malcolm & marie zendaya 2021
Cinema,  Spettacolo

Malcolm & Marie: il film del 2021 con Zendaya girato in lockdown

Arriva su Netflix oggi 5 febbraio il dramma sentimentale in bianco e nero

Si intitola Malcolm & Marie la nuova pellicola in arrivo oggi, 5 febbraio 2021 sulla piattaforma streaming. I protagonisti sono solo due, Zendaya e John David Washington, alle prese con una storia carica di parole non dette. E qualcuno sente già odore di premio Oscar.

Malcolm & Marie: il primo film del 2021 per Zendaya

Gli ultimi undici mesi non sono stati particolarmente buoni per il cinema, con la chiusura forzata per parecchio tempo e nessuna riapertura all’orizzonte. Discorso diametralmente opposto per quanto riguarda invece l’home cinema. I colossi dello streaming hanno sicuramente visto incrementare i propri abbonati. Disney +, Prime Video, persino RaiPlay. Ma, più di tutti, Netflix. E anche il nuovo anno si apre in grande per la piattaforma americana che conta quasi 200 milioni di abbonati in tutto il mondo. Dopo le nuove uscite di gennaio 2021, di cui vi avevamo parlato in questo articolo, Netflix si prepara a distribuire, oggi 5 febbraio, Malcolm & Marie. Per iniziare a scoprire di cosa si tratta, date un’occhiata al trailer in lingua originale, rilasciato qualche settimana fa, e che ha già superato 92mila visualizzazioni.

Come si vede dalle immagini, si tratta di un film in bianco e nero che vede sulla scena sempre e solo due personaggi, appunto Malcolm e Marie. La trama si concentra sul regista e la giovane fidanzata, rientrati a casa una sera dopo l’anteprima di successo del film di lui. La coppia dovrebbe festeggiare: il pubblico e la critica si sono rivelati entusiasti alla premiere, si prevedono già grandi incassi. Ma invece, Malcolm e Marie si ritrovano ad affrontare cose mai dette, a rivelarsi l’un l’altra fatti che metteranno a dura prova il loro amore. Tutto, dopo che lei pronuncia una semplice frase: <<Non mi hai mai ringraziato>>. Come si concluderà la serata non ci è ancora dato saperlo. Ma le conseguenze delle verità taciute troppo a lungo sono sempre impreviste.

Una pellicola girata in 16 giorni in piena pandemia

Sono diverse le particolarità di Malcolm & Marie che meritano di essere notate. Anzitutto, il fatto che gli interpreti del film siano, come accennato precedentemente, soltanto due. Niente film corali, con decine di comparse e personaggi. Solo, se così si può dire, la dialettica di una coppia che risulta incredibilmente ordinaria. Con le tensioni, il risentimento e i demoni di un rapporto rimasti nascosti per tanto tempo.

Malcolm & Marie - i due protagonisti in una scena del film
Malcolm & Marie – i due protagonisti in una scena del film

Ad addossarsi l’incarico di tenere la scena per oltre 100 minuti sono due attori molto amati a Hollywood (e non solo): Zendaya e John David Washington. L’attore, un ex giocatore di football, lo abbiamo visto di recente in Tenet, ultimo capolavoro di Christopher Nolan. L’attrice di sicuro non ha bisogno di presentazioni. Euphoria è l’ultimo, forse il più grande dei suoi successi, quello che lo scorso anno le ha fatto vincere un Emmy, rendendola la più giovane ad aggiudicarsi la prestigiosa statuetta.

Proprio Euphoria ha in qualche modo un ruolo nella genesi di questa nuova pellicola. A metà marzo infatti, Sam Levinson, creatore e scrittore della serie, riceve la notizia dalla HBO che la seconda stagione di Euphoria è bloccata a causa del Covid. Pochi giorni dopo, una richiesta inaspettata: Zendaya gli chiede se è in grado di scrivere e dirigere un film nel pieno di una pandemia. In meno di una settimana lo script è pronto e porta la firma di Levinson, che ne assume anche la direzione. La protagonista c’è, una parte della troupe è quella della serie, manca qualcuno per il ruolo maschile. Ad essere scritturato è appunto Washington, e le riprese si svolgono in gran segreto in California, dal 17 giugno al 2 luglio. La location è Caterpillar House, gioiello architettonico in legno e vetro facente parte di un’unica proprietà di 33 acri.

I protocolli di sicurezza sono rigidissimi: due settimane di quarantena per tutti coloro che hanno lavorato al film prima di iniziare, continui tamponi, misurazione della temperatura a inizio e fine giornata, sanificazione degli ambienti e distanze sociali. Tutto senza mai lasciare la proprietà. Sembrava di stare un po’ a teatro, come ha rivelato la stessa Zendaya. Un unico ambiente, due soli personaggi, lo svolgimento della vicenda nell’arco di una sola notte. Il risultato non è semplicemente una storia d’amore hollywoodiana su una 35 millimetri, che mostra la volontà del settore cinematografico di ricominciare, nonostante le difficoltà.

È il racconto di una coppia i cui i silenzi quotidiani trovano una voce in maniera inaspettata. E, a trovare una nuova voce, potrebbe essere anche quest’industria, ripartendo proprio da esempi come Malcolm & Marie.

Autore: Chiara Anastasi

LEGGI ANCHE:

Oscar 2021: la cerimonia si terrà in presenza

Lucy: curiosità sul film in onda stasera sul canale 20

Cinque anni fa moriva Alan Rickman: i suoi 5 ruoli indimenticabili

Vuoi ricevere Mam-e direttamente nella tua casella di posta? Iscriviti alla Newsletter, ti manderemo due mail al mese con il meglio del nostro Magazine e riceverai subito un regalo!

CLICCA QUI PER SAPERNE DI PIÙ!

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *