Musica

Il nuovo album di Daniele Silvestri, “Acrobati”

Daniele Silvestri, “Acrobati”.Anticipato dal singolo QUALI ALIBI, il nuovo album di Daniele Silvestri, prodotto da Sonynasce da un telefonino pieno di appunti

 

Daniele Silvestri, “Acrobati”. Anticipato dal singolo QUALI ALIBI, il nuovo album di Daniele Silvestri, prodotto da Sonynasce da un telefonino pieno di appunti; sono per lo più registrazioni istantanee di idee musicali per chitarra e voce, riff catturati in diretta e armonie suonate al piano, scritte sull’onda dell’entusiasmo ritrovato grazie al tour del trio Fabi-Silvestri-Gazzè, uno degli eventi in musica del 2014/2015. Perché questi appunti germogliassero era però necessario un incontro, come quello avvenuto nella primavera del 2015, tra Daniele e un gruppo di musicisti con cui non si era mai confrontato, perfetti quindi per sperimentare qualcosa che non aveva mai provato: chiudersi per alcuni giorni in uno studio di registrazione e, partendo dalle idee chiuse in quel telefonino, semplicemente suonare.

presso lo studio POSADA NEGRO, di proprietà di Roy Paci

Esattamente quanto è successo a Lecce, presso lo studio POSADA NEGRO, di proprietà di Roy Paci, quando Daniele e quattro musicisti del calibro di Daniele Fiaschi (chitarre), Duilio Galioto (tastiere), Fabio Rondanini (batteria) e Gabriele Lazzarotti (basso), affiancati da un ingegnere del suono di provata fiducia come Daniele “Il Mafio” Tortora, hanno incrociato gli strumenti per tre giorni trasformando quegli appunti in canzoni e fissando le coordinate per quello che, a tutti gli effetti, era già il nuovo album di Daniele Silvestri.

Daniele Silvestri, “Acrobati” A quel primo gruppo di musicisti,

A quel primo gruppo di musicisti, una volta tornati a Roma, se ne sono poi aggiunti altri, alcuni come Piero Monterisi alla batteria e Gianluca Misiti alle tastiere già di casa, o già ampiamente sperimentati, come Rodrigo D’Erasmo (violino), Adriano Viterbini (chitarra), Jose Ramon Caraballo Armas (percussioni) e Simone Prattico (batteria), e poi altri ancora, straordinari arrangiatori e musicisti come Enrico Gabrielli, lo stesso Roy Paci e Mauro Ottolini (fiati), Sebastiano De Gennaro (percussioni). A completare la squadra e il disco sono poi arrivati i featuring ispirati di Caparezza, Dellera, Diodato, Funky Pushertz e Diego Mancino.

 

Il risultato di questo lavoro è disponibile da pochi giorni, e si intitola ACROBATI, un album che cammina lungo il filo di diciotto canzoni tenendosi ben dritto sul crinale che separa equilibrio e fantasia.In questo scenario l’acrobazia è il gesto necessario: il precariato è acrobatico, la voglia di cambiare è acrobatica, credere nell’amore è acrobatico, avere una visione è acrobatico; e la creatività – come dice Philippe Petit, il funambolo visionario di “Man on wire” – è il crimine perfetto.

 

Tutta la lavorazione dell’album è raccontata dallo stesso Daniele nel “diario di bordo” del nuovo sito web LA VOCE DEL MEGAFONO (www.danielesilvestri.it): un sito-giornale che riprende in tutto e per tutto la struttura di un quotidiano e nel quale trovano spazio, oltre a tutte le informazioni relative all’attività di Daniele, contributi esterni di varia natura.

Vuoi ricevere Mam-e direttamente nella tua casella di posta? Iscriviti alla Newsletter, ti manderemo due mail al mese con il meglio del nostro Magazine e riceverai subito un regalo!

CLICCA QUI PER SAPERNE DI PIÙ!