THE WALL: I PINK FLOYD LO PUBBLICAVANO 39 ANNI FA

THE WALL: I PINK FLOYD LO PUBBLICAVANO 39 ANNI FA

L’undicesimo disco dei Pink Floyd, The Wall, veniva pubblicato il 30 novembre 1979.

Uno straordinario successo

Era il 30 novembre 1979 quando i Pink Floyd pubblicavano The Wall, undicesimo disco in studio. Un mese dopo, l’album aveva già venduto mezzo milione di copie, diventando il più venduto del 1980 negli Stati Uniti. E cosa dire dei numerosi dischi d’oro e di platino conquistati? Un successo straordinario, ancora oggi ricordato dai fan e da tutti i critici musicali come uno degli eventi più prodigiosi mai avvenuti.

Il tour che seguì, poi, fu spettacolare. Un trionfo di effetti scenici straordinari, una serie di concerti che sono entrati nella storia della musica come qualcosa di indimenticabile.

La storia di Pink

The Wall non è solo l’undicesimo disco del famoso gruppo Pink Floyd. È, infatti, un concept album composto da ben 26 brani, i quali raccontano la storia della rockstar Pink. La vita di questo personaggio è circondata da muri, rappresentati dai vari traumi affrontati. Da qui il titolo dell’album, The Wall, simbolo di ostacolo, immobilità, incapacità di evolversi. Per come è rappresentato, Pink potrebbe essere l’alter ego di Roger Waters, uno dei membri della band.

Una nuova formazione

Questo disco è importante anche per un altro motivo. Waters licenziò il tastierista Richard Wright perché quest’ultimo aveva partecipato tardivamente alla registrazione dell’album. L’assenza di Wright, infatti, viene sostituita con un’orchestra diretta da Michael Kamen.

Inoltre, è evidente la mutazione avvenuta nella sonorità del gruppo. The Wall, dopotutto, è molto lontano da altri dischi dei Pink Floyd, fattore che portò alcuni fan a prendere le distanze. Violenti scoppi d’ira e dolci e tristi ballate: tra queste atmosfere si alterna il sound dell’undicesimo album della band.

Da disco a film

Due anni dopo l’uscita del disco, Alan Parker diresse un film intitolato Pink Floyd The Wall. L’attore protagonista è Bob Geldof, a quell’epoca leader sconosciuto dei The Boomtown Rats. La pellicola venne quindi presentata il 22 maggio 1982, in occasione del 35° festival di Cannes. Un’opera caratterizzata da una profonda violenza psicologica, con sequenze impressionanti e crude – per esempio, le scene dei bambini gettati nel tritacarne.

[sibwp_form id=

Vuoi ricevere Mam-e direttamente nella tua casella di posta? Iscriviti alla Newsletter, ti manderemo due mail al mese con il meglio del nostro Magazine e riceverai subito un regalo!

CLICCA QUI PER SAPERNE DI PIÙ!

Denise Lo Coco
Meet the author / Denise Lo Coco

Leave a Reply

Your email address will not be published.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>