WALTER DE SILVA SHOES, LE SCARPE CON L’HASHTAG

WALTER DE SILVA SHOES, LE SCARPE CON L’HASHTAG

Da car designer Alfa Romeo a designer di scarpe: Walter de Silva Shoes e la sua collezione tutta da indossare

Auto e calzature: un binomio inatteso che, se forgiato dalla mente creativa di un grande designer come Walter de Silva, diventa un successo.

Scarpe contemporanee, iperfemminili e di tendenza. Hashtag e automobili – le stesse che ha disegnato lungo la sua vincente carriera – raffigurate su pelle.

Walter abbozza una silhouette sensuale, quasi aerodinamica per le sue calzature. Tacchi vertiginosi su decolté e sandali preziosi: la donna che indossa le sue creazioni non può non sentirsi provocante.

Storia di un designer di successo

Walter de Silva, classe 1951, è tra i più grandi car designer di auto al mondo.

La sua carriera professionale ha inizio nel 1972 quando entra a far parte, come stilista junior, della Fiat SpA Torino presso il Centro Stile.

Tre anni più tardi entra nel team di Rodolfo Bonetto di Milano dove segue e progetta interni di autoveicoli.

Dal 1979 al 1986 lavora per un altro grande del design italiano, Renzo Piano, e Franco Mantegazza. In questi otto anni dirige il dipartimento di design di Idea Institute.

Nasce la Fiat VSS, vettura sperimentale per sottosistemi, primo esempio di progetto modulare nel campo dell’automobile.

Dopo una breve collaborazione con “Trussardi Design Milano”, entra nel team del Biscione ricoprendo il ruolo di Direttore del Centro Stile Alfa Romeo.

Per la casa automobilistica italiana disegna i prototipi di “Proteo e Nuvola” e auto di serie come Alfa 156, 147 e 166 (rispettivamente cat of the year 1998 e 2000).

Nel 1999 viene chiamato da Ferdinand Piech a dirigere il design della Marca Seat, dove sviluppa progetti strategici, quali Salsa e Tango e auto di serie per il Brand spagnolo come Leon, Salsa, Ibiza e Toledo.

È lo stesso Prof. Piech a portarlo con Martin Winterkorn, in Audi per affidargli la direzione del design del gruppo Audi (Audi, Seat, Lamborghini).

Il 1˚ gennaio 2007, a Wolfsburg, assume la direzione del design del gruppo Volkswagen che comprende 12 marchi. Audi, Volkswagen, Seat, Skoda, e nel settore del lusso, Porsche, Bugatti, Bentley, Lamborghini.

Successivamente giunge a Ducati e, nei veicoli industriali Scania, Man, Volkswagen commercial.

In Volkswagen ritrova i grandi successi conquistati in Alfa Romeo con la nuovo Polo e Golf 7, premiate come auto dell’anno 2010 e 2013. Nel 2015 e per la quinta volta nella sua carriera, riceve il premio come car of the year 2015  per la Volkswagen Passat.

Walter De Silva Shoes

Nel 2015, archiviata la lunga parentesi automobilistica, Walter fonda la sua eponima griffe di scarpe.

La capsule collection autunno 2019 è un racconto della sua carriera con la proposta “Cars” dove, sulla tomaia, sono rappresentati gli schizzi delle automobili da lui disegnate.

Di successo è anche la serie Hashtag, simbolo universale dell’attuale comunicazione globale, preso in prestito dai Social Network.

A questi si aggiungono i modelli Raff e Giada: stivaletto aperto sul tallone con l’immancabile #SINGLEHEEL tacco 10.5 cm.

I riconoscimenti a Walter De Silva

Walter de Silva

Grazie ai prototipi di Leica M9 Titanium e poltrona Luft per Poltrona Frau, riceve il Compasso d’oro alla Carriera.

La sua creatività accesa e vibrante, permette a Walter di conservare in teca diversi riconoscenze tra quali spiccano il riconoscimento come Commendatore della Repubblica Italiana, Civica benemerenza di Cittadino Onorario della città di Lecco e Dottore Arch. in Design Alma Mater Studiorum di Bologna.

Qui la pagina Instagram di Walter De Silva Shoes

Leggi anche

Le 5 it-bag più cool di questo autunno

Vuoi ricevere Mam-e direttamente nella tua casella di posta? Iscriviti alla Newsletter, ti manderemo due mail al mese con il meglio del nostro Magazine e riceverai subito un regalo!

CLICCA QUI PER SAPERNE DI PIÙ!

Stefania Carpentieri
Articoli dell'Autore / Stefania Carpentieri

Rispondi

Your email address will not be published.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>