ultimi sondaggi usa
NEWS

Elezioni USA 2020: cosa dicono gli ultimi sondaggi al 26 Ottobre.

Elezioni USA 2020: ecco cosa dicono gli ultimi sondaggi a livello nazionale e statale aggiornati al 26 Ottobre.

USA 2020 – gli ultimi sondaggi al 26 Ottobr

A soli 8 giorni dalle elezioni americane del 3 novembre, i sondaggi registrano ancora un vantaggio a favore del candidato democratico Joe Biden.

Egli avrebbe infatti a suo favore più di 230 grandi elettori, e per assicurarsi la vittoria ne dovrebbe conquistare ancora altri 50 circa. Invece, per il presidente Trump questa corsa alle elezioni sembra essere più difficoltosa. Egli avrebbe, sempre secondo i sondaggi, poco più di 120 grandi elettori, e gliene servirebbero quasi 160 per raggiungere la vittoria.

Dunque, la rielezione di Trump richiederebbe un cambio di rotta per tutti quegli stati ancora incerti sul terreno dei sondaggi.

In termini di sondaggi nazionali, Biden ha il 50,8% di voti a suo favore, a differenza dello sfidante repubblicano che invece ha il 42,8%. Il distacco è quindi di 8 punti totali.

ultimi sondaggi usa
L’andamento dei sondaggi americani.

La distanza tra i due non è più così netta come i sondaggi registravano qualche settimana fa. Biden, infatti, non pochi giorni fa si trovata con un vantaggio di circa 9,2 punti.

Rispetto all’11 ottobre, quando Biden aveva il 52,1% di vantaggio, negli ultimi giorni si è registrata una lenta discesa per il candidato democratico. Al contrario, Trump dalla stessa data ha ottenuto complessivamente un punto in più sul piano nazionale.

USA 2020: gli ultimi sondaggi negli stati in bilico

Vediamo però la situazione in quegli stati che più devono essere tenuti sotto controllo, ovvero Texas, Florida, Michigan e Ohio. Oltre che trattarsi, oggi, di stati in bilico dove le preferenze a favore dell’uno o dell’altro candidato non sono così nette, essi insieme garantiscono una somma di ben 101 grandi elettori. Per i candidati sarebbe quindi fondamentale riuscire ad ottenere i voti da parte degli elettori di questi quattro stati.

Texas

Joe Biden  46,0%Donald Trump  48,6% 

Nel corso di un mese, dal 18 settembre al 20 ottobre, nello stato del Texas il presidente Trump ha ottenuto un vantaggio complessivo del 2,6% sul suo sfidante Biden. Infatti, il candidato democratico è riuscito a conquistare il favore di alcuni elettori in questi ultimi giorni, riducendo di qualche punto il vantaggio di Trump. Nelle elezioni del 2016, il Texas non rientrava negli stati in bilico. Infatti, qui il candidato Trump vinse con il 52,5% rispetto al 43,5% di Hilary Clinton.

Florida

Joe Biden  48,7%Donald Trump  47,2%

Nel breve periodo di tempo tra il 10 e il 23 ottobre, Biden ha ottenuto un vantaggio di 1,5 punti su Trump. Si tratta di uno stacco veramente minimo, dovuto ad un continuo altalenarsi di preferenze a favore dell’uno o dell’altro. Nel 2016, la Florida ha portato alla vittoria Trump con un vantaggio di solo poco più di un punto rispetto alla sua sfidante.

Michigan

Joe Biden  50,4%Donald Trump  42,6%

Il vantaggio per il candidato democratico qui è più netto. Biden nel corso di soli nove giorni, ha ottenuto un vantaggio di 7,8 punti sullo sfidante Trump. È comunque importante tenere sotto controllo questo stato, poiché nelle elezioni del 2016 esso portò alla vittoria il presidente repubblicano dopo un continuo testa a testa con la Clinton. Il vantaggio a favore di Trump infatti risultò essere di soli 0,2 punti.

Ohio

Joe Biden  46,2%Donald Trump  46,8% 

L’Ohio è uno stato ancora molto combattuto sul piano di preferenze a favore dell’uno o dell’altro candidato. Negli ultimi giorni i sondaggi hanno registrato un aumento 0,6 punti per Trump. Ma la differenza tra i due candidati è davvero minima, e ad oggi è difficile prevedere chi prevarrà alle elezioni. Nel 2016 il distacco era molto più netto: Trump vinse con il 51,8% sulla sfidante Clinton.

 

FONTE: RealClearPolitics

Leggi anche:
The Choice – La scelta: Biden e Trump su Rai 2

Ultimissime presidenziali USA: ecco com’è andato l’ultimo dibattito Trump-Biden

Ultimissime USA: cosa c’è da sapere sulla nomina di Barrett alla Corte Suprema

Vuoi ricevere Mam-e direttamente nella tua casella di posta? Iscriviti alla Newsletter, ti manderemo due mail al mese con il meglio del nostro Magazine e riceverai subito un regalo!

CLICCA QUI PER SAPERNE DI PIÙ!

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *