Cinema,  Spettacolo

EMMY AWARDS: I VINCITORI DEGLI OSCAR TV. TRIONFA GAME OF THRONES

Si è conclusa la cerimonia degli Emmy Awards 2016 al Microsoft Theatre di Hollywood con il trionfo di Game of Thrones

Nella notte degli Oscar del piccolo schermo, gli Emmy Awards, l’ambito premio per la miglior serie drammatica è stato conquistato da Game of Thrones, che ha ricevuto più preferenze di altri successi come Homeland, House of Cards, Mr. Robot, Downton Abbey, Better Call Saul e The Americans.

La serie fantasy nata dalla penna di George R.R. Martin ha polverizzato tutti i record: grazie alle 12 statuette conquistate ieri è diventata ufficialmente la serie televisiva più premiata di sempre, raggiungendo un totale di 38 premi conquistati nella storia degli Emmy. Oltre a quello come miglior serie drammatica, Game of Thrones si è aggiudicata, tra gli altri l’Emmy per la Miglior sceneggiatura drammatica e per la Miglior regia di serie drammatica (per la puntata diretta da Miguel Sabotchnik).

Le altre premiazioni

Sbanca Veep, che si è aggiudicata il premio come Miglior serie drammatica: la serie, nata nel 2012 ed arrivata in Italia nel 2014, è il racconto satirico dedicato alla quotidianità di una vicepresidente americana. Notte di grandeur anche per The People v OJ Simpson, la prima stagione della serie ‘America crime stories’, incentrata sul processo più seguito di sempre negli States, ha vinto cinque statuette, tra tutte quella come Miglior miniserie, Miglior attore e attrice protagonista di miniserie.

Sorpresa per Rami Malek, che ha ricevuto il premio come miglior attore protagonista per una serie drammatica, superando il favorito Kevin Spacey grazie all’interpretazione di Elliot Alderson, paranoico e asociale nerd in Mr Robot, mentre come migliore attrice nella stessa sezione ha prevalso Tatiana Maslany per la serie di fantascienza Orphan Black.

Ecco i principali riconoscimenti assegnati al Microsoft Theatre di Hollywood:

Miglior serie drammatica: Game of Thrones
Miglior serie commedia: Veep
Miglior attore non protagonista film, miniserie o speciale drammatico: Sterling K.Brown, The People vs O.J. Simpson
Miglior attore non protagonista serie commedia: Louie Anderson, Basket’s
Miglior sceneggiatura serie commedia: Alan Yang e Aziz Ansari, Matser of None
Film per la tv: Sherlock. The Abominable Bride
Miglior miniserie: The People v. O.J. Simpson
Miglior attore protagonista in una serie commedia: Jeffrey Tambor, Transparent
Miglior attrice protagonista in una serie commedia: Julia Louis-Dreyfus, Veep
Miglior attore protagonista in una miniserie: Courtney B. Vance, The People v. O.J. Simpson
Miglior attrice protagonista in una miniserie: Sarah Paulson, The People vs. O.J. Simpson
Miglior attore non protagonista in una serie commedia: Louie Anderson, Baskets
Miglior attrice non protagonista in una serie commedia: Kate McKinnon, SNL
Miglior attrice non protagonista in una miniserie: Regina King as Terri LaCroix on American Crime
Miglior attore protagonista in una serie drammatica: Rami Malek, Mr. Robot
Miglior attrice protagonista in una serie drammatica: Tatiana Maslany, Orphan Black
Miglior attrice non protagonista in una serie drammatica: Ben Mendelsohn, Bloodline
Miglior attore non protagonista in una serie drammatica: Maggie Smith, Downton Abbey

Vuoi ricevere Mam-e direttamente nella tua casella di posta? Iscriviti alla Newsletter, ti manderemo due mail al mese con il meglio del nostro Magazine e riceverai subito un regalo!

CLICCA QUI PER SAPERNE DI PIÙ!