serie a antitrust
NEWS,  sport

Diritti tv Serie A, Antitrust apre un’istruttoria sull’accordo Tim-Dazn

Calcio Serie A, Antitrust sull’accordo tra Tim-Dazn: “Possibili distorsioni della concorrenza”

Serie A, l’Antitrust ha aperto un’istruttoria su alcune clausole dell’accordo Tim-Dazn per i diritti del campionato di calcio di Serie A del prossimo triennio. In accertamento una possibile intesa restrittiva della concorrenza.

potrebbe interessarti: Italia-Inghilterra, quando e dove vedere la finale di Euro 2020?

serie a antitrust
Accordo Tim-Dazn per la Serie A

Istruttoria Antitrust su accordo Tim-Dazn e il ricorso di Sky

L’Antitrust (Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato) ha aperto un’istruttoria su alcune clausole dell’accordo fra Tim e Dazn per l’acquisizione e la messa in onda dei diritti tv del campionato di calcio della Serie A nel triennio 2021-2024. Quello che l’Antitrust vuole verificare è se esista una possibile “intesa restrittiva della concorrenza con riferimento alle clausole dell’accordo che limitano commercialmente Dazn nell’offerta di servizi televisivi a pagamento, con l’effetto,  fra l’altro, di ridurre la sua capacità di proporre sconti agli utenti finali e di ostacolare gli altri operatori di telecomunicazioni dall’intraprendere eventuali iniziative commerciali“.

In altre parole, secondo l’Antitrust, l’intesa tra Tim e la piattaforma OTT potrebbe determinare “distorsioni della concorrenza”, danneggiando anche gli utenti finali, impossibilitati a scegliere liberamente il proprio fornitore di internet e la modalità di fruizione di Dazn. Inoltre, l’Antitrust si sta muovendo affinché si adottino delle misure cautelari riguardo la vendita delle offerte relative alla Serie A, iniziate da poco. Queste misure entreranno in vigore nel momento in cui l’esito dell’istruttoria sull’accordo Tim-Dazn dimostri gravi ed irreparabili danni alla concorrenza.

Diritti tv Serie A: l’intervento di Antitrust dopo le segnalazioni di Sky

Già nello scorso giugno, Sky aveva presentato un ricorso all’Antitrust contro l’assegnazione dei diritti tv delle partite di Serie A a Dazn. In particolare, dopo che la piattaforma OTT aveva rifiutato l’offerta di 500 milioni di euro a stagione da parte di Sky per poter trasmettere le 7 partite in esclusiva. Insieme alla storica titolare dei diritti tv della Serie A, anche Vodafone, Wind Tre e Fastweb avevano espresso la propria contrarietà sull’accordo Tim-Dazn.

Il possibile esito dell’istruttoria Antitrust sui diritti tv della Serie A e la risposta di Tim

Il termine del procedimento aperto da Antitrust è fissato al 30 giugno 2022, ma è possibile che possa avvenire qualcosa già prima dell’inizio del campionato di Serie A. Nel frattempo, la risposta di Tim all’istruttoria avviata dall’Antitrust non si è fatta attendere:

“Siamo fiduciosi che a seguito del contradditorio con l’Autorità verranno chiariti tutti gli aspetti oggetto del procedimento, certi che l’accordo con Dazn ha come obiettivo quello di sviluppare la concorrenza nel mercato della pay-tv, la visione dei contenuti in streaming e accelerare il processo di digitalizzazione del Paese a beneficio di tutti clienti e degli operatori di telecomunicazioni.

 

LEGGI ANCHE:

Europei 2021, Italia in finale! Jorginho non tira mai…ma quando tira ci porta in finale

Italia-Inghilterra, Finale Europei 2021: formazioni, precedenti e statistiche della partita

Italia Basket, Olimpiadi Tokyo: calendario, date, programma, gironi e orari tv Italbasket

Se hai curiosità, consigli o vuoi saperne di più, contatta la nostra redazione: info@mam-e.it

Editor: Marta Colletto

Vuoi ricevere Mam-e direttamente nella tua casella di posta? Iscriviti alla Newsletter, ti manderemo due mail al mese con il meglio del nostro Magazine e riceverai subito un regalo!

CLICCA QUI PER SAPERNE DI PIÙ!

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *