,

RINNOVAMENTO ALLA DIREZIONE DI REPUBBLICA: UN CAMBIO DI PASSO

RINNOVAMENTO ALLA DIREZIONE DI REPUBBLICA: UN CAMBIO DI PASSO

Il rilancio di Repubblica.

Rimbalza, ormai su tutti i canali di informazione, la notizia del rinnovamento di Repubblica , che debutta nelle edicole il 14 maggio.

Logo del quotidiano La Repubblica.

Il rilancio, sia grafico che contenutistico, è anche merito di un significativo cambio di Direzione.

Insomma, un cambio di passo, un cambio di tono, che mira a rimettere al centro dell’influenza informativa e politica il celebre quotidiano, ormai da tempo in difficoltà.

Carlo De Benedetti, gruppo Gedi.

Questo grande rinnovamento di Repubblica ha avuto inizio con l’inesorabile allontanamento dalla Direzione di Mario Calabresi , fortemente voluto da Elkann e De Benedetti , in conseguenza dei deludenti  risultati della testata negli ultimi tre anni.

Alla direzione ci sarà Carlo Verdelli

A succedergli c’è  Carlo Verdelli, una figura ben più spiccante nel panorama politico culturale italiano.

Carlo Verdelli alla direzione di Repubblica.

Quest’ultimo,  raccoglie una lunga eredità di expertise nell’editoria. Un vero e proprio cursus honorum di lungo corso, che lo ha visto lavorare per importanti realtà nel campo della comunicazione. Solo per citarne alcune, il Corriere della Sera (Sette), il gruppo CondèNast (rilancio di Vanity Fair). Per finire, l’ultimo avvistamento risale alla Direzione delle news, nella Rai di Campo Dall’Orto.

Verdelli, figura schierata e dai solidi principi e valori, è al timone proprio per rimettere Repubblica al centro della scena, caratterizzandola nuovamente con una forte identità, defilatasi notevolmente negli ultimi anni.

I cambiamenti all’orizzonte.

Come auspica il gruppo Gedi, che edita Repubblica, il cambiamento metterebbe il giornale al centro della scena informativa con un impatto dirompente.

Un primo strumento per questo obbiettivo è dato dalla rilevanza delle istanze trattate.

Infatti, come da tradizione del giornale, gli argomenti più pregnanti sono le cause civili, politiche, finanche Costituzionali.

Il nuovo stile di Repubblica.

Tutto ciò espresso attraverso la scelta di titoli forti, scelta comune a tutte le grandi testate giornalistiche internazionali.

In secondo luogo, invece, arriva la campagna pubblicitaria con cui questo rilancio di Repubblica è stato raccontato al pubblico.

Un nettissimo cambio di marcia a partire dagli slogan molto forti, che sottendono quasi intenzioni combattive.

Campagna Abbonamenti Repubblica 2019
La campagna abbonamenti di Repubblica 2019

Peraltro confermate anche dalle immagini pubblicitarie, allegate nelle slides inviate ai clienti.

Un’eredità autorevole per il rinnovamento di Repubblica.

Tuttavia le immagini e le titolazioni impattanti, ci danno la cifra di quali tappe, il quotidiano fondato da Eugenio Scalfari, si appresti a compiere.

Di certo, la cornice provvista dai nostri tempi, impone soluzioni editoriali, che il quotidiano Repubblica non può esimersi dall’adottare, se non vuol rischiare di essere spazzata via da una concorrenza aggressiva.

Vuoi ricevere Mam-e direttamente nella tua casella di posta? Iscriviti alla Newsletter, ti manderemo due mail al mese con il meglio del nostro Magazine e riceverai subito un regalo!

CLICCA QUI PER SAPERNE DI PIÙ!

Silvana Petrelli
Articoli dell'Autore / Silvana Petrelli

Rispondi

Your email address will not be published.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>