sanpa netflix
Attualità,  Spettacolo

SanPa: la docu serie Netflix riaccende le polemiche su San Patrignano

SanPa: la comunità di San Patrignano al centro della docu – serie Netflix “tra luci e ombre”, ed è ancora polemica

La serie documentario Netflix ” SANPA ” riaccende le polemiche su San Patrignano. A distanza di anni dai processi e più di 25 anni dalla morte del suo fondatore, Vincenzo Muccioli, Netflix riporta all’attenzione pubblica una storia tutta italiana. Una storia che ancora oggi presenta molti lati oscuri e molte ombre. La comunità di San Patrignano, tuttavia, si è formalmente dissociata dalla serie e c’è anche chi ha parlato di una tentata criminalizzazione della memoria di Muccioli e della comunità. Ecco allora di cosa parla la serie e qual è stata la storia della comunità di San Patrignano.

SanPa: la trama e la storia di San Patrignano su Netflix

SanPa è una docu-serie Netflix composta da 5 puntate di circa un’ora. Le puntate alternano filmati d’epoca alla testimonianza diretta di ex ospiti della comunità, anche molto noti, e personaggi legati alla storia di San Patrignano. Il punto forte della serie sicuramente, infatti, è riuscire a far vedere materiale molto eterogeneo, che spazia dalla testimonianza diretta, alla fotografia, all’intervista, al filmato originale e d’epoca.

A intervenire nel filo narratore sono le testimonianze di Red Ronnie, all’epoca in prima linea nella difesa di San Patrignano, del giornalista Luciano Nigro, del giudice Vincenzo Andreucci; e poi di molti ex-ospiti quali ad esempio Fabio Cantelli, Antonio Boschini (ex-eroinomane e poi medico a San Patrignano), Walter Delogu (padre dell’attrice e conduttrice Andrea).

Nella serie, inoltre, si possono apprezzare i commenti e le dichiarazioni di personaggi dell’epoca. Fra tutte le interviste di Giovanni Minoli a Gian Marco Moratti e Vincenzo Muccioli, nonché i commenti di autorevoli giornalisti italiani come Enzo Biagi e Indro Montanelli. Nel corso della ricostruzione storica, infatti, abbondano i filmati dell’epoca, che mostrano gli spazi della comunità e restituiscono i procedimenti giudiziari a carico di Muccioli. 

La storia di Vincenzo Muccioli: chi era e cosa è stato San Patrignano

Al centro della ricostruzione non poteva non esserci la tanto contestata figura di Vincenzo Muccioli, fondatore della comunità di San Patrignano. Circondata da un’aura di mistero, complice anche il chiacchierato interesse esoterico, la figura di Muccioli si pose come controversa eppure carismatica. Processato e condannato dalla giustizia italiana per sequestro di persona e maltrattamenti, indagato per omicidio colposo, Muccioli fu assolto da buona parte dell’opinione pubblica.

sanpa netflix
Il fondatore della comunità di San Patrignano Vincenzo Muccioli (a destra) insieme a Gian Marco e Letizia Moratti.

Molti personaggi illustri, infatti, si schierarono a sua difesa e a difesa di San Patrignano, tra cui i conigui Moratti e il comico Paolo Villaggio, che personalmente cercò l’aiuto di San Patrignano per la tossicodipendenza del figlio.

I pregi della serie e perché guardarla

La serie ha diversi pregi. L’impostazione documentaristica è reale, come già detto. Inoltre, riesce a contestualizzare la nascita della comunità, presentandone le vicende in maniera approfondita ma non estranea alla storia italiana coeva. Così facendo, inoltre, la serie evidenzia che la contraddizione più grande che alimentò il caso San Patrignano, fu la sostanziale impreparazione dello Stato italiano. Da un lato lo Stato non affrontò la questione della droga, dall’altro avallò in principio San Patrignano, riconoscendone gli effetti positivi di riabilitazione. Infine, dinanzi alla scoperta dei maltrattamenti e della violenza, si trovò davanti all’imbarazzo di non poterlo giustificare.

Leggi anche:

Vuoi ricevere Mam-e direttamente nella tua casella di posta? Iscriviti alla Newsletter, ti manderemo due mail al mese con il meglio del nostro Magazine e riceverai subito un regalo!

CLICCA QUI PER SAPERNE DI PIÙ!

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *