charles leclerc
sport

Buon compleanno Charles Leclerc, 24 anni di talento

Buon compleanno Charles Leclerc, 24 anni di classe, eleganza, ma soprattutto tanto talento

Oggi Charles Leclerc compie 24 anni. Per il pilota monegasco questo è il terzo compleanno in rosso, per il secondo anno di fila al termine di una stagione complicata, ma dove ha fatto vedere tantissimo talento. Charles infatti, anche se in modo minore rispetto al 2020, ha ha dovuto lottare ancora con una monoposto non alla sua altezza, che non gli permette di vincere e lo costringe a fare miracoli. Per lui, che ha sposato interamente la causa di Maranello con un contratto pluriennale, il meglio deve ancora venire.

Charles Leclerc, la punta di diamante della Ferrari

Charles non è fatto per correre su macchine non competitive, non è fatto per non poter ambire alla vittoria. Leclerc è un vincente fin da ragazzino, fin dai kart prima di debuttare in monoposto. Il suo talento così naturale, a volte grezzo, è stato precoce, portandolo in Formula 1 già a 20 anni dopo due campionati dominati in Formula 3 e Formula 2. Al numero 16 sono bastate 21 gare, quelle di una stagione in Sauber, per convincere la Ferrari a portare il loro più bel diamante al fianco di Sebastian Vettel, sulla rossa. Sin dal 2019 Charles ha dimostrato quanto sia forte, realizzando una pole position già alla seconda gara per poi vincere a Spa e a Monza. Prendendosi i cuori dei suoi tifosi.

charles leclerc ferrari
Charles Leclerc, alla Ferrari dal 2019

Leclerc è amato un po’ come lo era Jean Alesi negli anni ’90, per via di quel carattere, quel modo di correre che lo fanno sembrare vicino a noi. Charles è un talento incredibile, ma non perfetto e quella imperfezione lo rende così vicino ai suoi tifosi. Leclerc in questi anni ha dovuto correre sempre al limite, arrivando spesso anche a raggiungerlo e superarlo, finendo per commettere errori. Ma come lo si può criticare? Charles in ogni occasione dà sempre tutto sé stesso, ragionando anche di pancia e sbagliando, ma rialzandosi sempre. La sua smisurata voglia di vincere la porta a cercare un varco ovunque, lo porta a provarci sempre, e a noi Charles piace così.

Charles Leclerc, per Jules Bianchi e per il padre Herve

Gli anni prima di arrivare in Formula 1 non sono stati affatto semplici per Charles. Nel 2014, quando aveva appena iniziato con le monoposto, il suo padrino Jules Bianchi ci lasciò in un incidente a Suzuka, un colpo devastante per tutto la F1 e per i tifosi. Per Charles soprattutto fu durissima perchè Jules era un punto di riferimento. Charles aveva iniziato con i kart proprio sul tracciato della famiglia Bianchi, e da quel momento in poi ha corso nel nome di Jules, per prendersi quel posto in Ferrari che Bianchi avrebbe sicuramente occupato 2 anni dopo quel maledetto incidente. Chissà che coppia sarebbe stata.

bianchi leclerc
Jules Bianchi e un giovane Charles Leclerc

Nel 2017 poi Charles ha dovuto affrontare la perdita di papà Herve, ex pilota che lo ha portato a correre sin da piccolo sul tracciato dei Bianchi. Non ancora ventenne Leclerc si è visto crollare il mondo addosso ma pochi giorni dopo la morte del padre è andato a Baku, per la gara di F2 e l’ha vinta. In quell’occasione Charles dimostrò un carattere fortissimo, in un weekend per lui emozionante e indimenticabile. Tanta tristezza, ma troppa motivazione per vincere e dedicare la vittoria a papà Herve.

E dunque buon compleanno Charles, aspettando quelli che arriveranno, perchè arriveranno, da campione del mondo.

LEGGI ANCHE:
Juve-Roma, il big match dell’ottava giornata di Serie A 2021/22
Eurolega, Olimpia Milano-Anadolu Efes: quando e dove vederla?
MotoGP Misano, GP Emilia-Romagna 2021: calendario, orari tv e pubblico

Vuoi ricevere Mam-e direttamente nella tua casella di posta? Iscriviti alla Newsletter, ti manderemo due mail al mese con il meglio del nostro Magazine e riceverai subito un regalo!

CLICCA QUI PER SAPERNE DI PIÙ!

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *