Scuola 2020 e Coronavirus: come cambia la scuola

Scuola 2020 e Coronavirus: come cambia la scuola

Da settembre si torna a scuola ma con tante novità

Le scuole italiane riapriranno dal 14 settembre. A confermarlo il premier Giuseppe Conte e la ministra dell’Istruzione, Lucia Azzolina.

Il Miur ha pubblicato le linee guida con le indicazioni del Comitato tecnico-scientifico per evitare una nuova diffusione del contagio.

Le regole da rispettare

Tante le novità alle quali i docenti, i ragazzi e tutto il personale scolastico si devono abituare con il rientro a scuola nel settembre 2020.

scuola 2020
Le regole a partire da settembre 2020

Innanzitutto è prevista l’assenza anche solo in presenza di un raffreddore. Nel testo vi è infatti scritto che “la precondizione per la presenza a scuola di studenti e di tutto il personale è: l’assenza di sintomatologia respiratoria o di temperatura corporea superiore a 37.5°C anche nei tre giorni precedenti; non essere stati in quarantena negli ultimi 14 giorni; non essere stati a contatto con persone positive negli ultimi 14 giorni“. Nel caso in cui il naso cominci a colare o si starnutisca mentre si è in classe, scatta invece immediatamente l’isolamento.

Continua ad essere ribadita l’importanza del distanziamento fisico di un metro tra gli studenti, un metro che dovrà essere misurato da bocca a bocca. Nel testo di legge infatti che “il distanziamento fisico (inteso come 1 metro fra le rime buccali degli alunni), rimane un punto di primaria importanza nelle azioni di prevenzione“. Le scuole dovranno quindi riorganizzare gli spazi. Non sarà previsto uno sdoppiamento delle classi ma dei turni differenziati a seconda della fascia di età.

Per quanto riguarda l’uso delle mascherine, il Comitato tecnico-scientifico valuterà il livello raggiunto dal contagio e deciderà se l’obbligo della mascherina potrà essere limitato agli spazi comuni ed eliminato in classe.

La scuola del 2020 per i più piccoli

Per i bambini al di sotto dei 6 anni la mascherina non è obbligatoria ma mantenere il distanziamento sociale tra gli alunni risulta ancora più difficile. Per questo potrà essere previsto per il personale l’utilizzo di ulteriori dispositivi (es. guanti in nitrile e dispositivi di protezione per occhi, viso e mucose) oltre la consueta mascherina chirurgica.

LEGGI ANCHE:

PREOCCUPANO I NUOVI FOCOLAI DI COVID-19 IN ITALIA

Vuoi ricevere Mam-e direttamente nella tua casella di posta? Iscriviti alla Newsletter, ti manderemo due mail al mese con il meglio del nostro Magazine e riceverai subito un regalo!

CLICCA QUI PER SAPERNE DI PIÙ!

Eleonora Reggia
Articoli dell'Autore / Eleonora Reggia

Rispondi

Your email address will not be published.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>