steve bannon italia
NEWS

Arrestato Steve Bannon: in Italia era grande amico dei partiti di destra

Si è consegnato all’FBI lo stratega Steve Bannon, che in Italia aveva ottimi rapporti con Salvini e Meloni

Steve Bannon, grande amico dell’Italia ed ex stratega della campagna elettorale trumpiana del 2016, si trova in stato di arresto. Si è consegnato all’FBI lunedì 15 novembre, dopo essere stato incriminato pochi giorni fa dal Dipartimento di Giustizia dell’amministrazione Biden.

Due sono i capi di imputazione. Il primo coincide con il “disprezzo verso il Congresso” dimostrato da Bannon per non aver collaborato alle indagini sull’attacco a Capitol Hill. Il secondo riguarda il suo rifiuto di consegnare i documenti richiesti ai fini delle ricerche.

I progetti di Steve Bannon per l’Italia e l’Europa

Bannon dal 2018 è impegnato in un progetto che vuole creare un ponte tra tutti i populisti e i sovranisti degli Stati Uniti e dell’Europa. La sua organizzazione The Movement promuove infatti il nazionalismo economico e le idee della destra radicale.

I punti chiave della sua auspicata alleanza sono svariati. A partire dal ritorno ai confini nell’Unione Europea e dalla limitazione dell’immigrazione, fino ad una maggiore sovranità agli Stati e alla sconfitta dell’Islam radicale.

Per questo motivo, per lui è stato facile trovare supporto dai principali politici della destra italiana, come Matteo Salvini e Giorgia Meloni.

steve bannon italia
Steve Bannon e Matteo Salvini.

Steve Bannon e l’Italia: l’amicizia con Salvini

Nel 2018 Matteo Salvini entrò a far parte di The Movement, appoggiando l’orientamento nazionalista e anti-immigrazione di Bannon. La stima reciproca venne anche alimentata dall’appoggio dello stratega americano all'”esperimento” italiano dell’alleanza gialloverde.

Quando in Italia trionfarono in politica il Movimento 5 Stelle e la Lega, Bannon vide in questa alleanza un primo accenno di una rivoluzione populista europea. Arrivò anche ad affermare: «L’Italia è oggi il centro dell’universo politico. Voi state ridefinendo la politica di questo secolo».

Non solo. Secondo alcune indiscrezioni, Bannon nel 2016 consigliò a Salvini di attaccare Papa Francesco sulla questione immigrazioni. Secondo lo stratega, infatti, Bergoglio aveva costruito il suo papato attorno a questo tema e doveva essere ritenuto un nemico per la Lega.

L’appoggio a Giorgia Meloni

steve bannon italia
Steve Bannon e Giorgia Meloni.

Sempre nel 2018, Giorgia Meloni accolse con grandi sorrisi l’arrivo di Steve Bannon alla festa di Fratelli d’Italia. In quell’occasione si parlò del progetto di costruzione di una rete ideologica sovranista tra il Vecchio e il Nuovo Continente.

Fu proprio sul palco di Fratelli d’Italia che Bannon annunciò la nascita di The Movement. «Dal vostro governo partirà la rivoluzione» aveva ribadito. Nonostante il suo dissenso all’alleanza Lega-M5S, Meloni si era detta onorata di avere il supporto dello stratega americano.

 

Leggi anche:

Donald Trump e Steve Bannon alla ricerca dei voti truccati in Italia

Trump crea il suo nuovo social: si chiamerà TRUTH

Cordialità e rispetto all’incontro tra Biden e Xi Jinping, ma ancora molti gli scontri

Vuoi ricevere Mam-e direttamente nella tua casella di posta? Iscriviti alla Newsletter, ti manderemo due mail al mese con il meglio del nostro Magazine e riceverai subito un regalo!

CLICCA QUI PER SAPERNE DI PIÙ!

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *