Cop26 accordo finale
NEWS

Cop26 accordo finale: per molti è deludente

L’accordo finale di questa Cop26 arriva dopo due settimane di discussioni, e tre bozze già pubblicate; Per molti, tuttavia, l’accordo finale è deludente e fa acqua da tutte le parti.

Cop26 accordo finale

La COP26 si sarebbe dovuta concludere venerdì, ma a causa di una grande incertezza sull’accordo finale è proseguita fino ad oggi. Questa mattina però hanno pubblicato la bozza definitiva.

Nell’accordo finale  è indicato esplicitamente un piano per ridurre l’utilizzo del carbone, il combustibile fossile più inquinante. Il risultato finale, tuttavia, è stato giudicato carente sia da molti paesi partecipanti, sia dai gruppi ambientalisti: l’accordo promette l’obiettivo di raggiungere il livello di temperature globali medie sotto 1,5 °C  ma sembra un risultato concretamente ancora molto distante e praticamente irraggiungibile.

La questione più importante dell’accordo è quella dei Nationally Determined Contributions (NDC) per la neutralità carbonica; descrive gli impegni presi dai singoli paesi per arrivare alla condizione in cui si emettono tanti gas serra quanti se ne rimuovono dall’atmosfera. Tutti i paesi partecipanti hanno garantito che proveranno a raggiungere quest’obiettivo entro il 2030, controllando se i risultati anno per anno, anziché ogni cinque anni.
Un’altra questione centrale è l’utilizzo dei combustibili fossili in futuro.
Fino alla terza bozza, pubblicata ieri, sembrava che l’obiettivo fosse quello di eliminare l’uso di fossili; nella bozza finale di oggi invece è risultato che l’obiettivo finale non sia più quello di eliminare la combustione di fossili, bensì quella di ridurla.
I paesi hanno però preso l’impegno di raddoppiare entro il 2025 i finanziamenti destinati al fondo che si occupa di dare sostegno ai paesi più vulnerabili e con le economie più deboli.
Durante la conferenza hanno anche raggiunto una serie di accordi settoriali:
  •  un grosso accordo contro la deforestazione, firmato dai leader di più di 100 paesi che promettono di fermarla entro il 2030
  • iniziativa è stata firmata da 108 paesi e prevede la promessa di ridurre del 30 per cento le emissioni di metano entro il 2030, ne sono rimasti fuori alcuni grossi produttori come India, Russia e Cina

Accordo finale Cop26: commenti

Per alcuni il fatto che abbiano deciso di ridurre il carbone è un aspetto positivo. Per altri critici, invece l’accordo è stato molto deludente perché non prende in considerazione interventi per limitare l’estrazione di petrolio e degli altri idrocarburi

Leggi anche:

Cop26, pubblicata oggi una terza bozza

Accordo Cina e Usa: colpo di scena alla Cop26

Bozza finale della Cop26: nessun punto tocca l’argomento delle fonti fossili

Vuoi ricevere Mam-e direttamente nella tua casella di posta? Iscriviti alla Newsletter, ti manderemo due mail al mese con il meglio del nostro Magazine e riceverai subito un regalo!

CLICCA QUI PER SAPERNE DI PIÙ!

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *