biden cina
NEWS

Biden: Cina esclusa dal summit di 110 Paesi sulla democrazia previsto per dicembre

Biden: Cina non invitata al prossimo summit mondiale sulla democrazia

Biden esclude la Cina dal nuovo summit virtuale per la democrazia indetto per il 9 e 10 dicembre. 110 sono i Paesi invitati, ma tra questi non figura il Paese di Xi Jinping, con cui il Presidente americano aveva dialogato nei giorni scorsi.

Ciò che più sorprende, e soprattutto fa discutere, è la presenza di Taiwan nell’elenco dei Paesi invitati. La Cina ha prontamente consegnato la propria risposta a Biden in merito, criticandone la scelta.

L’obiettivo dell’incontro, come si legge nel comunicato arrivato da Washington, è quello di “stabilire un’agenda di rinnovamento democratico e fronteggiare le più gravi minacce per le nazioni”. Biden aveva promesso questo meeting online durante la campagna elettorale del 2020, affinché si promuovessero i diritti umani tra le nazioni.

Biden esclude la Cina: la risposta di Pechino

biden cina

Il portavoce del Presidente di Taiwan ha ringraziato Biden, sottolineando che con questo meeting il Paese potrà condividere la storia del suo successo democratico. La Cina, dal canto suo, ha accusato gli Stati Uniti.

Il portavoce del Ministro degli Esteri cinese Zhao Lijian ha definito un errore l’invito di Taiwan al summit. «La Cina – ha spiegato – si oppone fermamente all’invito degli Stati Uniti alle autorità di Taiwan, che rappresenta una parte inalienabile del territorio cinese».

Pechino da settimane stava aspettando la decisione di Biden. Durante l’Assemblea nazionale del popolo di ottobre, Xi Jinping aveva affermato: «Se un Paese è democratico o meno deve giudicarlo la comunità internazionale e non pochi Paesi ipocriti. La storia e la realtà dimostrano che un sistema stabile porta ad un Paese stabile, così come un sistema forte porta ad un Paese forte. Se le persone si risvegliano solo quando votano e ascoltano soltanto gli slogan durante le elezioni, senza il diritto di parlare successivamente, questa non è vera democrazia».

Xi ribadì gli stessi concetti anche lo scorso 12 novembre, alla conferenza stampa del Partito. «L’Occidente – sottolineò – vuole imporre la sua idea di democrazia, ma solo la nostra è una vera democrazia del popolo».

Biden: Cina esclusa, ma non è l’unica

Biden a febbraio aveva annunciato l’obiettivo di contrastare le forme autoritarie di Russia e Cina. Tra gli altri Paesi esclusi, infatti, figurano la Russia, la Turchia, l’Egitto, l’Arabia Saudita, la Giordania, il Qatar e gli Emirati Arabi Uniti.

L’invito è giunto a tutti i Paesi UE tranne l’Ungheria. Sono invece presenti i nomi di Canada, Messico, Cile, Perù, Brasile, Colombia ed Ecuador. Parteciperanno anche Corea del Sud, Giappone, India, Filippine, Israele, Zambia, Senegal, Iraq, Nigeria, Angola e Malaui.

 

Leggi anche:

Usa, festeggiamenti per il Giorno del Ringraziamento: per Biden sono molte le cose per cui essere grati

Cordialità e rispetto all’incontro tra Biden e Xi Jinping, ma ancora molti gli scontri

Vuoi ricevere Mam-e direttamente nella tua casella di posta? Iscriviti alla Newsletter, ti manderemo due mail al mese con il meglio del nostro Magazine e riceverai subito un regalo!

CLICCA QUI PER SAPERNE DI PIÙ!

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *