film pasqua
Cinema,  Spettacolo

Sette film (+ una miniserie) di Pasqua da vedere in streaming

Come passare Pasqua senza poter uscire? Ecco i nostri consigli su sette (+1) film da guardare in streaming

Nonostante il bel tempo che si preannuncia, anche per questa Pasqua non avremo la possibilità di uscire di casa e festeggiare come gli scorsi anni. Tra colombe, uova e menù studiati apposta, c’è però comunque sempre bisogno di qualcosa che ci intrattenga durante il pomeriggio e la sera. Ecco allora 7 film e una miniserie da guardare in streaming durante il giorno di Pasqua.

Sette film di Pasqua e una miniserie da guardare in streaming – tutti i consigli

Dopo il pranzo di Pasqua è normale chiedersi che film si può guardare. Non potendo uscire a fare una passeggiata, è quindi l’unica alternativa che ci rimane per poter riempire le nostre giornate e serate. Noi vi consigliamo 7 film e una miniserie adatti a Pasqua – e perché no, anche a pasquetta! – da guardare in streaming comodamente sul divano di casa.

1. Jesus Christ Superstar

Il musical cult del 1973 diretto da Norman Jewison su musiche e testi di Andrew Lloyd Webber e Tim Rice. Racconta l’ultima settimana di vita di Gesù inscenata da un gruppo di hippy, dall’ingresso a Gerusalemme alla crocifissione. A differenza della maggior parte dei film dedicati alla figura di Gesù, il musical affronta l’argomento da un punto di vista totalmente inedito: quello di Giuda. Qui infatti l’apostolo non è raffigurato come un personaggio negativo, ma come l’emblema di tutta l’umanità che non riesce a comprendere. Allo stesso modo, tutti i personaggi mostrano un lato umano molto forte, da Pilato, che ha paura e vuole aiutare il Cristo, a Gesù, che si arrabbia e chiede spiegazioni a Dio.

Il luogo scelto per la rappresentazione, inoltre, non è assolutamente casuale. Si tratta infatti delle rovine di Avdat, nel deserto del Negev in Israele, e altre zone del Medio Oriente. Le rovine in cui sono ambientate le scene di Caifa e Anna, ad esempio, sono quelle del palazzo originale dei Sommi Sacerdoti, mentre le impalcature erano state trovate già lì e lasciate.

Sicuramente un must per tutti gli amanti dei musical, una storia epica che vi farà desiderare di ricominciare a guardarlo non appena è finito. Da notare l’eccellente performance di Ted Neeley e Carl Anderson, rispettivamente nei ruoli di Gesù e Giuda, e di Yvonne Elliman nei panni di Maria Maddalena. Sebbene ad una prima visione sembri molto semplice e lontano dalle Sacre Scritture, ci sono in realtà moltissimi richiami al mondo dell’arte, del cinema e in generale dell’iconografia sacra. La posizione dell’ultima cena, ad esempio, è identica all’affresco di Leonardo da Vinci, mentre il finale richiama Ben-Hur (1959), con un pastore che cammina in controluce col suo gregge e le tre croci sullo sfondo.

Si può vedere su Sky on Demand.

2. Il Re dei Re

Kolossal biblico del 1961 con Jeffrey Hunter nei panni di Gesù e Nicholas Ray alla regia. Il film comincia nel 63 a.C. quando Gneo Pompeo Magno conquista Gerusalemme. Scopre che il tesoro di Salomone non era altro che diversi rotoli della Torah ed è deciso a farli bruciare. Si passa quindi al regno di Erode il Grande e la nascita di Gesù a Betlemme. Successivamente si arriva a quando Gesù ha 12 anni, poi ancora avanti all’attentato di Barabba e Giuda Iscariota alla carovana di Ponzio Pilato.

Si vede quindi Gesù che si fa battezzare da Giovanni Battista e poi va nel deserto e torna in Galilea, dove raccoglie gli apostoli. Erode, Pilato e Caifa sono terrorizzati dalle opere di Gesù, tanto che meditano il modo in cui neutralizzare la minaccia. Si segue quindi tutta l’ultima settimana di vita di Gesù fino alla sua morte e resurrezione. Il film si conclude sulle rive del lago di Tiberiade, dove appare agli apostoli.

Si può vedere in streaming sul sito di MediasetPlay.

3. La Passione di Cristo

Forse uno dei film più crudi sull’argomento. Diretto da Mel Gibson, si ripercorrono le ultime dodici ore di vita di Gesù, dall’arresto dell’Orto degli Ulivi fino alla morte in croce e la risurrezione. Si cerca di seguire il racconto dei vangeli, tentando di creare armonia tra tutti. Per donare più realismo, il film è stato girato in latino, ebraico e aramaico e poi sottotitolato nelle lingue moderne. La produzione ha messo a dura prova tutto il cast, in particolare Jim Caviezel, l’attore che interpreta Gesù – fortemente voluto da Gibson perché il suo nome iniziava per J.C. e aveva da poco compiuto 33 anni.

L’attore ha infatti dovuto affrontare diverse difficoltà fisiche: durante la scena delle 39 frustate, ne ha ricevuta qualcuna reale per sbaglio, ha contratto una polmonite, è stato fulminato un paio di volte. Caviezel è stato inoltre seguito per tutte le riprese da un sacerdote per trarre ispirazione e sentirsi più vicino a Gesù. La forza della pellicola è stata tanta da portare tre degli attori a convertirsi al cristianesimo. Il resto del cast, inoltre, è in prevalenza italiano: tra gli altri, vediamo Monica Bellucci nei panni della Maddalena, Rosalinda Celentano come Satana, Davide Marotta come l’Anticristo, Claudia Gerini nei panni della moglie di Pilato.

È disponibile allo streaming su Sky on Demand e Now Tv.

4. Il principe d’Egitto

Classico animato del 1998 targato DreamWorks. Si segue la storia di Mosè, da quando Jocabel lo mette in un cestino sul Nilo e la regina Tuya lo trova e lo adotta. Mosè e Ramses crescono quindi come due fratelli, entrambi ignari dell’origine del primo, finché non è lui ad andare nel quartiere ebraico di Goscen per scusarsi con una donna che aveva trattato male. Incontra sua sorella Miriam, che gli racconta la verità, ma lui non vuole crederci. Accetta le sue origini con difficoltà, ma poi si oppone anche a quella che era la sua famiglia per proteggere la sua gente.

Fuggito nel deserto, un giorno vede un roveto che arde senza consumarsi. Da lì proviene la voce di Dio, che gli affida il compito di liberare il popolo ebraico dagli egizi. Quando Ramses si rifiuta di liberare gli schiavi, Mosè profetizza allora una serie di piaghe che colpiranno l’Egitto. Guiderà il popolo fuori dal paese, dividendo le acque del Mar Rosso sotto le quali rimarranno imprigionati tutti i soldati egizi. Il film termina alle pendici del monte Sinai, appena dopo la consegna delle Tavole della Legge. Nel cast vocale originale si notano i nomi di Val Kilmer, Ralph Fiennes, Michelle Pfeiffer e Sandra Bullock.

Si può vedere in streaming su Prime Video e Netflix.

5. L’ultima tentazione di Cristo

Kolossal drammatico del 1988 diretto da Martin Scorsese molto discusso e critico. In Italia e in altri paesi si invocò la censura, ma le polemiche hanno solo creato più pubblicità e curiosità, tanto che ora è un film cult. Gesù (Willem Defoe) vorrebbe vivere come gli altri e non comprende il suo percorso messianico. Nonostante questo, prosegue con la sua missione: si fa battezzare da Giovanni Battista, resiste Satana, salva Maddalena (Barbara Heshey) dalla lapidazione, entra a Gerusalemme, scaccia i mercanti dal tempio. Arriva quindi davanti al governatore Pilato (David Bowie), che lo condanna a morte, e viene crocefisso.

Quello che sembra un angelo viene però a liberarlo: può finalmente vivere una vita normale. Si sposa quindi con Maddalena e, quando questa muore improvvisamente, con Marta, sorella di Lazzaro. Un giorno incontra Paolo che sta predicando la venuta del Messia e gli rivela la sua identità, ma lui non gli crede. Nel 70 d.C. Gesù è ormai vecchio e sul letto di morte, quando riceve la visita degli apostoli. Giuda (Harvey Keitel) lo rimprovera di non avere portato a termine la sua missione e gli rivela che l’angelo a cui aveva creduto era Satana. Gesù implora perdono al signore e si ritrova nuovamente sul Golgota: era solo un’allucinazione, l’ultima tentazione per allontanarlo dalla sua missione.

Il film è disponibile al noleggio e all’acquisto su Chili.

6. Risorto

Film del 2016 che fa diventare l’epica storia della resurrezione un vero e proprio thriller. Vediamo gli avvenimenti dal punto di vista di Clavius, un tribuno militare romano di alto rango, e di Lucio, il suo aiutante. I due vengono istruiti da Ponzio Pilato per assicurarsi che i seguaci di Gesù non rubino il suo corpo per annunciare la sua risurrezione. Quando però questo scompare, Clavius parte alla ricerca del corpo per smentire le voci della risurrezione ed evitare una rivolta a Gerusalemme.

La pellicola è basata su un romanzo, The Resurrection of Jesus Christ, scritto da Paul Aiello e considerato un sequel non ufficiale de La passione di Cristo. Nei panni dei due protagonisti ci sono Joseph Fiennes e Tom Felton. L’accoglienza è stata mista, ma i critici sono stati tutti d’accordo nell’esaltare la bravura di Fiennes nei panni di Clavius. Di sicuro si tratta di un punto di vista totalmente innovativo da cui vedere la storia più vecchia del mondo.

È disponibile allo streaming su Netflix.

7. Ben Hur

Kolossal storico e drammatico del 1959 divenuto da subito un grande cult per tutti gli amanti del cinema. Il sottotitolo dice A Tale of the Christ, ovvero Un racconto del Cristo, perché la vicenda si svolge al tempo e nel luogo della storia di Gesù. Tuttavia, lui appare solo tre volte in tutto il film e non si vede mai in volto. Il protagonista è infatti Giuda Ben Hur (Charlton Heston), un ricco principe e mercante giudeo che, per difendere il suo popolo, entra in contrasto col suo vecchio amico Messala. Ben Hur viene quindi condannato alla schiavitù come rematore sulle galee e, dopo una vittoria e aver salvato la vita al console romano Quinto Arrio, lo libera e lo porta a Roma come se fosse un figlio.

Diventa campione delle corse con le quadrighe ma, con la sorte della madre e della sorella sempre in mente, decide di tornare nella sua terra natia. Ester, da sempre innamorata di lui, vuole risparmiargli altro dolore e gli dice che le due donne sono morte, ma in realtà hanno contratto la lebbra e sono confinate. Partecipa allora ad una gara di quadrighe per vendicarsi di Messala, vince ma scopre la vera sorte della sua famiglia. Le va a cercare e le porta a vedere il passaggio di Gesù, che sta compiendo la sua via Crucis.

Il film, vincitore di ben 11 premi Oscar, è disponibile al noleggio e all’acquisto su Prime Video.

8. Gesù di Nazareth

Il grande sceneggiato televisivo di Franco Zeffirelli alla cui sceneggiatura ha lavorato anche lo scrittore Anthony Burgess. Il successo fu internazionale, tanto che negli Stati Uniti è stata definita la miglior miniserie televisiva di tutti i tempi. Si parla dell’intera vita di Gesù, dalla sua nascita a Betlemme di nascosto da Erode fino ai suoi 33 anni e la sua crocefissione. Dopo tre giorni dalla sua morte, Gesù risorge e appare a Maria Maddalena e agli Apostoli ai quali affida l’annuncio del Vangelo, per poi salire in Cielo alla destra del Padre.

Lo sceneggiato fa da spartiacque tra il tradizionale format televisivo e le megaproduzione stile kolossal successive. Il cast è infatti molto numeroso, con una notevole quantità di comparse per scene di massa d’impatto. La collaborazione con la britannica ITC ha permesso l’impiego di attori internazionali di alto livello. L’immagine di Gesù, interpretato da Robert Powell, è diventata ormai iconica e identificativa: è sicuramente uno dei primi volti che vengono in mente quando si pensa al Cristo.

Tutti e quattro gli episodi sono disponibili allo streaming su Raiplay.

 

Leggi anche:

Pasqua 2021, sospesa nel mezzo della Pandemia globale

Programmi stasera in tv 2 aprile: la guida tv completa di oggi

Canzone segreta 2 aprile: non va in onda per Pasqua

 

Se hai curiosità, consigli o vuoi saperne di più, contatta la nostra redazione: info@mam-e.it

Vuoi ricevere Mam-e direttamente nella tua casella di posta? Iscriviti alla Newsletter, ti manderemo due mail al mese con il meglio del nostro Magazine e riceverai subito un regalo!

CLICCA QUI PER SAPERNE DI PIÙ!

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *