Nell’appartamento di Morgan

Nell’appartamento di Morgan

I filmati della presentazione live del primo album solista di Morgan leader dei Bluvertigo. Parole e musica per raccontare «un disco influenzato dall’ambiente»

«Prendi un appartamento in affitto, ci metti dentro una famiglia e un pianoforte e scrivi un disco che parla di quello che stai vivendo». L’idea alla base di Canzoni dell’appartamento, il primo album solista di Morgan (foto) è molto semplice: «ho voluto creare – spiega il leader dei Bluvertigo, inframmezzando le parole con diverse canzoni eseguite al pianoforte – un disco influenzato dall’ambiente.

musica organica

Per descriverlo potrei proporre la definizione di musica organica, prendendo la definizione in prestito da quell’architettura che impone l’uso dei materiali e delle forme che in natura si trovano nel luogo in cui si vuol costruire. È un disco influenzato dai suoni più comuni, anche da quello del tram che passa o degli uccellini, che ci sono anche a Milano». La storia del primo album di Morgan inizia con il trasferimento, suo e della sua famiglia (Asia Argento e la piccola Anna-Lou), in un appartamento in via Sismondi 3, nel quartiere milanese di Città Studi.

canzoni dell’appartamento

«Ormai ho lasciato quella casa – spiega – nella quale ho registrato il disco, preferendola a una classica sala d’incisione». In origine Canzoni dell’appartamento sarebbe dovuto essere un disco di cover. Dell’originale progetto sono rimaste soltanto una versione italiana di If dei Pink Floyd e la rilettura di Non arrossire di Giorgio Gaber. «Ho pensato: è meglio se scrivo io dei brani originali e fingo di farne delle cover».

Ecco allora che canzoni come Arrivederci di Umberto Bindi restano fuori dalla scaletta, in cui entrano invece brani originali come Heaven In My Cocktail, ispirata al racconto che Paul McCartney fece di una sua esperienza lisergica, o The Baby, che racconta il mondo dal punto di vista di una neonata.

i bluvertigo

E i Bluvertigo? «Il mio album solista non implica lo scioglimento della band – assicura – con loro ho esplorato i territori del rock, mentre da solista cercherò sempre più una corrispondenza tra la mia musica e la mia età anagrafica. Con i Bluvertigo saremo sempre più una boy band – scherza – mentre io cercherò di fare una musica più adatta all’attempato signore che spero di diventare». Guarda i video con le canzoni e le parole di Morgan Non arrossire (live) – –  I motivi per inserire in scaletta la canzone di Giorgio Gaber – 56k – Adsl Canzoni dell’appartamento, un concept-album? —  Altrove (live) -Adsl Le ragioni delle piogge (live) – 56k – Arrivederci (live)

15 Ottobre 2000

Vuoi ricevere Mam-e direttamente nella tua casella di posta? Iscriviti alla Newsletter, ti manderemo due mail al mese con il meglio del nostro Magazine e riceverai subito un regalo!

CLICCA QUI PER SAPERNE DI PIÙ!

Alessandro Dalai
Articoli dell'Autore / Alessandro Dalai