,

CINQUE FILM PER LE FESTE

CINQUE FILM PER LE FESTE

 

Stanchi dello zapping alla continua ricerca di qualcosa di interessante da vedere in televisione?  nessun problema staccatevi dal divano e correte al cinema per immergervi in mondi nuovi.

Arrivato nelle sale poco prima di Natale è il film di fantascienza più atteso dagli appassionati del genere. Star Wars, il risveglio della forza, co-scritto e co-prodotto e diretto da J.J. Abrams, il creatore di Lost e regista di Star Trek, pare aver riscontrato il favore della critica e dei fans, puntando molto sulla nostalgia. Ambientato 30 anni dopo Il ritorno del Jedi con continui riferimenti non solo al primo episodio di George Lucas del 1977, ma all’intera saga, conduce in una galassia lontana, molto lontana.

Dopo il film biografico Lincoln, Steven Spielberg torna al cinema con Il Ponte delle Spie. Una pellicola, come nella precedente del 2012, il cui scopo principale sembra quello di esaltare la democrazia americana. Ambientato negli anni della Guerra Fredda fra Stati Uniti e Unione Sovietica vede una spia russa arrestata a New York. A proteggerlo un brillante avvocato, interpretato da Tom Hanks, paladino della giustizia, eroe di molte altre vittime. Una storia che scorre liscia merito anche della sceneggiatura, mano dei Fratelli Coen.

Ancora una crisi esistenziale per Woody Allen che dopo Blue Jasmine torna con Irrational Man. Il film presentato fuori concorso al Festival di Cannes ci riporta ancora una volta nella ossessione del regista, attore, comico newyorkese: il disagio del vivere. Musa dell’artista e del suo protagonista Abe Lucas, interpretato da Joaquin Phoenix, è Emma Stone, la rossa attrice statunitense. Una scelta non casuale per Woody Allen che ama stupire con i dubbi e presenze femminili di notevole bellezza.

Tratto dal romanzo Dejarse Llover, di Paula Farias è Perfect Day. Il primo film in lingua inglese scritto e diretto da Fernando León Aranoa, il regista spagnolo che anche con questa commedia punta sull’ironia e il divertimento per raccontare i drammi di quattro operatori umanitari impegnati nei Balcani nel 1995, a guerra appena finita.

Dolci ripieni di marmellata di fagioli rossi, sono i dorayaki. Tipici giapponesi che Sentaro vede nella sua panetteria, ad aiutarlo un’anziana signora. Qui fra zucchero e farina si mescolano anche racconti di cuori e ferite. Una storia, quella della pellicola Le ricette della Signora Toku, che conduce alla visione di un mondo da contemplare.

 

 

 

 

Vuoi ricevere Mam-e direttamente nella tua casella di posta? Iscriviti alla Newsletter, ti manderemo due mail al mese con il meglio del nostro Magazine e riceverai subito un regalo!

CLICCA QUI PER SAPERNE DI PIÙ!

redazione
Articoli dell'Autore / redazione