inter-Juve, Dzeko scalpita. L’attaccante bosniaco, che martedì sera ha aperto le marcature contro lo Sheriff, domenica sera giocherà il suo primo derby d’Italia. Su di lui ci sono accesi tutti i riflettori, dato il peso specifico dei gol segnati finora e per l’importanza della gara in sé. Per l’occasione, la Gazzetta dello Sport lo ha intervistato. Ecco le parole principali:

Io in campo non sono Dzeko, sono Edin. Sono quel bambino che ha iniziato da piccolo a giocare dietro casa a pallone e da lì non ho pià smesso. Io impazzisco quando vedo una palla. Il gol allo Sheriff è la gioia estrema, del resto è ciò che la gente si aspetta sempre da me. Ma se poi non vinci il gol segnato serve a poco. Indietro non mi guardo mai, penso sempre al presente e se possibile al futuro. Sono all’Inter per vincere lo scudetto“.

Dzeko sulla Juve: “Dobbiamo neutralizzare i loro contropiede. Con Chiellini è dura”

Dzeko, fa poi un pensiero alla partita di domenica Inter-Juve, per la quale non fa troppi giri di parole:

Domenica è una partita in cui ci sono in palio punti che pesano. Non c’è tanto da inventare: dobbiamo neutralizzare quello che loro fanno bene, ovvero i contropiede. Inter e Juve sanno bene che il campionato non si vince a ottobre o a novembre. Tuttavia, entrambe sanno anche che se si inizia a perdere punti adesso poi è dura recuperare. Domenica l’Inter potrà vincere se tutti i giocatori daranno un contributo non per se stessi, ma per la squadra. Non serve una strategia precisa. Basta solo che si vinca. Chiellini? E’ un difensore tosto. Tante volte mi ha lasiato a secco, domenica vorrei farne a meno. Io comunque il primo gol in Italia l’ho segnato proprio con lui come avversario“.

inter juve dzeko
Dzeko duella con Chiellini ai tempi della Roma. Secondo il bosniaco domenica se ci sarà lui non sarà facile.

Dzeko: “Sapevo di arrivare in un grande club come l’Inter e volevo farmi apprezzare subito”

Dzeko spende poi due parole per l’Inter, squadra che lo cercava già da tempo. Tuttavia, rivela anche un aneddoto sulla rivale che affronterà domenica sera. Dice:

Sapevo di arrivare in un grande club e avevo in testa l’obiettivo di farmi apprezzare da subito. Volevo solo quello, poi il resto l’hanno fatto i campioni che ho trovato qui. Sapete chi mi ha telefonato per primo? Kolarov. È stato lui a dirmi che l’Inter era interessata, che c’era la possibilità di un trasferimento. Mi scrisse: ‘Qui ti vogliono, vieni’. Ed eccomi qua ora. E’ vero che Inzaghi si comporta come un fratello maggiore per noi. E’ comunque anche pure molto sincero e diretto: dice sempre la verità, sia quando è piacevole sia quando non lo è. Ed è questo che ci aspettiamo, perché la verità fa sempre bene“.

inter juve dzeko
Dzeko in azione con l’Inter

Dzeko e il rapporto con i compagni: “Lautaro pensa al bene della squadra”

Edin dzeko infine si focalizza su alcuni suoi compagni, in particolare il socio in attacco Lautaro Martinez. Di lui ha detto:

Lautaro è un giocatore forte. Essendo ancora giovane, ha ancora margini di miglioramento. Tuttavia è uno che pensa sempre al bene della squadra. Anche quando non fa lui gol direttamente è come se lo avesse fatto. A volte per vincere servono giocatori come lui“.

 

LEGGI ANCHE:

LIVE MotoGP FP1 e FP2, GP Misano 2021 prove libere: diretta LIVE

Conference League, disfatta giallorossa: Bodo Glimt-Roma 6-1

Roma-Napoli, dove vederla in diretta tv e streaming domenica 24 ottobre

 

Vuoi ricevere Mam-e direttamente nella tua casella di posta? Iscriviti alla Newsletter, ti manderemo due mail al mese con il meglio del nostro Magazine e riceverai subito un regalo!

CLICCA QUI PER SAPERNE DI PIÙ!

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *