un fatto tuo personale
Musica,  Spettacolo

Un fatto tuo personale: nel nuovo singolo di Fulminacci c’è anche Pasolini

Un fatto tuo personale: fuori ora il nuovo singolo di Fulminacci

Un fatto tuo personale: Fulminacci continua a regalare emozioni. Fuori ora il nuovo singolo, anticipato sui canali social del cantante e della Maciste Dischi in maniera del tutto originale. Di certo il giovane cantautore romano alla convenzionalità non ci ha mai abituato. Come già per Canguro, continua nel solco dell’intelligenza artificiale. Di cosa stiamo parlando? Della cover! Come già in Canguro, anche quella di Un fatto tuo personale è l’elaborazione suggestiva del GAN (generative adversarial network). “Gli androidi sognano pecore elettriche?”, si chiedeva più di 50 anni fa il romanziere americano Philip Dick. Oggi, dopo 50 anni, Fulminacci ci ripresenta quel paradosso fantascientifico: “I computer possono sognare?“. I risultati farebbero gola a De Chirico.

Tutti pazzi per Fulminacci: come nasce il nuovo singolo

Tutti pazzi per Fulminacci: da Harry Potter a Sylvester Stallone, da Cristiano Ronaldo a Renato Pozzetto a Nicolas Cage a Brad Pitt. Un viaggio nello spazio e nel tempo, come quello di Ritorno al futuro (anche Christopher Lloyd del resto è stato fulminato da Fulminacci). Ma come è nato il nuovo singolo?

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da MACISTE DISCHI (@macistedischi)

“L’ho scritta pensando alle persone” dice l’artista su Instagram, “a quanto sia facile cadere nelle trappole dei pregiudizi, a quanto sia difficile ma necessario mettere in discussione certe convinzioni ricevute in eredità dalla storia”.

Un fatto tuo personale: testo, video e significato del nuovo singolo di Fulminacci

Non solo però. Il singolo è uno sfogo, un arrembaggio, uno slancio per esorcizzare questo periodo tremendo, confuso, contraddittorio, instabile, infinito. E nell’ansia del periodo, nella follia del doverlo vivere, si macera la storia (gli spazi, i tempi, i personaggi, gli Harry Potter, i Brad Pitt ecc…) e si smascherano i trabochetti e le illusioni della società stessa. La società traballante come non mai da circa un anno, che perde pezzi e perde certezze, affonda gerarchie e crea nuovi poveri e nuovi centri di potere, nuove mode e nuove paure. Come ci finisce tutto questo nel singolo? Attraverso Pasolini.

I comizi d’amore

Come ha rivelato l’artista stesso, ha recentemente avuto modo di guardare quei meravigliosi Comizi d’amore di Pier Paolo Pasolini del ’65. Uno dei documentari più belli di sempre, in cui possiamo ascoltare le voci di contadini, studenti, operai, intellettuali da Nord a Sud dell’Italia. Ne ascoltiamo la parole, simili eppure diverse, ne intendiamo le morali. Ed è infatti il tema morale e dell’identità; sono le parole ed è lo scandalo, cavalli di battaglia delle contestazioni pasoliniane, ad entrare prepotentemente nel testo di Un fatto tuo personale. Non solo, ma c’è un bellissimo riferimento ad un’intervista particolare di quel documentario: quella in cui Pasolini chiede ad un anziano e spiaggiato Ungaretti se esiste la normalità e la anormalità sessuale.

Il poeta è chiaro: “Ogni uomo è fatto in un modo diverso, nella sua struttura fisica… nella sua combinazione spirituale. Tutti gli uomini sono a loro modo anormali, tutti gli uomini sono in un certo senso in costrasto con la natura. E questo sin dal primo momento: con l’atto di civiltà, che è un atto di prepotenza umana sulla natura, è un atto contro-natura“. Sintesi perfetta. E Fulminacci riprende: “E’ il senso stesso di civiltà che è contro la natura“. 

Un fatto tuo personale è una bomba

E poi? E poi la sensazione è di crescere insieme all’artista, ma l’abbiamo già detto (vedi Perché Fulminacci è l’artista di cui avevamo bisogno). Ci sono gli “uhm”, il prendere fiato, la registrazione di uno sfogo o di un flusso di coscienza. Il testo, la ritmica, la struttura: Fulminacci si scusa per aver fatto un altro singolo fuori da ogni norma, quelle del mercato e quelle del suo stesso stile. Non dovrebbe per niente scusarsi però, perché questo singolo è una vera bomba! Tanto che forse è il caso di smettere di leggere e andare (tornare) ad ascoltarlo!

Leggi anche:

Vuoi ricevere Mam-e direttamente nella tua casella di posta? Iscriviti alla Newsletter, ti manderemo due mail al mese con il meglio del nostro Magazine e riceverai subito un regalo!

CLICCA QUI PER SAPERNE DI PIÙ!

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *