mame cinema WILL SMITH - I SUOI CINQUE RUOLI MIGLIORI evidenza
Cinema

WILL SMITH – I SUOI CINQUE RUOLI MIGLIORI

Tanti auguri a Will Smith, che oggi spegne ben 50 candeline. Festeggiamo questo importante compleanno ricordando i suoi cinque ruoli migliori.

1) Men in black (1997)

mame cinema WILL SMITH - I SUOI CINQUE RUOLI MIGLIORI men in black
Men in black

Storica interpretazione di Will Smith, quella dell’Agente J in Men in black. Affiancato da Tommy Lee Jones nel ruolo dell’Agente K, Smith si cala nei panni di un agente di polizia che scopre l’esistenza degli alieni. E, in più, pare che la Terra sia sul punto di venire distrutta. Toccherà quindi agli uomini in nero salvare l’umanità, attraverso tecnologie surreali e gag comiche.

Per il suo ruolo nel film, Smith ha vinto il premio alla Miglior canzone e al Miglior combattimento agli MTV Movie Award, oltre a una nomination alla miglior performance comica e alla miglior coppia con Tommy Lee Jones.

2) Alì (2001)

mame cinema WILL SMITH - I SUOI CINQUE RUOLI MIGLIORI alì
Alì

Diretto da Michael MannAlì (2001) ripercorre la storia di Muhammad Alì, ex campione del mondo dei pesi massimi. Nei panni del pugile c’è Will Smith, ovviamente. Il film si concentra in particolar modo sui dieci anni della vita di Muhammad dalla clamorosa e inaspettata conquista del titolo contro Sonny Liston, allo storico incontro The Rumble in the Jungle, disputato in Zaire contro George Foreman. In evidenza anche l’amicizia con Malcolm X, il famoso politico statunitense.

Nella pellicola viene rappresentato anche il momento in cui il pugile si rifiuta di arruolarsi nell’esercito. In più, si tratta anche la fase in cui l’ex campione decide di aderire alla religione islamica.

Per la sua interpretazione di Muhammad Alì, Smith ha ottenuto due nomination – rispettivamente agli Oscar e ai Golden Globe – come Migliore attore protagonista e Migliore attore in un film drammatico. E ha vinto il premio per la Migliore performance maschile agli MTV Movie Award.

3) La ricerca della felicità (2006)

mame cinema WILL SMITH - I SUOI CINQUE RUOLI MIGLIORI la ricerca della felicità
La ricerca della felicità

Diretto da Gabriele Muccino, La ricerca della felicità è ambientato nel 1981 e ha come protagonista un venditore di scanner, Chris Gardner (Will Smith). Ma gli affari non vanno bene e Chris fa sempre più fatica a garantire una stabilità economica alla moglie Linda (Thandie Newton) e al figlio (Jaden Smith). Un giorno, dopo aver conosciuto per caso un broker, Chris decide di cercare lavoro alla Dean Witter, sede di lavoro del broker.

Ma Linda, esasperata dalla vita misera che conduce con Chris, lascia il marito e va a lavorare in un’altra città, dove vive sua sorella. L’uomo rimane quindi da solo con il bambino e viene sfrattato da casa, essendo uno stagista alla Dean Witter e non ricevendo perciò alcuno stipendio. Tuttavia, quando tutto sembra destinato ad andare sempre peggio, Chris trova la determinazione e il coraggio di dare una svolta alla propria vita.

Per il suo ruolo nel film, Smith ha ricevuto una nomination agli Oscar come Miglior attore protagonista e ai Golden Globe come Miglior attore in un film drammatico.

4) Io sono leggenda (2007)

mame cinema WILL SMITH - I SUOI CINQUE RUOLI MIGLIORI io sono leggenda
Io sono leggenda

Come nel romanzo di Richard Matheson, nel film omonimo un dottore (Will Smith) cerca  il vaccino per debellare il virus che ha ucciso metà dell’umanità e trasformato l’altra metà in zombie. Anche se i mostri sono creati in digitale, il film di Francis Lawrence non manca di umanità e la landa urbana di New York  è spettacolarmente desolata, come e forse più di quella rappresentata nel disaster movie di J.J.Abrahms Cloverfield, che uscirà solo un anno dopo nei cinema.

Per il suo ruolo nel film, Smith ha vinto il premio per la Migliore performance maschile agli MTV Movie Award.

5) Zona d’ombra (2015)

mame cinema WILL SMITH - I SUOI CINQUE RUOLI MIGLIORI zona d'ombra
Zona d’ombra

In Zona d’ombra, Will Smith è il neuropatologo nigeriano Bennet Omalu, emigrato a Pittsburgh. Il suo modo di fare, ancora non adattato allo stile di vita americano, diverte molto i suoi colleghi. La svolta per la sua carriera arriva un giorno di settembre del 2002, in cui il Dr. Bennet si trova a dovere effettuare l’autopsia del corpo di Mike Webster. Quest’ultimo era una famosa star della NFL, che arrivato a cinquant’anni ha iniziato a lamentare forti emicranie e ha mostrato segni di squilibrio mentale. Ma il dottor Omalu scopre che la vittima non è semplicemente impazzita: c’è ben altro, infatti, dietro questo decesso.

Per la sua interpretazione, Smith ha ricevuto una nomination ai Golden Globe come Migliore attore in un film drammatico, una nomination ai Satellite Award al Migliore attore e una nomination agli MTV Movie Award per la Migliore performance maschile. Ha vinto inoltre il premio al Migliore attore dell’anno agli Hollywood Film Award.

Vuoi ricevere Mam-e direttamente nella tua casella di posta? Iscriviti alla Newsletter, ti manderemo due mail al mese con il meglio del nostro Magazine e riceverai subito un regalo!

CLICCA QUI PER SAPERNE DI PIÙ!