Lite Cina-Taiwan
NEWS

Lite Cina-Taiwan-Usa: Biden difenderebbe Taiwan

In un ipotetico scontro Cina-Taiwan, il presidente Joe Biden si dichiara pronto a difendere Taiwan

Vista la lite Cina-Taiwan, gli Stati Uniti si sono dichiarati pronti a difendere Taiwan in caso di attacco dalla Cina. Lo ha detto il presidente Joe Biden durante un incontro con gli elettori a Baltimora.

Cresce la tensione tra Cina e Stati Uniti

Aumenta la tensione tra Cina e Stati Uniti. Una nuova frizione si sarebbe verificata dopo che il presidente statunitense, in territorio asiatico, ha dichiarato che la potenza cinese è: “una potenza aggressiva di cui non possiamo fidarci”. Ad accrescere ancora di più l’attrito tra le due potenze è stata la più recente dichiarazione di Biden:

Gli Stati Uniti hanno preso un sacro impegno per quel che riguarda la difesa degli alleati della Nato in Canada e in Europa e vale lo stesso per il Giappone, per la Corea del Sud e per Taiwan.

Dall’esecutivo di Xi Jinping tuttavia, è arriva una replica immediata:

Non ci sono margini per compromessi.

Scontro Cina-Taiwan: come viene utilizzato il principio “Unica Cina”

Attraverso l’accettazione del sistema “Unica Cina”, il governo di Pechino impone ai propri partner diplomatici che si riconosca l’esistenza di una sola Cina, sottintendendo la Repubblica Popolare Cinese, di cui Taiwan costituirebbe la ventitreesima provincia. La crisi tra Cina-Taiwan, nascerebbe proprio dalla ventitreesima provincia, la quale rivendica la propria autorità sulla Repubblica Popolare.

Sempre citando il principio “Unica Cina”, a seguito dell’affermazione di Biden sullo scontro Cina-Taiwan, sarebbe intervenuto Wang Wenbin, portavoce del ministro degli esteri:

Gli Stati Uniti devono rispettare seriamente il principio della ‘Unica Cina’ e i tre comunicati congiunti Cina-Usa,  ci vuole cautela nelle parole e nei fatti sulla questione di Taiwan ed è meglio evitare di inviare segnali sbagliati ai secessionisti, in modo da non danneggiare gravemente le relazioni bilaterali, nonché la pace e la stabilità attraverso lo Stretto di Taiwan. Aggiungendo poi che su questo tema: la Cina non ha margini per compromessi sulle sue questioni vitali. Nessuno dovrebbe sottovalutare la forte determinazione, la ferma volontà e la solida capacità del popolo cinese di difendere la sovranità nazionale e l’integrità territoriale.

lite Cina-Taiwan
Foto di Joe Biden e Xi Jinping

Ambiguità strategica di Joe Biden

Dopo essersi dichiarato pronto a intervenire in caso di scontro Cina-Taiwan, tuttavia, Joe Biden continua con la sua cosiddetta “ambiguità strategica”. Quest’ultima prevede  che gli Stati Uniti forniscano mezzi a Taiwan, ma non consente di chiarire cosa farebbero le forze di Washington in caso di offensiva militare. Un portavoce della Casa Bianca è tornato sulle dichiarazioni del presidente sottolineando come “Washington si opponga a ogni cambiamento alla status quo” e come appunto “non ci sia alcun cambio nella politica verso l’isola”.

L’ufficio presidenziale taiwanese ha commentato le parole di Biden ribadendo che anche la posizione di Taipei rimane invariata.

Taiwan mostrerà una ferma determinazione nella propria difesa.

Sebbene la lite Cina-Taiwan per ora si sia limitata ad alcune affermazioni pubbliche, La tensione militare tra le due potenze è al suo picco degli ultimi 40 anni. Recentemente il ministro della Difesa di Taipei ha dichiarato che Pechino sarebbe in grado di invadere Taiwan entro il 2025.

La Cina considera la “questione Taiwan” come il dossier più sensibile sul tavolo nei rapporti con gli Usa. L’ambasciatore di Pechino alle Nazioni Unite ha sottolineato che il suo paese sta cercando una riunificazione pacifica con Taiwan per rispondere a tendenze separatiste. Ha aggiunto:

Noi non cerchiamo lo scontro, al contrario gli Stati Uniti in particolare, hanno portato la situazione nello Stretto di Taiwan in una direzione pericolosa. Chiediamo agli Usa di fermarsi: portare Taiwan in guerra in fondo non è nell’interesse di nessuno. Gli Stati Uniti che cosa ne guadagnerebbero?. 

Leggi anche:

La Cina chiede di cancellare la mostra a Brescia di Badiucao

Joe Biden ha riconosciuto il genocidio degli armeni dopo cent’anni

Costituzione polacca VS diritto europeo: scontro tra Von der Leyen e Morawiecki

 

Vuoi ricevere Mam-e direttamente nella tua casella di posta? Iscriviti alla Newsletter, ti manderemo due mail al mese con il meglio del nostro Magazine e riceverai subito un regalo!

CLICCA QUI PER SAPERNE DI PIÙ!

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *