Mamma ho perso l’aereo: curiosità sul classico con Macaulay Culkin

Mamma ho perso l’aereo: curiosità sul classico con Macaulay Culkin

Tutto quello che non sapevate su uno dei film di Natale più amati di sempre

Va in onda stasera alle 21:15 su Italia 1 il blockbuster degli anni Novanta Home Alone. Continuate a leggere per scoprire alcune interessanti curiosità sulla commedia diretta da Chris Columbus.

Mamma ho perso l’aereo: il film cult con Macaulay Culkin

L’iconica pellicola uscita per la prima volta il 16 novembre 1990 ha segnato il Natale di intere generazioni. Sebbene le festività si siano concluse da diversi giorni, Mediaset lo ripropone oggi in prima serata. Mamma ho perso l’aereo è il film da record che racconta la storia del piccolo Kevin (interpretato da Macaulay Culkin) il quale, lasciato per errore a casa da solo per le vacanze, riesce a difendere la villa di famiglia da due bizzarri e maldestri ladri.

Se la trama è ben nota – lo abbiamo sicuramente visto tutti decine di volte – probabilmente ci sono alcune cose che ancora non sapete. Ecco allora degli imperdibili retroscena e dettagli che abbiamo scovato per voi.

  • Per il ruolo del protagonista, Chris Columbus vide oltre 200 bambini. Il ragazzino biondo che è stato alla fine selezionato, lo ha suggerito al regista John Hughes, che lo aveva diretto in Io e Zio Buck. Nello stesso film è presente anche John Candy, che ha recitato in Mamma ho perso l’aereo nei panni del musicista Gus Polinski.
  • La parte del ladro Harry Lime era stata all’inizio proposta a Robert De Niro. Ma l’attore rifiutò perché nello stesso periodo aveva recitato in Quei bravi ragazzi, e non gli sembrava opportuno comparire in una commedia dopo aver prestato il volto a un gangster. Ma anche Joe Pesci (scelto alla fine come interprete) è presente nella stessa pellicola.
mamma ho perso l'aereo - joe pesci nel film con macaulay culkin
Mamma ho perso l’aereo – Joe Pesci in una scena del film con Macaulay Culkin
  • Sempre a proposito del buffo ladro d’appartamento interpretato dallo statunitense premio Oscar, durante tutte le riprese pare che Pesci abbia evitato Culkin per fargli credere di essere davvero cattivo. E, tra l’altro, nella scena in cui Lime morde il piccolo Kevin, il morso è reale e ha lasciato al giovanissimo attore una bella cicatrice.
  • Buona parte delle battute sono state improvvisate. Ad esempio, la scena sulle scale in cui Kevin chiede ai due ladri se ne hanno avuto abbastanza, non era da copione.
  • La pellicola è un classico anche in Polonia. Proprio come nel nostro Paese, è una presenza fissa nel palinsesto tv polacco e, secondo una ricerca, quando viene trasmesso almeno 1 cittadino su 3 lo guarda.
  • Il freddo e la neve newyorkesi hanno un giorno gelato le telecamere durante alcune riprese in esterna. Per molte altre scene però si fece ricorso alla neve finta, proprio perché ogni volta che quella vera si scioglieva non era affatto comodo per le attrezzature del set.
  • Nella scena in cui Kevin guarda la foto della fidanzata del fratello maggiore, il bambino reagisce con un’espressione di disgusto. L’immagine è però di una persona non realmente esistente. Proprio per evitare di offendere qualcuno, la produzione ha photoshoppato una foto del figlio dell’art director.

Siamo sicuri che dopo aver scoperto queste divertenti curiosità, guarderete Mamma ho perso l’aereo con ancora più entusiasmo. L’appuntamento per tutti i bimbi degli anni ’90 (e non) è giovedì 14 gennaio in prima serata su Italia 1.

LEGGI ANCHE:

Cinque anni fa moriva Alan Rickman: i suoi 5 ruoli indimenticabili

Lucy: curiosità sul film in onda domani sul canale 20

Stasera in tv 14 gennaio: i migliori film e programmi in onda

Vuoi ricevere Mam-e direttamente nella tua casella di posta? Iscriviti alla Newsletter, ti manderemo due mail al mese con il meglio del nostro Magazine e riceverai subito un regalo!

CLICCA QUI PER SAPERNE DI PIÙ!

Chiara Anastasi
Meet the author / Chiara Anastasi

Leave a Reply

Your email address will not be published.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>