f1 hamilton
sport

F1, Lewis Hamilton: il nostro sport ha un problema di inclusività

Nell’intervista rilasciata alla Gazzetta dello Sport, Hamilton parla del suo futuro e del problema di inclusività in F1

Lewis Hamilton reduce dalla vittoria in F1 nel GP del Bahrain 2021 si racconta in un intervista alla Gazzetta dello sport.

Come sono cambiato? Sono lo stesso degli inizi, solo con più esperienza: gli alti e bassi, le cicatrici che rendono la tua pelle più dura, è un adattamento continuo. Gli ultimi 15 anni mi hanno insegnato più di tutti quelli precedenti, su come navigare nel mondo, costruire e migliorare le relazioni umane e professionali. È stato un viaggio incredibile. Non è cambiare: resti la stessa persona, ma cresci

Il futuro di Lewis Hamilton in F1 e il problema dell’inclusività

Quale sarà il futuro del campione britannico?

Potrei restare coinvolto in F1 dopo il ritiro, e credo di volerlo. Ma è difficile per me pensare a quando non correrò. Crescendo ho imparato che cambiare le cose quando ci sei dentro è più facile e riesce meglio. La F1 mi ha offerto una piattaforma per raggiungere un sacco di gente, informare, mandare messaggi positivi, incoraggiare le persone, spingere. A un certo punto anch’io mi dovrò fermare, ma la missione per rendere l’automobilismo sportivo più inclusivo non uscirà mai dalla mia mente, è qualcosa per cui vorrò sempre lottare. Non bastano certo uno o due anni, il problema deve essere attaccato dal basso, la vera chiave è la fase dell’istruzione, guardare ai giovanissimi e incoraggiarli per avere poi nei Gran Premi più meccanici, ingegneri, donne e di tutti i colori

Hamilton si sta impegnando per rendere l’automobilismo e la F1 sempre più inclusivi

Non so perché il nostro sport ha un problema d’inclusività. Sembra che nessuno conosca il motivo. Bisogna scoprire che barriere ci sono all’ingresso, per capire come mai i ragazzi neri, ad esempio, non scelgano di studiare certe materie per finire poi in università e di conseguenza lavorare in F1. Ho messo insieme una commissione che sta lavorando da 9 mesi per studiare la situazione. Per luglio dovremmo avere qualche risultato solido, che metterò a disposizione di Mercedes, di altri team e della FIA. La F1 è la punta dell’iceberg, ma il suo esempio può ricadere sulla base, già dal karting


leggi anche:

F1, GP Imola Emilia-Romagna 2021 quando? Calendario, programma, orari tv e streaming

F1, GP Imola 2021: precedenti, numeri e record del GP dell’Emilia Romagna

F1 stipendi 2021, arriva il tetto massimo sull’ingaggio dei piloti

Vuoi ricevere Mam-e direttamente nella tua casella di posta? Iscriviti alla Newsletter, ti manderemo due mail al mese con il meglio del nostro Magazine e riceverai subito un regalo!

CLICCA QUI PER SAPERNE DI PIÙ!

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *