,

ADDIO A LINO TOFFOLO: SIMBOLO DEL CABARET MILANESE

ADDIO A LINO TOFFOLO: SIMBOLO DEL CABARET MILANESE

Figura storica del cabaret e del cinema, Lino Toffolo aveva 82 anni.

Ha trovato la notorietà con gli spettacoli al Derby di Milano nei primi anni ’60 in compagnia di Enzo Jannacci e Bruno Lauzi.

un artista pieno di talento


 Regista, attore e comico dalla simpatia contagiosa. Lino Toffolo è scomparso a Venezia per complicazioni cardiache in seguito ad un ricovero per la rottura di un polso.

La sua è stata una carriera variegata è baciata dal successo: il suo ingresso ufficiale nel mondo dello spettacolo avviene nel 1963 al Derby di Milano, grazie alla divertente caricatura del veneziano “alticcio”.

Toffolo cantante

Toffolo ha avuto successo anche come cantante nel 1976 con Johnny Bassotto, brano composto da Bruno Lauzi e Pippo Caruso: una canzone dedicata ai bambini e sigla del programma legato alla Lotteria Italia.

I suoi dischi continueranno ad uscire fino agli anni ’80, ma forse il ricordo più indimenticabile è la sua incursione del 1964 alla trasmissione Questo e Quello, quando ha cantato, in compagnia dei suoi vecchi amici e colleghi Giorgio Gaber, Enzo Jannacci, Silverio Pisu e Otello Profazio, una versione della canzone anarchica Addio a Lugano: un momento commovente e spontaneo come pochi nella televisione italiana di ieri e di oggi.

attore dei più grandi registi

Per Toffolo sessant’anni come attore per i più grandi registi italiani del dopoguerra: ha recitato per Fellini ne I vitelloni, per Monicelli in Brancaleone alle crociate, poi Salvatore Samperi, Dino Risi, Corbucci: la sua ultima presenza cinematografica, nel 2011, è nella commedia Un giorno in più di Massimo Venier,  tratta dal romanzo di successo di Fabio Volo.

Toffolo è stato molto attivo anche per la televisione: oltre ad essere stato autore di sigle TV, ha condotto varietà, programmi a quiz e partecipato, negli ultimi anni, a fiction in compagnia di Gigi Proietti (L’ultimo Papa re) e Lino Banfi (Scusate il disturbo Tutti i padri di Maria).

Vuoi ricevere Mam-e direttamente nella tua casella di posta? Iscriviti alla Newsletter, ti manderemo due mail al mese con il meglio del nostro Magazine e riceverai subito un regalo!

CLICCA QUI PER SAPERNE DI PIÙ!

Alessandro Dalai
Articoli dell'Autore / Alessandro Dalai