, ,

L’OSCAR A PARASITE HA FATTO LA STORIA

L’OSCAR A PARASITE HA FATTO LA STORIA

Il trionfo di Parasite: quattro premi Oscar per il film di Bong Joon-ho

Nella notte del 9 febbraio, alla serata degli Oscar 2020Parasite ha fatto la storia.

Il film del regista sudcoreano Bong Joon-ho è infatti il primo film non in lingua inglese a vincere il premio come miglior film.

Inoltre Parasite ha vinto altri tre premi Oscar oltre a quello più importante. Il film sudcoreano è stato premiato anche come miglior film internazionale. Un altro premio che si aggiunge agli altri è quello per la miglior sceneggiatura originale. Infine Bong Joon-ho si porta a casa la statuetta anche per la miglior regia.

Il thriller di Bong Joon-ho racconta la storia di una famiglia povera che vive nella Corea del Sud. Tuttavia, con una serie di inganni, questa famiglia riesce ad infiltrarsi nella vita di una famiglia molto ricca. Man mano che il film va avanti, chi guarda ha la sensazione di aver già capito come andrà a finire: niente di più sbagliato. Infatti, uno dei punti di forza di Parasite, oltre all’ottima regia e ad una strepitosa fotografia, sta proprio nell’abilità di spiazzare lo spettatore con colpi di scena che lasciano a bocca aperta.

Joaquin Phoenix, Brad Pitt e gli altri migliori attori

Il premio come miglior attore protagonista non poteva che andare a Joaquin Phoenix. Del resto la sua interpretazione del Joker è stata davvero sensazionale, e a dirla tutta non c’erano molti dubbi sulla vittoria di Phoenix. Dopo i ringraziamenti, l’attore ha voluto dedicare il premio a suo fratello River Phoenix, scomparso nel 1993.

La miglior attrice protagonista è stata invece Renée Zellweger. L’attrice si porta a casa la stauetta grazie alla fantastica interpretazione della cantante Judy Garland in Judy, il film sulla sua vita con la regia di Rupert Goold.

Il miglior attore non protagonista è stato invece Brad Pitt, grazie alla sua ottima interpretazione nell’ultimo film di Quentin Tarantino, C’era una volta a HollywoodNonostante la sua florida carriera, questa è la sua prima statuetta. Sul palco Brad Pitt ha fatto un discorso polemico nei confronti del presidente americano Donald Trump.

La statuetta per la miglior attrice non protagonista va invece a Laura Dern. La Dern ha recitato nel film Storia di un matrimonio, firmato Noah BaumbachL’attrice ha detto sul palco che tutto ciò che è lo deve ai suoi due “eroi”: mamma e papà.

Jojo Rabbit, C’era una volta a Hollywood e gli altri film premiati

Anche se Parasite ha vinto tutti gli Oscar “più importanti”, anche altri film si sono tolti qualche soddisfazione.

C’era una volta a Hollywood porta a casa la statuetta per la miglior scenografia.

Le Mans ’66 – la grande sfida di James Mangold ha vinto due premi: miglior montaggio e miglior montaggio sonoro.

Ha fatto ancora meglio 1917 di Sam Mendes, il quale ha vinto ben tre Oscar. Il film ha vinto i premi per il miglior sonoromigliori effetti specialimiglior fotografia.

Un premio anche per la brillante commedia sul nazismo firmata da Taika WaititiJojo Rabbit. Il film si è aggiudicato l’Oscar per la miglior sceneggiatura non originale.

migliori costumi sono quelli di Piccole Donne di Greta Gerwig.

Il miglior cortometraggio è stato The Neighbors’ Window. Invece il miglior documentario è American Factory.

Il miglior film d’animazione è stato Toy Story 4, mentre il miglior corto d’animazione è stato Hair Love.

Miglior trucco e acconciatura  per Bombshell.

Infine miglior canzone per Rocketman di Elton John, mentre la miglior colonna sonora è stata del film Joker

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Vuoi ricevere Mam-e direttamente nella tua casella di posta? Iscriviti alla Newsletter, ti manderemo due mail al mese con il meglio del nostro Magazine e riceverai subito un regalo!

CLICCA QUI PER SAPERNE DI PIÙ!

Redazione MAM-E
Articoli dell'Autore / Redazione MAM-E

Rispondi

Your email address will not be published.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>