, , ,

SIGUR ROS E SOUND BATH. LA MUSICA CHE FA BENE

SIGUR ROS E SOUND BATH. LA MUSICA CHE FA BENE
La novità che intrattiene e fa stare bene

Quella del Sound Bath è una sensazionale innovazione avviata dalla band islandese dei Sigur Ros. Muove, infatti, i suoi primi passi su un terreno ibrido come quello dell’ arte, tecnologia, musica, ed equilibrio psicofisico.
Si può affermare che i Sigur Ros aprono così la strada verso un nuovo modo di fare musica. Si lanciano in sperimentazioni coinvolgenti, sfociando in un’esplicita ricerca di benessere interiore. Hanno unito il loro progetto musicale Limen, una playlist digitale infinita, disponibile su Spotify  , alla rivoluzionaria pratica del Sound Bath.

Sigur Ros con limen in sound bath
l’ultima frontiera dell’esperienza musicale, il sound bath dei Sigur Ros con Limen
L’ultima performance a Los Angeles

L’ultimo evento, tenutosi il 1 febbraio 2019, presso il Museo Nazionale di Storia Naturale di Los Angeles, lascia pensare ad un campo di ricerca, acustico-sensoriale, a dir poco pionieristico.
Di fatto cancellano il confine tra installazione artistica, evento esperienziale, concerto dal vivo e meditazione. La risposta del pubblico è numerosa e profondamente coinvolta. Infatti, moltissimi convengono su come questo nuovo approccio possa piacevolmente disancorare dai soliti canoni percettivi.

Come si svolge un Sound Bath

Ma cerchiamo di capire come si tiene il Sound Bath organizzato dai Sigur Ros. Un ruolo fondamentale è affidato alla location e all’atmosfera spesso rarefatta, densa di fumo di incenso. Si è circondati da diorami e proiezioni di frattali che richiamano suggestioni eteree ed ipnotiche. Coloro i quali prendono parte all’evento sono invitati a distendersi su un tappetino. I corpi, allungati sul pavimento, vibrano seguendo i crescendo musicali. Durante le sessioni si fanno suonare degli strumenti tra i più disparati, con l’intenzione di smuovere una sorta di guarigione interiore. Nella performance pubblica e condivisa, la band usa il canale delle onde sonore, per accedere ad un interiorità personalissima e privata, accentuando la portata meditativa dell’evento.

sound bath limen sigur ros
il sound bath dei Sigur Ros con Limen
Gli inizi della band islandese con il Sound Bath

La band islandese, alcuni anni fa, comincia la prima sperimentazione simile, con un tentativo improvvisato ma ben riuscito, presso la NeueHouse di Hollywood.
Successivamente si è quindi riesibita in una sede più vibrante, quale il celebre laboratorio urbano, Arcosanti. In seguito, è passata anche dall’ambito palco del festival spagnolo, PrimaveraSound.

In effetti, nessuno piu di loro poteva ambire a un tale obbietivo.
La band proveniente dalla terra del ghiaccio e del fuoco, riesce a fondere due sfere altrettanto antitetiche come quelle delle esibizioni di musica live e del carattere meditativo.

L’ultima tendenza della ricerca del benessere

Oggi, sempre più spesso, il binomio tecnologia e benessere, insegue una serie di traguardi e offre una gamma di soluzioni mai sperimentate prima.
Dunque una nuova declinazione del prendersi cura di se, con il contributo di una band di spessore come i Sigur Ros , è proprio il Sound Bath.
Un’evocativa sessione strumentale, per un pubblico, disteso sulla schiena, ricettivo a vibrazioni acustiche, ammalianti e liberatrici.
Tuttavia, oltre allo spettacolo che si viene a creare, si innesca un energia unica attraverso le onde soniche ed ognuno finisce per avere un diverso impatto dell’esperienza.
Anche se la reputazione del rituale è sicuramente distante da una certo purismo del rock ‘n’ roll, i risvolti sia esperienziali che di pubblico sono molto interessanti.

Non rimane che provarlo!

Vuoi ricevere Mam-e direttamente nella tua casella di posta? Iscriviti alla Newsletter, ti manderemo due mail al mese con il meglio del nostro Magazine e riceverai subito un regalo!

CLICCA QUI PER SAPERNE DI PIÙ!

Silvana Petrelli
Articoli dell'Autore / Silvana Petrelli

Rispondi

Your email address will not be published.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>