PASSEGGIATA SPAZIALE AL FEMMINILE

PASSEGGIATA SPAZIALE AL FEMMINILE

La Nasa punta sulle donne con la prima passeggiata spaziale al femminile

Il 29 marzo lo spazio si tinge di rosa grazie alla spacewalk tutta al femminile organizzata dalla Nasa. Nel mese delle donne questa iniziativa è un’occasione per celebrare le conquiste finora raggiunte.

LA SPACEWALK

È stata Kristen Facciol, controllore di volo dell’Agenzia Spaziale canadese, la prima a lanciare la notizia sul suo profilo Twitter:Ho appena scoperto che sarò in console per fornire supporto alla prima passeggiata nello spazio tutta al femminile con @AstroAnnimal e @Astro_Christina. Non posso contenere il mio entusiasmo!”.

Passeggiata spaziale al femminile
Il Tweet con cui Kristen Facciol annuncia l’evento

Il 29 marzo, infatti, verso mezzogiorno (ora italiana) avrà luogo la “Spedizione 59”. Le astronaute Anne McClain e Christina Koch lasceranno la Stazione Spaziale Internazionale (ISS) per svolgere alcune operazioni all’esterno del laboratorio orbitante. La passeggiata durerà circa sette ore, durante le quali le due donne fluttueranno a 400 km di distanza dalla Terra per operare la sostituzione di alcune batterie della Stazione, installate l’estate scorsa.

LE PROTAGONISTE

Le protagoniste di questa passeggiata spaziale al femminile sono Anne McClain e Christina Koch, entrambe del 1979 e selezionate dalla Nasa come astronaute nel gruppo 21 del 2013, composto per metà da donne.

passeggiata spaziale al femminile
Le due astronaute Anne McClain e Christina Koch

McClain si trova a bordo dell’ISS già dall’inizio di marzo e, proprio oggi, parteciperà ad un’altra spacewalk accompagnata dal collega Nick Hague. In un’intervista del 2015 ha dichiarato di aver sempre voluto fare l’astronauta, fin da quando aveva tre o quattro anni: “Non ho mai cambiato idea. C’era qualcosa nell’esplorazione che mi ha sempre affascianata fin da molto giovane“.

Christina, invece, ha raggiunto la Stazione Spaziale il 14 marzo. Dopo aver esplorato molti luoghi terresti come il Polo Sud e i ghiacci dell’Artico, questa è la sua prima spedizione spaziale. “È un’opportunità unica e spero di poter essere di ispirazione per chi ci guarderà” ha dichiarato approposito della spacewalk del 29.

L’EVENTO

Sono passati più di cinquant’anni dalla prima missione compiuta da una donna nello spazio. La sovietica Valentina Tereškova è stata infatti la prima donna a volare nello spazio con la missione Vostok 6 del 1963. Per la prima spacewalk femminile, però, si è dovuto aspettare fino al 1984, quando  Svetlana Savitskaya ha effettuato la prima passeggiata spaziale.

Il 29 marzo per la prima volta due donne usciranno nello spazio non accompagnate da colleghi uomini. Una missione tutta al femminile dove saranno le donne ad avere il pieno controllo. Sembra incredibile che si sia dovuto aspettare fino al 2019 perchè questo accadesse, ma le vittorie vanno festeggiate prima di tirare le fila su quanto ancora si debba fare.

passeggiata spaziale al femminile
La prima persona ad andare su Marte porrebbe essere una donna (Illustrazione di Jerome Vogel)

Oggi sono molte le donne impiegata nella Nasa come astronaute (circa il 34% secondo gli ultimi dati rilasciati). E l’amministratore delegato dell’Ente Nazionale per le attività Spaziali e Aeronautiche Jim Brindestine ha addirittura dichiarato al talk show Science Friday che la prima persona ad andare su Marte sarà probabilmente una donna. “La Nasa si impenga ad avere una gamma di talenti ampia e diversifcata” ha anche aggiunto.

Staremo a vedere. Nel frattempo venerdì prossimo gli occhi di tutti saranno puntati sulla “Spedizione 59” e un’ondata di women empowerment arriverà anche qua giù.

Buona passeggiata tra le stelle!

Vuoi ricevere Mam-e direttamente nella tua casella di posta? Iscriviti alla Newsletter, ti manderemo due mail al mese con il meglio del nostro Magazine e riceverai subito un regalo!

CLICCA QUI PER SAPERNE DI PIÙ!

Elisabetta Moro
Articoli dell'Autore / Elisabetta Moro

Rispondi

Your email address will not be published.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>