baglioni in questa storia che è la mia
Musica,  NEWS

In questa storia che è la mia: il nuovo album di Baglioni sull’amore

In questa storia che è la mia: il nuovo album di Claudio Baglioni conclude il 2020 con una favola d’amore

In questa storia che è la mia, il nuovo album di Claudio Baglioni

Cantautore dell’amore sin dagli anni ’70, Claudio Baglioni esce dal lockdown e dall’interruzione di sette anni con un nuovo album. Esce infatti il 4 dicembre 2020 In questa storia che è la mia, sedicesimo disco della sua cinquantennale carriera. Una storia d’amore personale e universale che porterà l’ascoltatore in un viaggio che dura 14 canzoni.

In questa storia che è la mia: di cosa parla il nuovo album di Claudio Baglioni del 2020

In questa storia che è la mia è un concept album in cui Baglioni parla di una storia d’amore, descrivendo una parabola che è allo stesso tempo universale e profondamente personale. Baglioni spiega che “è un invito. Una spinta a rileggere la nostra storia. La storia di ciascuno di noi, di queste pagine di musica e parole, che abbiamo scritto e vissuto insieme, e di questo tempo che – sebbene non si leggano – porta anche le nostre firme”. È quindi una riflessione su come una forza grande come l’amore possa rendere le nostre vite uniche e comunque degne di essere vissute.

baglioni in questa storia che è la mia
La copertina di In questa storia che è la mia

Un messaggio molto positivo, ma il nuovo album di Baglioni ha avuto un’origine accidentata degna di questo 2020. È stato infatti registrato durante il lockdown e, se da un punto di vista personale l’impossibilità di uscire non lo ha colpito più di tanto, Baglioni si è trovato bloccato dal punto di vista artistico. Oltre ad essersi fermato con i concerti, il cantautore afferma di aver avuto anche un blocco compositivo durato tre o quattro mesi. Ma fortunatamente è riuscito a completare l’album, che sarà disponibile dal 4 dicembre.

Tracklist e versioni

Il disco conterrà 14 inediti divisi in sezioni come i capitoli di un libro. Ci sarà quindi un capostoria (altrove e qui), quattro diversi capitoli (non so com’è cominciata, al pianoforte ogni giorno, e firmo in fede un contratto, adesso è strano pensare) e un finale intitolato finestoria. L’autore di Questo piccolo grande amore racconta inoltre che il suo nuovo lavoro è come un album degli anni ’70, tutto suonato a mano come si faceva una volta. Lo descrive come un disco antico e demodé ma in cui c’è tanta musica e tante linee melodiche e in cui l’unica guida è stata l’emozione.

Io non sono lì, singolo già uscito in radio, tratta di un tema ora molto attuale: la distanza, reale o immaginaria, tra due innamorati. È una ballad nostalgica che indaga i pensieri, le delusioni e le speranze di quando continuiamo a chiederci se sia meglio esserci o non esserci.

La tracklist, comunicata sul profilo personale di Instagram di Baglioni, è la seguente:

capostoria

altrove e qui

1. non so com’è cominciata

gli anni più belli

quello che sarà di noi

in un mondo nuovo

2. al pianoforte ogni giorno

come ti dirò

uno e due

mentre il fiume va

3. e firmo in fede un contratto

pioggia blu

mal d’amore

reo confesso

4. adesso è strano pensare

io non sono lì

lei lei lei lei

dodici note

uomo di varie età

finestoria

 

L’album sarà disponibile in cinque diverse versioni:

  • CD singolo (14 canzoni inedite)
  • 2LP 180gr black (14 canzoni inedite)
  • 2CD deluxe (14 canzoni inedite, 4 brani in versione acustica, foto esclusive)
  • 2LP 180gr black – deluxe (14 canzoni inedite, 2 brani in versione acustica, foto esclusive)
  • 2LP 180gr black – deluxe *Esclusiva Amazon* (14 canzoni inedite, 2 brani in versione acustica, foto esclusive e poster autografato)

Sanremo e prossimi concerti

Riguardo alla possibilità di tornare a Sanremo, Baglioni sembra avere le idee chiare: “non si può uscire papi e rientrare cardinali” ha affermato. Il cantautore ha infatti condotto il festival nel 2017 e nel 2018 e apparentemente non ha intenzione di prenderne nuovamente parte come concorrente.

Ha però annunciato già delle nuove date live nel 2021. Dal 4 al 18 giugno 2021 proporrà uno spettacolo, Dodici Note, alle Terme di Caracalla di Roma, in cui saranno presenti un’orchestra sinfonica, un coro lirico e il suo gruppo di solisti e coristi. Lo spettacolo si sposterà poi al Teatro Greco di Siracusa (16-17 luglio) e all’Arena di Verona (11-12 settembre). Baglioni afferma che sarà emozionante ricominciare e di essere particolarmente fiducioso nella possibilità di ripresa. I biglietti sono disponibili su TicketOne e quelli già acquistati per i concerti previsti nel 2020 rimangono validi per le nuove date corrispondenti.

baglioni in questa storia che è la mia
Dodici Note, le date del tour 2021

Baglioni non si professa però contrario alla diretta streaming dei concerti. Concorda che sia diverso, ma riconosce le potenzialità e l’importanza di una distribuzione capillare e digitale. “Nel mio prossimo concerto ci sarà un’orchestra da oltre 100 elementi, con molti strumenti che potranno essere sentiti a «orecchio nudo»”, afferma il cantautore, “per questo è importante riuscire a creare nuove letture dei concerti e nuove dinamiche”.

 

Clicca qui per preordinare tutte le versioni fisiche dell’album.

 

Leggi anche:

Esce oggi Italian Songbook, il nuovo progetto di Mina

Maria Callas avrebbe compiuto 97 anni: una dea senza tempo

Il 2 dicembre è il compleanno di Britney Spears

Vuoi ricevere Mam-e direttamente nella tua casella di posta? Iscriviti alla Newsletter, ti manderemo due mail al mese con il meglio del nostro Magazine e riceverai subito un regalo!

CLICCA QUI PER SAPERNE DI PIÙ!

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *