Cinema,  Spettacolo

DA VENEZIA A TUTT’ITALIA: L’USCITA DEI FILM DEL FESTIVAL NELLE SALE

Finita la febbre del Festival di Venezia, i vincenti e gli esclusi avranno una nuova possibilità approdando al pubblico più ampio delle sale italiane. Ecco i film presentati alla Biennale e prossimamente nei cinema

Le opere presentate e premiate al 73° Festival di Venezia, conclusosi con il Leone d’Oro assegnato al lungo e discusso film di Lav Diaz, usciranno presto sugli schermi cinematografici. Un’edizione passata per elitaria, ma difesa strenuamente dal direttore della manifestazione Alberto Barbera, che si è schierato a favore del cinema d’autore e delle scelte della giuria capitanata da Sam Mendes. In attesa che venga resa nota l’uscita nelle sale del del film che ha trionfato: ‘The Woman who left‘, è già possibile appuntarsi date e nomi, per programmare la propria full immersion ‘postuma’ al festival del cinema:

L’estate addosso, di Gabriele Muccino – dal 14 settembre: solo due giorni di attesa per gli amanti di Muccino e per i detrattori, ansiosi di giudicarlo per il suo ultimo lavoro. L’esito prevedibile è che il film non scontenterà nessuno, sarà goduto da chi ha apprezzato i film del regista italiano fino ad ora e snobbato da chi non l’ha mai amato. Al festival ha ricevuto una buona accoglienza. Questa volta Muccino porta in America, a San Francisco, la storia di un gruppo di maturandi: un ritratto nostalgico eppure maturo dei protagonisti sulla traccia dei suoi primi film di successo.

Questi giorni, di Giuseppe Piccioni – dal 15 settembre: il nuovo film del regista italiano – intriso del tocco intimista comune anche agli ultimi “Il rosso e il blu” e “Giulia non esce la sera” – è il racconto di formazione di quattro adolescenti che scoprono il valore della propria amicizia in un viaggio di fuga e di scoperta. Un film accolto tiepidamente a Venezia, per un regista che forse ha già detto tutto quello che poteva dire nelle sue opere precedenti.

Spira mirabilis, di Massimo D’Adinolfi e Martina Parenti – dal 22 settembre ecco uno dei vincitori, sebbene di un premio ‘minore’. Il documentario dedicato ai quattro elementi – che si è aggiudicato il ‘Green Drop Award’ ex aequo con ‘Voyage of Time’ di Malick – è l’ultimo frutto di un progetto creativo e intellettuale particolarmente fecondo di suggestioni e richiami artistici. Un’opera da non perdere.

I magnifici 7, di Antoine Fuqua dal 22 settembre: per il remake del classico western del 1960 – presentato a Venezia prima dell’anteprima mondiale di Toronto – e interpretato, tra gli altri, da Denzel Washington Ethan Hawke e Vincent d’Onofrio – si prevede un buon successo ai botteghini. Un perfetto film di genere, interpretato da attori inediti nel ruolo di “duri”.

Monte, di Amir Nadeli dal 29 settembre Il regista iraniano e la sua storia antica, quello di una famiglia di eremiti ‘forzati’ e lontani dalla civiltà. Il film, estremo anche per la troupe, che ha girato quattro settimane in alta quota, è stato premiato a Venezia con il Jaeger-LeCoultre Glory to the Filmmaker.

A partire da ottobre sarà distribuito nelle sale anche ‘Piuma’ di Roan Johnson (una commedia con al centro due adolescenti, vicina per tema e stile a ‘Juno‘), mentre dovremo attendere il 17 novembre per il Gran Premio alla Giuria  ‘Animali Notturni’ – con la splendida  Amy Adams – e addirittura il gennaio prossimo sia per il musical che ha permesso ad Emma Stone di aggiudicarsi la Coppa Volpi per la migliore interpretazione femminile, ‘La La Land’che per lo splendido ritratto ‘presidenziale’Jackie‘, interpretato da Natalie Portman.

Vuoi ricevere Mam-e direttamente nella tua casella di posta? Iscriviti alla Newsletter, ti manderemo due mail al mese con il meglio del nostro Magazine e riceverai subito un regalo!

CLICCA QUI PER SAPERNE DI PIÙ!