italy gate inchiesta
NEWS

Italy Gate, l’inchiesta sui brogli elettorali americani nata dai social di QAnon

Italy Gate e l’inchiesta del Pentagono sui voti truccati in Italia: presunto coinvolgimento di Conte?

Italy Gate è il nome attribuito all’inchiesta del Pentagono per verificare il coinvolgimento dell’Italia nei presunti brogli realizzati nel corso delle elezioni presidenziali 2020. Le indagini erano state ordinate da Donald Trump durante gli ultimi mesi del suo mandato, tra dicembre 2020 e gennaio 2021.

La storia di quest’inchiesta sembra quasi surreale. Il giornalista americano Jonathan Karl ha cercato di ripercorrerla nei dettagli all’interno del suo ultimo libro Betrayal. Da capire è sicuramente il coinvolgimento dell’allora governo Conte. Egli infatti nel 2019 aveva concesso a William Barr, Segretario alla Giustizia americano, di entrare ai vertici dei servizi di intelligence italiani per investigare sul Russiagate.

italy gate inchiesta
Donald Trump e Giuseppe Conte.

Italy Gate: la storia di un’inchiesta quasi surreale

A sostenere l’ipotesi di brogli elettorali condotti dall’Italia è un’accusa rivolta ai satelliti della compagnia Leonardo, che sarebbero stati truccati durante la conta dei voti per far vincere Biden. Tale teoria avrebbe spinto Trump a indagare su questa pista, nel tentativo estremo di dimostrare le manomissioni dei risultati alle elezioni.

Secondo quanto scrive Karl, il capo dello staff del Segretario alla Difesa, Kash Patel, era convinto che al centro della questione vi fossero due italiani arrestati per aver hackerato dei sistemi informatici di una compagnia italiana di forniture militari. Si tratterebbe di Arturo D’Elia e Antonio Rossi, fermati dalla Procura di Napoli lo scorso anno.

Questa teoria si diffuse a dismisura sui social media legati al gruppo complottista di estrema destra QAnon. Proprio lì si diffuse rapidamente l’hashtag #ItalyGate, finché non giunse sul tavolo della Casa Bianca e Trump ne approfittò per coinvolgere i servizi di intelligence del Pentagono.

italy gate inchiesta
L’organizzazione QAnon.

L’ordine fu quello di interrogare in carcere i due Italiani da parte dell’addetto militare dell’ambasciata americana in Italia. Come riferisce Karl, sembra che l’interrogatorio si sia effettivamente verificato. Ma già all’epoca si smentì il presunto coinvolgimento di queste persone nei brogli elettorali.

Betrayal è dunque l’ultimo di una serie di racconti dettagliati sulla vicenda, che si è infine rivelata cosparsa di fake news. Karl, corrispondente da Washington per ABC News, restituisce in modo esaustivo la verità di quanto accaduto durante le ultime settimane della presidenza di Trump.

Cosa c’entra Conte con l’inchiesta Italy Gate?

Resta certamente da capire quanto sapesse il governo italiano sulla questione e quale autorità abbia assecondato questa strana quanto folle teoria. Le accuse sono principalmente rivolte a Giuseppe Conte, allora in carica al governo. Secondo molti, egli avrebbe giocato un ruolo chiave nel presunto attacco informatico italiano.

 

Leggi anche:

Donald Trump e Steve Bannon alla ricerca dei voti truccati in Italia

Arrestato Steve Bannon: in Italia era grande amico dei partiti di destra

Sondaggio Usa: Biden subisce una forte perdita di consensi tra i cittadini americani

Vuoi ricevere Mam-e direttamente nella tua casella di posta? Iscriviti alla Newsletter, ti manderemo due mail al mese con il meglio del nostro Magazine e riceverai subito un regalo!

CLICCA QUI PER SAPERNE DI PIÙ!

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *