CORRADO GUZZANTI: IL RITORNO IN TV CON “DOV’È MARIO?”

CORRADO GUZZANTI: IL RITORNO IN TV CON “DOV’È MARIO?”

In onda da stasera alle 21 su Sky Atlantic la nuova serie televisiva di Corrado Guzzanti: una satira eroicomica sullo sdoppiamento di personalità, in bilico tra farsa e critica sociale.

Corrado Guzzanti è assente in tv dal 2012, anno in cui ha portato sullo schermo la figura di un semidio nordico nato a Roma, il buzzurro e insicuro detentore del “martello degli dei” Aniene. Il suo nuovo progetto, la serie di quattro episodi “Dov’è Mario?“, è iniziato bene ancora prima di esordire, grazie a un lancio promozionale di insolita creatività: un delirante editoriale pubblicato su La Repubblica firmato Mario Bambea (il protagonista della serie) e l’altrettanto fittizia pubblicità di un libro a nome dello stesso personaggio: Le salamandre e la formaggia – Pluralismo e pluralità delle sinistre dall’Olocene a Renzi, una terapia taumaturgica di gruppo, una parafrasi dell’uomo nell’oltrescimmia dellle istituzioni: titolo e sottotitolo che fanno il verso ai recenti libri di Vespa e ad una nota collana di approfondimento politico della casa editrice Chiarelettere.

Guzzanti non è assimilabile alla schiera di comici che occupano gli schermi, spesso gratuitamente: non ripropone su carta carbone la piatta parodia di personaggi reali, ma forgia personaggi unici, nati da un mondo sempre autonomo di idee. Mario Bambea è uno di questi: in tutta la sua logorrea (quasi un grammelot dell'”intellettualese”) tritura e mescola motti e concetti assurdi, nella totale incapacità di credersi ridicolo e nell’esserlo, ovviamente, moltissimo. Questo filosofo e polemista di 60 anni si sdoppierà in due personalità opposte in seguito ad un incidente stradale: da quel punto in poi la parte compunta ed austera di Bambea dovrà fare i conti con quella vitalista e volgare del comico Bizio, che prenderà sempre più spazio nella natura ormai definitivamente scissa del protagonista. Chi prevarrà tra i due?

Il programma di Guzzanti: sin dal titolo, ricorda molto da vicino la recente serie tv di un altro “capocomico” italiano: Maccio Capatonda, che nella seconda stagione del suo “Mario” ha raccontato un’altra storia di sdoppiamento alla Dr.Jekill e Mr.Hide: quella di un giornalista serio e professionale che lotta contro il suo alter ego edonista e cafone. Ad accomunare le due serie tv è probabilmente la stessa capacità di sguardo sulle contraddizioni e sulle apparenze di una società culturalmente scissa.

Dov’è Mario” è scritta dallo stesso Corrado Guzzanti con Mattia Torre e diretta Edoardo Gabbriellini. Gli altri personaggi della serie sono Evelina Meghnagi che interpreta la bizzarra infermiera Dragomira, Nicola Raganese nei panni dell’impresario Faglia, Emanuela Fanelli alle prese con il personaggio di Cinzia e Rosanna Gentili  come “Milly”, la moglie di Bambea.

Vuoi ricevere Mam-e direttamente nella tua casella di posta? Iscriviti alla Newsletter, ti manderemo due mail al mese con il meglio del nostro Magazine e riceverai subito un regalo!

CLICCA QUI PER SAPERNE DI PIÙ!

Alessandro Dalai
Articoli dell'Autore / Alessandro Dalai