Come un gatto in tangenziale
Cinema,  Spettacolo

COME UN GATTO IN TANGENZIALE, INCASSI RECORD

Il pubblico premia al botteghino Come un gatto in tangenziale, la commedia di Riccardo Milani uscita il 28 dicembre. Protagonista la strepitosa coppia Cortellesi-Albanese.

Questa la trama di Come un gatto in tangenziale, il film italiano più visto nel weekend di Capodanno:

Giovanni, intellettuale impegnato e profeta dell’integrazione sociale vive nel centro di Roma. Monica, ex cassiera, con l’integrazione ha a che fare tutti i giorni nella periferia dove vive. Non si sarebbero mai incontrati se i loro figli non avessero deciso di fidanzarsi. Sono le persone più diverse sulla faccia della terra, ma hanno un obiettivo in comune: la storia tra i loro figli deve finire. I due cominciano a frequentarsi e a entrare l’uno nel mondo dell’altro. Giovanni, abituato ai film nei cinema d’essai, si ritroverà a seguire sua figlia in una caotica multisala di periferia; Monica, abituata a passare le sue vacanze a Coccia di Morto finirà nella scicchissima Capalbio. Ma all’improvviso qualcosa tra loro cambia.  

Il film ha ottenuto la migliore media per copia (4581 euro secondo i dati Cinetel) e ha conquistato il primo posto assoluto al box office italiano l’ultimo giorno dell’anno con 558.923 euro.

I 435 mila spettatori che sono andati al cinema per vederlo hanno premiato quindi la bravura di Antonio Albanese e Paola Cortellesi, che hanno dato il massimo in questa classica commedia italiana.

La storia divertente unita ai temi trattati rende il film assolutamente godibile e allo stesso tempo interessante.

Il titolo, efficacissimo, si rifà a un’espressione usata a Roma e dintorni per parlare di un qualcosa o una situazione che probabilmente avrà una durata molto breve, come appunto la vita di un gatto che cammina in tangenziale.

La bravura degli attori quindi si associa al tema degli opposti che si incontrano, in cui la differenza di classe diventa il fulcro di una storia che è lo specchio di un paese. 

Tanti i commenti entusiastici. Tra questi quello del delegato di Vision Distribution Nicola Maccanico: “Il grande successo al box office del nostro ‘Gatto’ conferma la vitalità del cinema italiano quando riesce a intercettare temi contemporanei e a declinarli in forma originale. Il pubblico premia una commedia che sa far ridere senza mai essere superficiale nel raccontare le complesse interazioni tra mondi diversi in un’epoca digitale che facilita l’incontro tra opposti. Contemporaneamente Vision celebra un importante risultato per il quale vorrei ringraziare Mario Gianani, Lorenzo Mieli e Riccardo Milani. Hanno creduto in noi e nella nostra capacità di costruire un percorso vincente in sala.”

 

Vuoi ricevere Mam-e direttamente nella tua casella di posta? Iscriviti alla Newsletter, ti manderemo due mail al mese con il meglio del nostro Magazine e riceverai subito un regalo!

CLICCA QUI PER SAPERNE DI PIÙ!