Bauli in Piazza
Attualità,  Spettacolo

Bauli in Piazza, oggi aperti cinema e teatri: e i live?

Bauli in Piazza, la manifestazione a Roma fra riaperture e riforma: che ne è dei concerti live?

È giunta al suo secondo atto, sabato 17 Aprile, Bauli in Piazza, la manifestazione inaugurata in Piazza del Duomo a Milano il 10 Ottobre 2020. Oltre 1500 lavoratori dello spettacolo hanno animato Piazza del Popolo a Roma, pacificamente nel pieno rispetto delle normative Covid, per chiedere l’attenzione del governo su un settore in crisi profonda. Fra le richieste avanzate, il sostegno ai lavoratori e una riforma sistemica. Oggi,  26 Aprile riaprono, oltre ai musei, anche teatri e sale da concerto, con capienza ridotta. Ancora stop ai grandi eventi e concerti live, di cui si attendono le riaperture.

 

Bauli in Piazza, il malumore di un settore

#IlGovernoNonCiVede. Con questo hashtag si apre il sito ufficiale di Bauli in Piazza, iniziativa di We Make Events Italia che sabato 17 Aprile è giunta alla sua seconda edizione. 1000 bauli hanno affollato Piazza del Popolo a Roma, con oltre 1500 persone presenti a manifestare pacificamente. Fra questi, operatori e lavoratori dello spettacolo di ogni ordine e grado, e molti volti noti, da Alessandra Amoroso a Diodato, Fiorella Mannoia ed Emma Marrone. L’evento di protesta, svoltosi nel rispetto del distanziamento imposto dalla situazione pandemica, arriva a 419 giorni dal 9 Marzo 2020, data in cui le attività culturali hanno subito un drammatico arresto, ad oggi ancora non sanato.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da #bauliinpiazza (@bauliinpiazza)

 Quali richieste da Bauli in Piazza?

Se il 10 Ottobre 2020, quando i bauli hanno invaso Piazza Duomo a Milano, le richieste vertevano sulle semplici riaperture, ad oggi lo spettro degli interventi invocati è decisamente più ampio e articolato. Questi i punti, resi pubblici sul sto:

  • sostegno ai lavoratori e alle imprese
  • riforma del settore
  • regole per la ripartenza
  • agenda del tavolo interministeriale

Dunque, ciò che si richiede al Governo è di mettere mano in tempi rapidi all’attuale normativa sul settore dello spettacolo, impostando una riforma con effetti sul lungo termine.

Dario Franceschini

Quale risposta dal governo?

Una risposta dalle istituzioni era già arrivata per voce di Dario Franceschini, che aveva dato il proprio sostegno alla manifestazione in Piazza del Popolo. Dopo un dialogo con il Comitato Tecnico-Scientifico, il ministro ha ottenuto che, da oggi, 26 Aprile, teatri, sale da concerto e cinema possano riaprire in zona gialla, seppur a capienza ridotta (50%). Rimane comunque il limite invalicabile di 500 spettatori al chiuso e di 1000 all’aperto, e resta fermo il coprifuoco alle 22, almeno fino a fine maggio.

Concerti live, quando si riparte?

Dunque, per ora tutto tace sui grandi eventi e concerti live, che rappresentano un punto focale per l’industria musicale. Tutti i concerti previsti per i prossimi mesi saranno verosimilmente annullati o rimandati a data da destinarsi. Alcuni artisti, fra cui Marracash, Zucchero e Tommaso Paradiso, hanno già rimandato i loro eventi direttamente al 2022, in attesa di una svolta nella lotta al Coronavirus. Altri, più ottimisti, come Elodie, Emis Killa e Jake la Furia, hanno posticipato al prossimo autunno, confidando in un proseguimento virtuoso della campagna vaccinale.

Ultimo in concerto live al Colosseo
Ultimo in concerto live al Colosseo

C’è poi chi si sta attrezzando per non far mancare ai propri fan l’emozione della propria musica. È il caso di Ultimo, che il 22 Aprile si è esibito live al Colosseo con Buongiorno Vita, il suo nuovo singolo. Le vendite dei biglietti per l’evento in streaming hanno infranto tutti i record per la categoria.

Leggi anche:

NETFLIX MAGGIO 2021: TUTTE LE NOVITÀ DEL CATALOGO TRA SERIE TV E FILM

CHI HA VINTO GLI OSCAR 2021? NOMADLAND, SOUL E MOLTI ALTRI

LOL AFTERSHOW, ARRIVA OGGI LA REUNION: QUANDO E DOVE VEDERLO

 

Se hai curiosità, consigli o vuoi saperne di più, contatta la nostra redazione: info@mam-e.it

Vuoi ricevere Mam-e direttamente nella tua casella di posta? Iscriviti alla Newsletter, ti manderemo due mail al mese con il meglio del nostro Magazine e riceverai subito un regalo!

CLICCA QUI PER SAPERNE DI PIÙ!

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *