Musica,  Spettacolo

É MORTO GEORGE MICHAEL

Ci lascia anche George Michael: la pop star aveva 53 anni. Le causa della morte e i primi commenti degli amici e colleghi

George Michael se n’è andato il giorno di Natale, come successo a tante altre star, da James Brown a Charlie Chaplin; lo stesso giorno in cui la sua canzone più celebre, “Last Christmas”, è stata ascoltata da migliaia di famiglie in tutto il mondo in occasione della tradizionale giornata di festa. L’ex star degli Wham! è morto d’infarto, nella sua casa inglese, e se n’è andato “pacificamente” per un infarto, secondo il manager Michael Lippman, mentre la polizia ha confermato che non ci sarebbero circostanze sospette intorno al suo decesso. Questo il commosso comunicato rilasciato dalla sua famiglia: “Con grande tristezza comunichiamo che il nostro amato figlio, fratello e amico George è scomparso in pace a casa sua. Chiediamo che venga rispettata la nostra privacy in questo momento difficile. Non lasceremo ulteriori commenti”.

La vita e i successi

Michael, nato Georgios Kyriacos Panayiotou, ha venduto nella sua vita più di 100 milioni di dischi nel corso di più di trent’anni di carriera. Ha raggiunti la celebrità con gli Wham! (noti sopratutto per i brani “Last Christman” e “Club Tropicana“) e si è distinto da solista a partire dal 1987 con l’uscita dell’album “Faith“, che contiene alcuni dei suoi brani più celebri come “I Want Your Sex”, “Faith”, “One More Try” e “Father Figure”. Nel corso degli ultimi anni il cantante è finito sulle prime pagine dei tabloid per i suoi eccessi e la sua vita sregolata: nel 2006 è stato processato per aver guidato sotto l’effetto di droghe, due anni più tardi è stato scoperto possedere crack e cocaina. Nel 2010 ha ricevuto una sentenza per 8 settimane di prigione di seguito a un incidente stradale: nell’occasione il cantante ammise di aver guidato sotto l’influenza dei droghe.

Elton John ha commentato così la scomparsa dell’amico e collega su Instagram: “sono profondamente schockato. Ho perso il mio amato amico, la persona più gentile e generosa, un artista brillante. I miei pensieri vanno  alla sua famiglia e a tutti i suoi fan”. “Ho appena ricevuto la notizia” ha comunicato Brian May, che ha suonato con Michael in occasione del concerto tributo a Freddie Mercury nel 1992, “Non ho parole. Quest’anno si è presto crudelmente con sé tanti personaggi straordinari, troppo presto. E George? Quel ragazzo gentile? Quel grande talento? Non posso neanche realizzarlo. RIP George. Canta con Freddie. E con gli angeli”.

Vuoi ricevere Mam-e direttamente nella tua casella di posta? Iscriviti alla Newsletter, ti manderemo due mail al mese con il meglio del nostro Magazine e riceverai subito un regalo!

CLICCA QUI PER SAPERNE DI PIÙ!