,

SMETTO QUANDO VOGLIO E IL NUOVO MEL GIBSON: IL WEEKEND AL CINEMA (3-5 FEBBRAIO)

SMETTO QUANDO VOGLIO E IL NUOVO MEL GIBSON: IL WEEKEND AL CINEMA (3-5 FEBBRAIO)

Nei cinema l’atteso sequel dell’ottimo ‘Smetto quando voglio‘ con al centro la maschera da commedia del ricercatore precario, la nuova storia di guerra ed eroismo di Mel Gibson, insoliti esordi e action movies

Da ‘Smetto quando voglio – Masterclass‘ a ‘La Battaglia di Hacksaw Ridge‘: i migliori film nelle sale nel fine settimana.

SMETTO QUANDO VOGLIO – MASTERCLASS: Tre anni fa uscì al cinema la versione italiana di una delle serie tv più famose degli ultimi anni ‘Breaking Bad‘. Al posto del professore di chimica che cercava di risolvere i problemi economici ed esistenziali della sua vita improvvisandosi spacciatore di metanfetamine, ‘Smetto quando voglio’ parlava di un gruppo di giovani, ricercatori universitari precari, che si mettono assieme creando una sorta di cartello autonomo di spaccio di ‘Smart Drugs’, sostanze che aumentano le capacità di concentrazione e l’agilità mentale. Il film ebbe successo, anche all’estero, venendo presentato nel contesto di diversi festival internazionali. Il sequel, sempre diretto da Sydney Sibilia, vede di nuovo al centro il leader Pietro (Edoardo Leo) il quale, uscito di prigione, decide di riformare la banda di base, aggiornandolo con un nuovo gruppo di ‘cervelli in fuga’. Un film che diverte e che richiama all’identificazione: il gruppo di giovani talenti in difficoltà significativamente si amplia, proporzionalmente a quella che è la loro situazione reale, oggi, in Italia e non solo.

LA BATTAGLIA DI HACKSAW RIDGE: Torna Mel Gibson con quella che sembra la cifra a lui più congeniale: il tema della guerra, del sacrificio, l’individuo eccezionale che ribalta le regole del gioco, le sorti e i destini di tutti. Hacksaw Ridge racconta la storia, ispirata a vicende reali, di Desmond Doss, un pacifista, un uomo di fede il quale, trovatosi costretto ad entrare nella mischia della seconda guerra mondiale, decide di scendere in campo senza armi, senza potersi quindi difendere o ferire altri esseri umani. Diventerà un eroe, soccorrendo feriti e salvando 75 vite umane senza spargere una goccia di sangue. Ecco la collisione inusuale e cruenta tra Cristianesimo e Violenza, gli sviluppi imprevedibili di destini che si autodeterminano pur seguendo i dettami di una fede che non li abbandona. Questo è Gibson, nel bene e nel male, un visionario dell’eccesso e del sacrificio, Made in Hollywood, ovviamente.

A UNITED KINGDOM – L’AMORE CHE HA CAMBIATO LA STORIA: un film che racconta l’unione tra il futuro erede al trono del Botsawa e la giovane inglese Ruth Williams. L’unione farà scandalo. Un racconto pienamente romantico, che racconta un frammento di storia  ai più sconosciuto, nella cui ricca trama non ci censurano i temi del razzismo, del bullismo, della prevaricazione politica e sociale. Due amanti che si trovano in una tempesta che non comprendono, interessati come sono unicamente a comprendersi e amarsi, interpretati dai sensibili Rosamund Pike e David Oyelowo.

SLEEPLESS – IL GIUSTIZIERE: L’agente Drows fa il suo dovere, ma la pagherà cara: blocca un traffico di droga ma la vendetta dei mafiosi danneggiati dalle sua indagini sarà amara. Rapiranno il figlio e minacceranno Drows di non restituirglielo a  meno che non restituisca la cocaina sottratta alle lunghe mani dei boss. Un film ben fatto che non eccede in sparatorie e scene culto per gli amanti degli action movie adrenalinici, ma che sarà visto nei cinema: il tema della vendetta e del riscatto è di sempiterno richiamo.

BILLY LYNN – UN GIORNO DA EROE: un’altra storia on al centro un soldato dell’esercito americano, ma questa volta si parla di guerra d’Iraq. Tornato in patria, Billy viene onorato per aver salvato le vite di molti commilitoni, ma soffre di disturbo post-traumatico da stress e viene messo in crisi dall’influenza della sorella antimilitarista. Un film in bilico: tra satira e dramma, commedia e film di denuncia. Un ibrido, che tuttavia racconta l’oggi chiamando in causa dinamiche psicologiche e politiche di urgente richiamo.

LIFE, ANIMATED: la regressione del bambino Owen Suskind, che dopo i 3 anni d’età retrocede a una dimensione di apparente irrecuperabilità autistica. Unico sostegno nella sua vita diventa la compagnia dei classici Disney. Da allora saprà comunicare con i genitori e con gli altri solo attraverso i suoi cartoon preferiti. Un film che riesce nell’impresa di portare in superficie un linguaggio nuovo e visionario.

Vuoi ricevere Mam-e direttamente nella tua casella di posta? Iscriviti alla Newsletter, ti manderemo due mail al mese con il meglio del nostro Magazine e riceverai subito un regalo!

CLICCA QUI PER SAPERNE DI PIÙ!

Alessandro Dalai
Articoli dell'Autore / Alessandro Dalai