,

TORINO FILM FESTIVAL: IL MANIFESTO DELLA RASSEGNA AL VIA IL 18 NOVEMBRE

TORINO FILM FESTIVAL: IL MANIFESTO DELLA RASSEGNA AL VIA IL 18 NOVEMBRE

L’icona ufficiale del 34° Torino Film Festival è un omaggio pop a David Bowie

Il Torino Film Festival – in scena dal 18 al 26 novembre – esordisce con un omaggio speciale al Duca Bianco, il musicista che più di ogni altro ha saputo incarnare l’idea dell’uomo di spettacolo popolare e d’élite, abile a destreggiarsi in tante forme artistiche senza mai perdere la propria magmatica personalità. Bowie è ritratto nel manifesto ufficiale della manifestazione, in un’immagine che rielabora, grazie al lavoro dell’agenzia Independent Ideas, una scena del film a cui ha partecipato nel 1986, ‘Absolute Beginners’, diretto dal regista Julien Temple e a sua volta titolo del brano che il cantante aveva scritto appositamente in vista della sua produzione. Bowie ha partecipato nel corso della sua carriera a ben 15 film, pochi i memorabili, ma tutti illuminati dal suo alieno e sinistro carisma, tra i quali ‘Miriam si sveglia a mezzanotte’ (1983), ‘L’uomo che cadde sulla terra’ (1976) o ‘Basquait‘(1986). Un festival che si presente dunque sempre più come un omaggio alla musica, o più specificatamente al gemellaggio tra il cinema e al rock, visto come movimento culturale ancora prima che artistico. Una buona parte della rassegna sarà infatti dedicata al punk: il 26 novembre, giorno di chiusura del Torino Film Festival è il giorno di uscita di ‘Anarky in the UK’ dei Sex Pistols e data simbolica di nascita del punk: in nome di questa concomitanza ‘astrale’ saranno proiettati al festival i film ‘The Blank Generation’ (1976) di Amos Poe e Ivan Kral; ‘Jubilee’ (1978) di Derek Jarman e l’iconico ‘Sid & Nancy’ (1986) di Alex Cox.

Oltre alla presentazione del manifesto bowiano, sono state rese note altre anticipazioni riguardo ai film in programma: sarà proiettato a Torino il nuovo film di Clint Eastwood, ‘Sully’ (Usa, 2016),  con Tom Hanks, la copia restaurata del grande classico del cinema ‘Intolerance’ di David Wark Griffith (1916), ‘Absolutely Fabulous: the Movie’ di Mandie Fletcher (2016), tratto dalla serie tv della Bbc, e ‘La felicità umana’ (2016), documentario di Maurizio Zaccaro.

Vuoi ricevere Mam-e direttamente nella tua casella di posta? Iscriviti alla Newsletter, ti manderemo due mail al mese con il meglio del nostro Magazine e riceverai subito un regalo!

CLICCA QUI PER SAPERNE DI PIÙ!

Alessandro Dalai
Articoli dell'Autore / Alessandro Dalai