la primula di stefano Boeri
Architettura,  NEWS

La primula di Stefano Boeri. Arcuri presenta la campagna del vaccino Covid 19

La primula di Stefano Boeri. Arcuri: “Padiglioni a forma di fiore nelle piazze italiane per le punture vaccinali”  Una primula come simbolo di forza, speranza, rinascita. “Un regalo generoso e stupendo” quello dell’architetto Stefano Boeri al nostro Paese, Cosi il Commissario straordinario per l’emergenza Covid-19, Domenico Arcuri, durante la conferenza stampa


La primula intende trasmettere un senso di rinascita, evitando un messaggio coercitivo e che spaventi, ma trasmettendo l’idea che dopo il vaccino saremo liberi come prima della pandemia

La primula di Stefano Boeri. Si è parlato molto di questi padiglioni e della figura grafica che li caratterizza, del contesto, Si discute in termini di merito e di metodo.

Campagna vacciniVista del padiglione

Campagna vaccini vista del padiglione

 

All’estero

In Germania hanno iniziato a pianificare la campagna di vaccinazione dai primi di novembre. Berlino ha iniziato il 9 di novembre e undici centri sono già pronti per essere usati, realizzati in aeroporti o spazi fieristici. 780 medici  disponibili ad entrare in servizio per la campagna di vaccinazione, con piani orari di lavoro già organizzati. Le prime 900.000 dosi erano attese entro il 15 dicembre, saranno pronte invece tra la fine dell’anno e metà gennaio e troveranno l’infrastruttura e il personale medico.

Stefano Boeri

È innanzitutto doveroso precisare e distinguere gli aspetti relativi alla comunicazione con gli aspetti di governance relativi al piano di vaccinazione anti-covid. Il contributo di Stefano Boeri è relativo all’elaborazione di elementi grafici e architettonici che fanno parte dell’identità visiva del piano di vaccinazione anti-covid. Il Parlamento ha approvato le  linee guida il 2 dicembre scorso; l’ultimo aggiornamento del 12 dicembre ed è stato elaborato da Ministero della Salute, Commissario Straordinario per l’Emergenza, Istituto Superiore di Sanità, Agenas e Aifa.

Stefano Boeri. Photo Gianluca Di Ioia
Stefano Boeri. 

L’operazione

Certamente destinata a molte valutazioni ,a volte critiche, non manca di generosità e di coraggio. Boeri ha messo la faccia e ha voluto aiutare un personaggio discusso come Arcuri, che in molte  discutibili operazioni di questo terribile periodo pandemico, non ha certo brillato per efficienza e capacità organizzativa, cioè quello per cui è stato nominato.

Uomo di sorprendente capacità di “galleggiamento” in ruoli apicali da Invitalia in poi, si dice in quota D’Alema, non rappresenta il modello di “civil servant” che ci piacerebbe vedere, piuttosto un misterioso “potere” capace di riprodursi in modo poco comprensibile.

Il senso dell’operazione

Pare un po sopra le righe e un aiuto generoso di Boeri in un momento difficile ad Arcuri e a tutto il traballante governo Conte. E’ vero che leggerezza e rinascita sono categorie di cui abbiamo estremo bisogno, ma il contesto avrebbe bisogno di sobrietà e “understatement”. In una sintetica valutazione: una strana fuga in avanti

Milano

Vuoi ricevere Mam-e direttamente nella tua casella di posta? Iscriviti alla Newsletter, ti manderemo due mail al mese con il meglio del nostro Magazine e riceverai subito un regalo!

CLICCA QUI PER SAPERNE DI PIÙ!

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *