g20 Afghanistan
NEWS

Il G20 straordinario a tema Afghanistan oggi, martedì 12 ottobre, si riunisce in videoconferenza

Oggi, martedì 12 ottobre, si riunisce il G20 Afghanistan, di natura straordinaria,  proposto da Mario Draghi: i leader dei principali Paesi si riuniscono in videoconference

In conferenza stampa, il 29 settembre, Mario Draghi propone un G20 straordinario sulla situazione problematica dell’Afghanistan, oggi questa proposta si realizza. I leader si riuniscono via web per discuterne.

Scorri in fondo per le ultime notizie a seguito della conferenza stampa di Draghi

Quando, chi e come si riunirà il G20 Afghanistan

La proposta del Presidente del Consiglio Mario Draghi oggi, martedì 12 ottobre, trova compimento: lo propose e promise in conferenza stampa il 29 settembre. I leader dei principali Paesi si riuniranno oggi in videoconference. I lavori inizieranno alle 13 (ora italiana), e si prevede finiranno alle 15.30, anche se non è escluso che possano prolungarsi nel pomeriggio. Sarà il Presidente Mario Draghi ad aprire la conferenza in collegamento da Palazzo Chigi. Vi parteciperanno i principali leader dei Paesi, capi di Stato e di Governo, mentre non saranno presenti in persona Xi Jinping per la Cina, e Putin per la Russia. La partecipazione alla conferenza sarà poi estesa anche a organizzazioni internazionali, come le Nazioni Unite, la Banca Centrale, e il FMI. Vi parteciperà anche la Presidente Ursula Von der Leyen, a rappresentanza dell’UE.

Punti all’ordine del giorno al G20 Afghanistan

Si prevede per questa conferenza un tono informale: i temi saranno discussi liberamente. Un obiettivo raggiunto da Draghi, ovvero di trasformare il G20 in vero e proprio foro di intervento e discussione non solo a scopi economici ma anche geopolitici. Al centro della discussione, sicuramente, prenderanno spazio la questione delle donne afghane e la loro condizione, e il rispetto dei diritti umani. Tema sollevato anche ieri, lunedì 11 ottobre, dall’associazione Save the Children, proprio alla vigilia di questo G20 Afghanistan straordinario.

La manifestazione di Save the Children

Proprio alla vigilia del G20 Afghanistan, l’associazione Save the Children, si riunisce a Roma, e Piazza del Popolo diventa un tripudio di colori: i manifestanti portano arcobaleni colorati, il simbolo di speranza per i bambini e le bambine dell’Afghanistan. Hanno proposto una petizione importante, che chiede al Presidente Mario Draghi di discutere proprio in sede del G20 Afghanistan anche e soprattutto della situazione dei bambini afghani, e di aumentare gli aiuti da destinargli.

g20 Afghanistan
Save The Children in manifestazione a Piazza del Popolo

Obiettivi del G20 Afghanistan

Il G20 straordinario che si terrà oggi, 12 ottobre, discuterà della situazione Afghana. G20 auspicato da Mario Draghi per provvedere alla pericolosità del Paese dopo la presa di Kabul da parte dei talebani, ormai due mesi a questa parte. La riunione si concluderà con un “chiar summary”: un verbale redatto dalla presidenza italiana. Un documento che non ha a che vedere con un comunicato ufficiale conclusivo, ma che farà testo di tutti i punti discussi tra i leader dei principali Paesi.

g20 Afghanistan
Talebani e la presa di Kabul

Conferenza stampa di Mario Draghi: di cosa si è parlato al G20 Afghanistan

Aggiornamento ore 18:30 – Mario Draghi ha tenuto una conferenza stampa a seguito del G20 straordinario. L’ha definito un “incontro soddisfacente e fruttuoso“. Il Presidente ha notato una consapevolezza diffusa riguardo all’emergenza umanitaria come questione grave e primaria, e la responsabilità e il dovere che gli Stati stessi hanno di intervenire. il mandato alle Nazioni Unite prevede una road map per un coordinamento della risposta alla crisi afghana, che vedrà proprio l’Onu il regista di questa azione. Fondamentale è stato poi l’intervento della Presidente della Commissione Ursula Von der Leyen, annunciando lo stanziamento di 1 miliardo di dollari per far fronte alla “catastrofe afghana”. Draghi considera questo G20 straordinario un successo, è “la prima risposta multilaterale  alla crisi afghana”.

LEGGI ANCHE:

Mario Draghi valuta lo scioglimento di Forza Nuova per decreto

Lo straziante appello per l’Afghanistan della regista Sahraa Karimi

Mai più sole per Pangea Onlus: uno spettacolo per l’Afghanistan

Vuoi ricevere Mam-e direttamente nella tua casella di posta? Iscriviti alla Newsletter, ti manderemo due mail al mese con il meglio del nostro Magazine e riceverai subito un regalo!

CLICCA QUI PER SAPERNE DI PIÙ!

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *