YARAVIRUS: UN NUOVO VIRUS MISTERIOSO DAL BRASILE

YARAVIRUS: UN NUOVO VIRUS MISTERIOSO DAL BRASILE

Yaravirus, il virus brasiliano che infetta le amebe

Cos’è lo Yaravirus, il nuovo virus che viene dal Brasile? Ne dà notizia l’undici di febbraio skytg24, ma per adesso il fenomeno è passato un po’ in sordina. E voi starete pensando un altro virus? Nessuna emergenza, parliamo solo di una scoperta scientifica. Vediamo di cosa si tratta.

Cos’è Yaravirus: il virus che viene dal Brasile

Prende il nome da Yara, una divinità delle acque della mitologia brasiliana, il virus che viene dal Brasile e sfida le attuali conoscenze dei microbiologi: Yaravirus brasilensis possiede infatti un corredo genomico che per il 90% non è riconducibile a quelli di virus simili catalogati finora. Quando gli scienziati hanno sequenziato il genoma dello “Yaravirus”, il processo per determinare la sequenza completa del DNA che costituisce un organismo, infatti, hanno scoperto che oltre il 90% di esso era formato da geni che non erano mai stati trovati prima.

Il virus brasiliano

Lo Yaravirus infetta le amebe.

Il virus è stato scoperto nel lago di Pampulha, un bacino artificiale nella città brasiliana di Belo Horizonte. Si tratta di un virus a DNA che conta quasi 45.000 coppie di basi (le “lettere”, di soli quattro tipi, che costituiscono l’alfabeto della vita). Tuttavia, diversamente da quanto si osserva con altre specie virali che infettano le amebe, le particelle di Yaravirus non hanno dimensioni particolarmente grandi, né un genoma complesso: in pratica, contengono geni che per la maggior parte non sono mai stati descritti prima.

virus brasile

Yara, il virus del Brasile: gli esperti

“Contrariamente a quanto osservato in altri virus dell’ameba già isolati, lo Yaravirus [… ] trasporta un numero importante di geni precedentemente non descritti”, scrivono i ricercatori. Il che sottolinea che la maggior parte dei virus noti condividono caratteristiche comuni, il che rende più facile raggrupparli.

Anche per questo motivo la comunità scientifica è perplessa e lo Yaravirus fa notizia. “È stato scoperto che un misterioso virus era quasi interamente composto da nuovi geni che non corrispondono a nessuno noto in precedenza”,  ha twittato Ayaz Najafov, ricercatore della Harvard Medical School.

Nulla di cui preoccuparsi dunque per ora. Nulla a che fare con il ben più noto Coronavirus (leggi anche Burioni sul Coronavirus), che invece continua ad essere sotto i riflettori (aggiornamenti qui).

Situazione Coronavirus

A tal proposito, da qualche giorno, su indicazione del Ministero, sono iniziati nei nostri areoporti i controlli medici tramite scanner termici. Non solo per i passeggeri provenienti da voli internazionali, ma anche da voli interni.

Allo Spallanzani di Roma, intanto, festeggiano la fine della quarantena i cittadini cinesi trattenuti a scopo preventivo.

Di oggi invece la notizia di Repubblica: 15mila nuovi casi registrati in Hubei. Il numero di morti, invece, sale a 1310 totali nella provicia di Wuhan. A determinare questi numeri, una diversa misurazione e modalità di conteggio.

La strategia distensiva del Presidente della Repubblica Sergio Mattarella intanto dà i suoi frutti. Xi Jinping si dice “commosso” dall’amicizia dell’Italia. “Le difficoltà sono temporanee, le amicizie imperiture”, ha commentato.

Vuoi ricevere Mam-e direttamente nella tua casella di posta? Iscriviti alla Newsletter, ti manderemo due mail al mese con il meglio del nostro Magazine e riceverai subito un regalo!

CLICCA QUI PER SAPERNE DI PIÙ!

Redazione MAM-E
Articoli dell'Autore / Redazione MAM-E

Rispondi

Your email address will not be published.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>