cinema: adorabile nemica e gold la grande truffa il weekend al cinema
Cinema,  Spettacolo

ADORABILE NEMICA E GOLD-LA GRANDE TRUFFA: IL WEEKEND AL CINEMA

Nelle sale questo fine settimana lo splendido ritorno di Shirley MacLaine in coppia con Amanda Seyfried nella commedia ‘Adorabile Nemica’; un irriconoscibile e vorace MacConaughey in ‘Gold-La grande truffa’ e l’insolita coppia Morgan Freeman e Michael Caine diretta da Zach Braff

ADORABILE NEMICA: riecco la musa di Billy Wilder, Shirley MacLaine, riapparire sullo schermo a quassi ottant’anni e a tre dall’ultima prova cinematografica, Elsa & Fred di Michael Radford. Ed eccola interpretare proprio un personaggio sul ‘viale del tramonto’: Halliet Lauler, ex star della pubblicità ora in pensione che desidera leggere in anticipo il suo necrologio, ultimo atto di notorietà nell’era del gossip e del marketing vampiresco, e lascia che ad assolvere questo compito sia una giovane scrittrice. ‘Adorabile Nemica’ è una commedia sul ‘riscatto dalla misantropia’ che ne ricorda altre (su tutte  ‘Qualcosa è cambiato’ con Jack Nicholson) ma a dare un tocco unico al film è la presenza quasi leggendaria dell’attrice protagonista: il regista Mark Pellington distribuisce le foto della giovane MacLaine nella casa di Lauler come fossero reliquie da adorare, Lauler è spesso ripresa da sola in camera sua, persa nella sua distanza tra sé e il mondo, quasi preda di un momento di nostalgico voyeurismo da parte del regista. ‘Adorabile nemica’ diventa così un film godibile su due dimensioni: quella della vicenda narrata e del racconto sotteso legato alla star dolcemente – e naturalmente -decaduta.

GOLD-LA GRANDE TRUFFA: Matthew MacConaughey è Kenny Wells: un calvo, corpulento e sventato businessman alla ricerca dell’oro nella giungla indonesiana. Un percorso alla ricerca del ‘Far Est’, in compagnia di un altrettanto spiantato geologo che lo aiuterà nell’impresa. Il nostro eroe riuscirà a trovare la sua miniera d’oro, ma avrà poco tempo per l’euforia: è dopo il viaggio di ritorno che inizieranno i problemi. Un film epico e ispirato a una storia vera, che racconta un ‘sogno americano’ perfettamente adattato al clima del nuovo secolo: al posto dei cowboy di Sergio Leone troviamo uno squilibrato e rampante uomo d’affari, al posto del deserto primitivo dell’inesplorata California la giungla orientale, al posto dei ruoli ben delineati tipici dei western, il quasi schizofrenico Kenny e la sua sete di potere.

INSOSPETTABILI SOSPETTI: Zach Braff, ex star della serie tv Scrubs e principino del cinema indie americano, è alla terza vera e propria prova registica della sua vita, la prima in cui non appare come attore. Michael Caine, Morgan Freeman e Alan Arkin sono tre ‘vecchietti’ decisi a vendicarsi di una banca truffatrice decidono di derubarla, in un atto di salvifico ritorno all’azione e alla vivacità della gioventù. Il titolo è stupendo e autoironico (‘Andarsene con stile’) i tre grandi attori, abituati a ruoli seriosi, non prendono il ruolo sotto gamba, anzi approfittano dell’occasione comica per esprimere tra loro una sinergia artistica che è facile vedere espressa in ogni scena del film.

CODICE UNLOCKED – LONDRA SOTTO ATTACCO: buona spy-story diretta da un ottimo regista, Michael Apted (‘Le Cronache di Narnia’) e con un cast d’eccezione (Douglas, Malkovich, Bloom, Rapace.). Al centro la vicenda di una talentuosa agente CIA che lavora sotto mentite spoglie. Dovrà tornare la spietata professionista che era anni prima quando sarà nuovamente messa alla prova. Un thriller che ha al suo centro, finalmente, un personaggio femminile convincente.

SOLE CUORE AMORE: Daniele Vicari racconta un De Profundis italiano: la storia di una giovane barista alle prese con una vita monotona e stancante e la sua amica Vale, una ballerina. Nel deserto culturale ed economico dell’Italia contemporanea le prime vittime sono le donne, come sempre, qui combattive e unite da un rapporto d’affinità forte, distintivo, unico.

MONSTER TRUCKS: il giovane Tripp, per fuggire dalla monotonia, costruisce una sorta di gigantesco camion da rottami di altre macchine. Ma manca il motore. Quando lo troverà, il pickup prenderà, letteralmente vita. Un film più vicino almondo ‘Spielberg’ che a quello ‘Disney’, e che si fa apprezzare per la sua leggerezza.

 

Vuoi ricevere Mam-e direttamente nella tua casella di posta? Iscriviti alla Newsletter, ti manderemo due mail al mese con il meglio del nostro Magazine e riceverai subito un regalo!

CLICCA QUI PER SAPERNE DI PIÙ!