, ,

IN E OUT TERZA SERATA SANREMO 2019

IN E OUT TERZA SERATA SANREMO 2019

Anche per la terza serata del Festival di #Sanremo2019 la lista di quello che ci è piaciuto e di quello che invece ci ha fatto storcere il naso.

Scaletta senza particolari colpi di scena per gli in e out della terza serata di Sanremo, in ogni caso, ci siamo impegnati per darvi tutto il meglio e il peggio del Festival più seguito dagli italiani.

IN

Mahmood

Questo ragazzo ci piace proprio, look meno intenso per questa terza serata, forse giacca troppo lunga, ma continuiamo a essere convinti che sappia come giocare con le tendenze.



Anna Tatangelo

Gli outfit della cantante campana sono sempre discretamente belli, nonostante non ci sia niente di rilevante da commentare: forse è vero che quando si è belle ci si può mettere tutto per fare bella figura? Non lo sappiamo, ma intanto ci godiamo la visuale delle gambe chilometriche sulle quali spicca il vestito in velluto verde monospalla.

Le giacche estrose

Viva gli uomini che si sanno distinguere senza essere ridicoli, viva le giacche di Claudio Bisio (anche stasera si affida ad Etro) e viva la giacca di Irama che, appunto, fa invidia anche a Claudio, come lui stesso ammette.

La stella Serena Rossi in Blumarine

Bellissimo e luminosissimo vestito con cristalli per Serena Rossi, la protagonista del film in uscita su Mia Martini, Io sono Mia. Ottima interpretazione di Almeno tu nell’universo, per giunta; uno dei brani più complessi della musica italiana. Insomma, bella, brava e con buon gusto.

OUT

Enrico Nigiotti: in e out Sanremo 2019

Non sappiamo a cosa sia dovuta la scelta di uno scollo così profondo con tanto di catena d’oro a vista, ma non è un bello spettacolo. Mancava un po’ di pelo a fare capolino per completare l’opera.

Non sono le piume, ma i maxi fiocchi

L’outfit di Alessandra amoroso è firmato Dolce e Gabbana: pantalone con tacco. Giacca corta con spalle di piume nere: un po’ Jon Snow, un po’ Gorilla nella foresta, ma l’Amoroso non essendo molto alta ci sta anche bene. Quello che convince poco sono i maxi fiocchi giganti argentati applicati sul busto. Sembrano staccati dall’albero di Natale. No.

Patty Pravo

Cambia il colore dell’abito, ma il succo è quello. Stasera bianco con applicazioni nere, è stata data una smorzata anche alle trasparenze del top sotto la giacca, meglio. Ma comunque non convince.

Gli abiti della Raffaele: in e out Sanremo 2019

Sembra che il destino di quest’anno sia non vedere la Raffaele con abiti colorati. Tuttavia dalla regia ci dicono che il primo abito non era bianco, bensì rosa pallido. Sarà, ma non basta la firma di Giambattista Valli a farla risplendere; l’abito non la esalta, come d’altronde nessuno degli abiti indossati fino ad ora, ad eccezione della breve apparizione del vestito principesco rosso.

Il secondo cambio: per quanto riguarda lo scoprire le belle gambe della Raffaele, eravamo d’accordo; ma le foglie nere di cristallo sul davanti sembravano i bottoni del vestito di Pulcinella. Va bene che siamo in periodo carnevalesco, ma no. Modello in organza con applicazioni in cristallo: Giambattista Valli.

Qualcuno dica a Motta che non siamo negli anni ’70

La prima sera il cantante si è presentato con una versione analoga della stessa camicia, stasera aggiunge una giacca: il risultato è lo stesso, un look vecchio, poco elegante e che non gli si addice nemmeno. Bocciato.

Basta Baglionate

Nessuno direbbe mai di non voler sentire una canzone di Baglioni, ma questo Festival si è trasformato in un lungo, interminabile, concerto di Baglioni, a più riprese. È quasi un’agonia ormai. Ogni volta che c’è un ospite è matematico che nel giro di cinquanta secondi apparirà Claudio Baglioni con una chitarra, o un pianoforte, per proporre di cantare. Almeno due pezzi per ogni serata li abbiamo ascoltati sempre fino a questa sera. Non vogliamo più il Baglioni solo show.

LEGGI ANCHE:

IN E OUT SECONDA SERATA SANREMO 2019

Vuoi ricevere Mam-e direttamente nella tua casella di posta? Iscriviti alla Newsletter, ti manderemo due mail al mese con il meglio del nostro Magazine e riceverai subito un regalo!

CLICCA QUI PER SAPERNE DI PIÙ!

Alessandro Dalai
Articoli dell'Autore / Alessandro Dalai

Rispondi

Your email address will not be published.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>