comunità di san patrignano
NEWS

Comunita’ San Patrignano: dati non concordi. E la macelleria..

Bilancio comunità di San Patrignano: inchiesta esclusiva, dati non concordi. E la macelleria..

San Patrignano continua a far parlare di sé. Dopo la pubblicazione della serie Netflix “SanPa”, la comunità di recupero in provincia di Rimini è stata al centro di molte discussioni: detrattori e stimatori (tra cui Letizia Moratti) si sono confrontati sui metodi, la struttura e soprattutto la figura di Vincenzo Muccioli. E non è di certo mancato il nostro apporto,  sentendo l’esigenza di chiarimenti su alcuni punti. Tra questi, il bilancio. A dicembre 2020, infatti, il bilancio 2019 non era ancora stato pubblicato nel sito della Comunità. Dopo una nostra chiamata, però, sono subito comparsi i dati sul sito ufficiale. Che sia stato anche merito di Mam-e.it? Non è abbiamo la certezza. Ma quel che è certo è che alcuni punti continuano a “non quadrare”. Quali?

Comunità di San Patrignano La chiamata

Un lavoro sui generis. Dopo la pubblicazione del bilancio 2019, analizzando i dati, abbiamo notato qualche imprecisione. Attraverso una chiamata siamo riusciti ad entrare in contatto con Francesco Vismara, responsabile delle Relazioni Istituzionali e FoundRaising della comunità di San Patrignano ed una delle persone che non hanno voluto dare il contributo alla serie Netflix SanPa.

Una precisazione è d’obbligo. Lungi da noi lo schierarci, abbiamo affrontato la “realtà del bilancio“, poco chiaro e che lascia qualche perplessità. Il bilancio pubblicato è quella di una cooperativa sociale: da due anni in Emilia Romagna queste strutture hanno l’obbligo di pubblicare il bilanciosemplicemente riferito all’attività del proprio ente“. Con questo, dunque, si vuole far capire che il bilancio esprime la parte più rilevante dell’attività della sola comunità. Dal prossimo anno, come affermato dallo stesso Vismara, se la Riforma del Terzo Settore dovesse essere approvata, tutti gli enti del terzo settore avranno obbligo di fare un bilancio sociale.

comunità di san patrignano
Vincenzo Muccioli, fondatore della comunità nel 1976

I nostri dubbi

Il primo dato che fa storcere il naso è a pagina 20 del bilancio, alla voce “Divisione Lavoratori retribuiti per tipologia di contratto e genere“. Qui compaiono 169 dipendenti relativi alla sola comunità con un grafico diviso per lavoratori a tempo indeterminato/indeterminato part time/determinato. Tuttavia, sommando i dati (147 indeterminato, 18 ind. part time, 26 determinato) il totale è di 191. E questo errore di calcolo compare anche nelle pagine seguenti con un totale sempre diverso. Un errore di calcolo? Una presentazione errata? Errare Humanum Est, certo, ma il suddetto bilancio è stato curato (come si legge in Pagina 1) da Deloitte & Touche S.p.a., società di revisione tra le più importanti del mondo. Come afferma Vismara, i dati sarebbero stati aggiornati al più lunedì mattina (18 gennaio). Modifica che effettivamente è arrivata (bilancio non aggiornato visibile qui).

Altro dato, questa volta al centro anche dell’inchiesta SanPa, riguarda il numero di persone ospitate in comunità, nel periodo gennaio-31 dicembre 2019 di 1619. La regione al primo posto per numero di accolti è l’Emilia Romagna ( 301 persone accolte), seguono Toscana (182), Lazio (136), Lombardia (125). Ma, come affermato da Vismara, “le persone entrano ed escono, la comunità ragiona in base ai giorni“. Dunque quel trend negativo di calcolare ad esempio una persona che entra quattro volte in comunità come quattro persone diverse, appare cessato.

comunità di san patrignano

Comunità di San Patrignano: una differenza di 10 milioni

Bilancio 2019, pagina 37. Qui, riguardo alla “dimensione economica” si legge che l’importo della produzione ammonta a 17.231.216 €, mentre dai documenti 2017 si riportano ricavi di circa 27.375.e rotti €. Questo perché quello del 2017 è un “bilancio di insieme“, mentre quello del 2019 (come premesso) è “bilancio della cooperativa sociale comunità San Patrignano“, che NON rappresenta l’insieme delle attività della comunità. Esiste anche una cooperativa agricola (a sé stante, ad esempio), con un proprio bilancio. Secondo la riforma del NoProfit, i bilanci non possono essere fatti d’insieme (perché non si parla qui di Holding): fino al 2017 il bilancio San Patrignano pubblicava il bilancio per una “scelta propria”, liberi da obblighi di alcun tipo e riportando dati complessivi. Ecco spiegato il buco di 10 Milioni.

Infine la “Macelleria”

Ma ancora, chiarimenti e dubbi che permangono. Assente di grande spicco nel bilancio è sicuramente l’attività del reparto di macelleria della comunità, teatro del brutale assassinio di Roberto Maranzano che causò il tramonto di Muccioli. Tale assenza è stata giustificata dal fatto che, come afferma Vismara “non esiste un reparto macelleria, al più un reparto di sezionamento carni“. Che poi siano la stessa cosa o meno, lo lasciamo all’interpretazione dei lettori. Fa parte della comunità, ma economicamente rientra sotto la cooperativa agricola, con un bilancio che non si trova. Abbiamo ovviamente chiesto anche il bilancio della cooperativa agricola il quale, ahinoi, ancora non è arrivato.

Che si tratti di una storia come il Bilancio 2019? Che si debba ancora intervenire direttamente per ottenere informazioni lecite? Noi di Mam-e.it rimaniamo in attesa di nuovi chiarimenti e, qualora non arrivassero, li andremo a cercare.

 

LEGGI ANCHE: 

Letizia Moratti “La mia Sanpa”: una testimonianza

Scandalo TikTok Report su RaiTre: il social che fa paura

Caso Genovese, ultime dichiarazioni 

Chi è Joe Biden: vita e carriera del prossimo presidente USA 

Vuoi ricevere Mam-e direttamente nella tua casella di posta? Iscriviti alla Newsletter, ti manderemo due mail al mese con il meglio del nostro Magazine e riceverai subito un regalo!

CLICCA QUI PER SAPERNE DI PIÙ!

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *