,

YSL E DAIDO MORIYAMA: LA MOSTRA FOTOGRAFICA

YSL E DAIDO MORIYAMA: LA MOSTRA FOTOGRAFICA

YSL e Daido Moriyama in mostra a Parigi

In occasione della Foire Internationale de Photographie d’Art, la casa di moda francese Yves Saint Laurent presenterà Self 01, una mostra che vede protagonista la collaborazione tra YSL e Daido Moriyama, celebre fotografo giapponese. Le tematiche affrontate si focalizzeranno principalmente sull’immaginario visivo e sull’identità del brand, fondato nel 1962 e ora sotto le redini di Anthony Vaccarello dall’Aprile 2016.

Self 01

Il progetto artistico curato da Vaccarello vede una serie di iniziative in programma, di cui la mostra in questione rappresenta il primo atteso capitolo. L’idea è quella di coinvolgere un ventaglio di personalità operanti nel campo della regia, dell’arte e della fotografia per catturare l’essenza dell’etichetta parigina. D’altronde YSL, in modo particolare dai tempi di Hedi Slimane, ha sempre riservato un fervido interessamento alla sfera della comunicazione e a come il pubblico fruitore percepisca l’estetica del marchio. Infatti parlando di Self il direttore artistico della maison dice:

“Questo lavoro è una narrazione artistica della società odierna e al tempo stesso un’enfatizzazione dei valori fondanti Saint Laurent.”

Inoltre, si informa che i successivi capitoli saranno svelati attraverso l’utilizzo di diversi format, coerentemente al contenuto e all’ambientazione all’interno dei quali verranno scoperti. Ma per ora, possiamo accertarvi che l’esposizione sarà aperta ai visitatori dal 9 all’11 Novembre, presso il Palais Royal di Parigi, attraverso un’installazione adibita ad hoc.

In seguito una piccola anticipazione di alcune fotografie firmate Moriyama.

Daido Moriyama

Identificato come uno dei maggiori esponenti nel campo della street photography giapponese, nasce a Osaka nel 1938. Successivamente, nel 1961, si trasferisce a Tokyo dopo aver concluso gli studi di fotografia ed è proprio in questo periodo che inizia ad essere riconosciuto il suo occhio nel catturare l’attimo.

Scagliato fin da subito contro la mera riproduzione documentaristica imperante in quel periodo, Moriyama si distingue per una forte narratività e pathos. Tema egemone è il collasso della società giapponese del dopoguerra, inserita nel contesto urbano. Il suo bianco e nero è riassumibile nel vocabolo giapponese Sakka, utilizzato per individuare un qualcosa di rotto, graffiato. Con una vita intera di carriera alle spalle, le sue opere sono state esposte in alcuni dei più illustri musei del mondo, come il MOMA di San Francisco e il Metropolitan di New York. Ecco alcuni suoi scatti

Hai una passione per la moda? Leggi anche

Yves Saint Laurent e Mondrian, il ’60 dell’anti-moda

Maria Grazia Chiuri: “Nulla è inamovibile”

La voce Yves Saint Laurent è presente nel dizionario della moda di MAM-e

Yves Saint Laurent fu un famosissimo stilista francese, considerato una delle figure più importanti e influenti del XX secolo nel settore moda.

Continua a leggere

Alberto Cappellaro
Meet the author / Alberto Cappellaro

Leave a Reply

Your email address will not be published.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>