,

SANREMO 2020: I RECORD DEL FESTIVAL

SANREMO 2020: I RECORD DEL FESTIVAL

Pronto al via, tra le consuete polemiche e anticipazioni, il 70° Festival di Sanremo 2020. I record delle passate edizioni, tra musica, scandali e show

Una lunga storia di polemiche e scandali, quella del Festival di Sanremo. Pochi giorni fa, a 53 anni dalla sua morte, abbiamo ricordato Tenco, la sua tragica fine, ancora oggi per molti avvolta nel mistero.

E di sorprese, probabilmente ben pianificate, per alzare lo share in momenti in cui lo scontro tra palinsesti Rai e Mediaset era ancora d’attualità: si ricordi l’edizione del ’95, in cui SuperPippo Baudo si inerpicò sulla balconata per salvare la vita a tale Pino Pagano, che minacciava di buttarsi da lì. Un gesto di disperazione (simulata?) ripetutosi nel 2004, questa volta furono due operai a minacciare di togliersi la vita, questa volta placati da Fabio Fazio.

I due conduttori più eroici

Ecco quindi i due conduttori più ‘eroici’ del Festival, ma chi è ad oggi quello che ha presentato più edizioni in assoluto? Sempre Pippo Baudo, con 13 Festival, davanti a Mike Bongiorno, con 11. La prima edizione di Baudo è del ’68, l’ultima, esattamente 40 anni dopo, a dimostrazione della tempra e dell’aura mitica che ha caratterizzato l’ormai ottantenne presentatore.

Passando ai sempre presenti tra i cantanti (quasi simpatica anche se artisticamente inspiegabile l’onnipresenza di Michele Zarrillo, quasi una figura da folklore sanremese), emergono Claudio Villa e Al Bano: 15 festival per entrambi, anche se il ‘Reuccio’ ha partecipato talvolta con due brani, nelle prime edizioni del Festival.

il vincitore più giovane

Per trovare invece il vincitore/ la vincitrice più giovane dobbiamo tornare al ’64, l’edizione vinta dall’allora sedicenne Gigliola Cinquetti – un’età più da Zecchino D’oro – che canta appunto una canzone d’amore impossibile per inevitabili questioni anagrafiche: ‘Non ho l’età’.

Il più anziano partecipante – non vincitore – del Festival fu invece Nicola Arigliano, che si esibì nel 2005 a 81 anni con il brano Colpevole. 

il cachet di Carlo Conti e quello di Amadeus Sanremo 2020

Oggi si polemizza per il cachet di Carlo Conti, considerato spropositato: i dirigenti della Rai hanno risposto serrando gli scudi e confermando che si tratta di prezzi di mercato che la rete può permettersi essendo in netto attivo. Pochi ricordano che il record del cachet da conduttore spetta all’insospettabile Gianni Morandi, che nelle due edizioni da lui condotte, nel 2011 e 2012, prese 1 milione e 600 mila euro all’anno.  Ma di Morandi sappiamo tutto, grazie alle sue foto e dirette su facebook conosciamo la sua vita modesta: a un personaggio simpatico come lui, evidentemente, si può permettere di tutto.

Gli altri articoli di Mam-e su Sanremo 2020: gli outsider del Festival

Gli altri articoli di Mam-e su Sanremo 2020: 5 curiosità e 5 record. 

Vuoi ricevere Mam-e direttamente nella tua casella di posta? Iscriviti alla Newsletter, ti manderemo due mail al mese con il meglio del nostro Magazine e riceverai subito un regalo!

CLICCA QUI PER SAPERNE DI PIÙ!

Alessandro Dalai
Articoli dell'Autore / Alessandro Dalai