Yoox si fonde con Net-a-porter diventando il più grande retailer per il lusso al mondo

Yoox si fonde con Net-a-porter diventando il più grande retailer per il lusso al mondo

La minaccia era alta. Amazon voleva entrare nel mercato del lusso e per farlo aveva messo gli occhi proprio su Net-a-Porter. Yoox ha battuto sul tempo il colosso di Mountain View sottoscrivendo con Compagnie Financière Richemont, controllante di The Net-A-Porter Group, un accordo di fusione per incorporazione attraverso il concambio di azioni.

Il risultato è la creazione del più grande retailer online di brand di lusso al mondo. La nuova realtà si chiamerà Yoox Net-A-Porter Group. Nel 2014 l’ebitda aggregato adjusted delle due società, che operano su un business complementare, è stato pari a 108 milioni di euro.

Richemont quale unico azionista deterrà il 50% del capitale sociale della new company e il restante 50% sarà degli azionisti di Yoox. Per garantirne l’indipendenza i diritti di voto esercitabili da Richemont saranno pari al 25%. Inoltre quest’ultimo non potrà nominare più di due membri del consiglio di amministrazione, su un minimo di 12. I componenti dello stesso saranno per almeno la metà amministratori indipendenti.

Federico Marchetti, il fondatore e ceo di Yoox, ha annunciato con orgoglio che il nuovo gruppo continuerà sia ad avere sede in Italia che ad essere quotato alla Borsa di Milano.

Marchetti ricoprirà il ruolo di amministratore delegato mentre Natalie Massenet, fondatrice e presidente esecutivo di Net-a-Porter, ne sarà il presidente.

“La fusione tra Yoox e Net-A-Porter darà vita ad un gruppo leader su scala mondiale destinato a portare un ulteriore cambiamento nella moda online” ha commentato Marchetti.

“Oggi, abbiamo aperto le porte del più grande luxury fashion store al mondo.” Ha voluto precisare Natalie Massenet, che ha continuato: “È uno store senza confini geografici, che non chiude mai e che connette, ispira e offre a milioni di clienti nel mondo, appassionati di stile, l’accesso ai migliori brand della moda. Lo store rappresenta per i brand più affermati così come per quelli emergenti la più grande vetrina interattiva a livello globale. Insieme con i nostri team di comprovata esperienza in ambito tecnologico, logistico e di contenuti editoriali, stiamo ridefinendo il panorama fashion media e retail. Il modo migliore per prevedere il futuro della moda è quello di crearlo”.

A fusione avvenuta, prevista per settembre 2015, sarà promosso un aumento di capitale fino a un massimo di 200 milioni di euro, per finanziare nuove occasioni di crescita, con l’intento di favorire l’ingresso di potenziali investitori strategici.

 

Vuoi ricevere Mam-e direttamente nella tua casella di posta? Iscriviti alla Newsletter, ti manderemo due mail al mese con il meglio del nostro Magazine e riceverai subito un regalo!

CLICCA QUI PER SAPERNE DI PIÙ!

Alessandro Dalai
Articoli dell'Autore / Alessandro Dalai