,

RITA PAVONE SANREMO 2020: POLEMICHE SUI SOCIAL

RITA PAVONE SANREMO 2020: POLEMICHE SUI SOCIAL

Rita Pavone a Sanremo 2020

Sono ormai noti a tutti i nomi dei 24 partecipanti alla 70esima edizione del Festival di Sanremo. Il Festival quest’anno propone una grande varietà di artisti, dai rapper del momento come Junior Cally fino a vecchie conoscenze della musica italiana come Rita Pavone a Sanremo 2020. La cantante di 74 anni (ma ancora piena di energia) porterà il brano Niente (Resilienza ’74) dopo 48 anni dalla sua ultima esibizione sul palco dell’Ariston. Proprio la partecipazione a Sanremo di Rita Pavone ha però dato vita a una valanga di polemiche sui social.

rita pavone sanremo
Rita Pavone da giovane

Le critiche a Rita Pavone e a Sanremo 2020

Gran parte delle polemiche derivano dalle uscite “sovraniste” della Pavone degli ultimi anni. Infatti nel 2018 i Pearl Jam avevano concluso il loro concerto a Roma con la dedica di Imagine di John Lennon ai migranti e dicendo di aprire i porti. La Pavone gli aveva subito scritto di farsi gli affari loro e i Pear Jam avevano risposto “chi ca**o è Rita Pavone?”. E ancora, la cantante aveva insultato Greta Thunberg dicendo che sembrava il personaggio di un film horror. Inoltre l’artista aveva ritwittato un utente che si chiedeva come mai il giorno dell’attentato a Barcellona del 2017 non ci fossero “vucumprà” sul luogo della tragedia. Insomma, negli ultimi tempi Rita Pavone non ha avuto uscite molto felici sui social.

rita pavone sanremo
Rita Pavone oggi

Per questo motivo in questi giorni stanno arrivando un sacco di critiche proprio via social. Molti la accusano di essere razzista e sovranista. Tanti si stanno anche lamentando della Rai, che dopo aver escluso la scrittrice e giornalista di orgini palestinesi Rula Jebreal dal festival (per polemiche non molto chiare dei sovranisti) ora invita Rita Pavone.

rula jebreal
Rula Jebreal

Ma non finisce qui: molti stanno criticando la Pavone anche per l’età. Alcuni utenti hanno fatto ironia scrivendo che il festival sarà visibile in bianco e nero. Altri hanno fatto un paragone tra la cantante e la befana. Altri ancora hanno detto che Sanremo è un programma solo per over 50.

Non solo critiche

Tuttavia non manca ovviamente chi la difende. La presenza di Rita Pavone a Sanremo rende infatti felici personaggi come Malgioglio e Fiordaliso. In particolare Fiordaliso ha sottolineato il fatto che il festival non deve essere un evento in cui si parla di politica, bensì un evento musicale. In effetti nel campo musicale Rita Pavone può vantare una grande carriera: è stata al mitico Ed Sullivan Show, ha venduto milioni di dischi ed è in generale un’icona della musica italiana di una volta.

Infine tra i difensori dell’artista c’è anche Matteo Salvini. Il leader della Lega ha infatti schernito la sinistra dicendo che hanno trovato un nuovo nemico: Rita Pavone. Inoltre Salvini ha detto che ci sono cose molto più importanti che far polemica su Sanremo.

Matteo Salvini
Matteo Salvini

Rita Pavone risponde agli haters

Rita Pavone andrà comunque a Sanremo. E non solo, non è minimamente preoccupata per tutte le accuse che le stanno arrivando. La Pavone infatti, citando Charlie Chaplin, ha detto che non bisogna preoccuparsi della propria reputazione, bensì della popria coscienza, perché la reputazione è ciò che gli altri pensano di te, mentre la coscienza è chi sei davvero.

Inoltre la cantante si è detta piena di grinta ed energia e non vede l’ora di farsi valere sul palco. Ha anche detto di essere diventata vecchia ma che in realtà lei, o meglio la sua voce, non se n’è nemmeno accorta.

Comunque vada, anche quest’anno Sanremo purtroppo solleva mille polemiche, proprio come per la vittoria di Mahmood nell’ultima edizione. Speriamo però che tutto questo polverone non distolga l’attenzione da ciò che davvero conta al festival: la musica.

 

Vuoi ricevere Mam-e direttamente nella tua casella di posta? Iscriviti alla Newsletter, ti manderemo due mail al mese con il meglio del nostro Magazine e riceverai subito un regalo!

CLICCA QUI PER SAPERNE DI PIÙ!

Redazione MAM-E
Articoli dell'Autore / Redazione MAM-E

Rispondi

Your email address will not be published.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>